Fred Frith

polistrumentista e compositore inglese

Fred Frith (1949 – vivente), polistrumentista e compositore inglese.

Fred Frith, 2006

Citazioni di Fred FrithModifica

  • [Sull'album Hot Rats] Ne fummo profondamente impressionati perché era il primo lavoro di Zappa che poteva essere comparato ad altra musica rock. Quello che aveva fatto prima era stato così radicale e in anticipo su tutto il resto che spesso i suoi meriti non vennero riconosciuti come tali neanche nell'ambiente strettamente musicale.[1]
  • [Su Frank Zappa] Pochissime persone possono competere con la sua abilità nel combinare gli elementi più disparati, musicali e non musicali, e nell'utilizzare tutte le possibilità offerte dalle tecniche di registrazione più avanzate, forgiandole in un insieme coerente e stimolante.[1]
  • Una delle caratteristiche delle canzoni di Zappa, per esempio, è la divisione matematica del ritmo: triplette contrapposte a semicrome, frasi ripetute in controtempo, eccetera.
    Il brano Uncle Meat Variations è uno dei più sviluppati sotto questo punto di vista.
    Un tale tipo di limpidezza ritmica si può notare anche nei suoi assoli. Il pizzicato è veloce e preciso, gli accenti e le divisioni sono chiare; la maggior parte di quello che suona è subordinato alla simmetria. Zappa utilizza le linee musicali come frasi equilibrate, facendosi una domanda e quindi rispondendo o costruendo un'idea col suonarla alcune volte e ogni volta in modo leggermente diverso.[1]

NoteModifica

  1. a b c Dall'articolo Frank Zappa: "Nine Types Of Industrial Pollution", New Musical Express, 16 novembre 1974; citato in Michael Gray, Zapp! Vita, vizi, miracoli di Frank Zappa, traduzione di Sergio Messina, introduzione di Riccardo Bertoncelli, Arcana, 1986, p. 215 e segg. ISBN 88-85008-87-9

Altri progettiModifica