Apri il menu principale

Forgotten Realms

universo immaginario

Forgotten Realms è un'ambientazione creata dallo scrittore Ed Greenwood per il gioco di ruolo Dungeons & Dragons.

  • Restavano soltanto ventidue elementi dei venticinque originali della classe di Drizzt. Uno era stato allontanato – e in seguito giustiziato – per un tentativo di omicidio ai danni di uno studente di rango più elevato, un secondo era stato ucciso nell'arena d'addestramento, e un terzo era morto per cause naturali, dato che un pugnale nel cuore pone fine piuttosto naturalmente alla vita di una persona. (da Il dilemma di Drizzt)
  • "Ho lasciato Menzoberranzan molti anni fa", cercò di spiegare Drizzt. I suoi occhi fissarono lontano, nel passato, mentre ricordava la vita che aveva abbandonato. "Non è mai stata la mia vera casa". (Drizzt Do'Urden) [interrogato dagli svirfneblin di Blingdenstone] (da La fuga di Drizzt)
  • Bruenor era per nove decimi spavalderia e per un decimo irritazione, secondo la valutazione di Catti-brie. (da L'esilio di Drizzt)
  • «Io sono Wulfgar, figlio di Beornegar, a sua volta figlio di Beorne, guerriero della Tribù dell'Alce, che combatté nella Battaglia di Bryan Shander; possessore di Aegis-fang, il Nemico dei Giganti. Amico dei fabbri nani ed allievo di un guardiaboschi di Gwaeron Windstrom; uccisore del capo dei giganti dei ghiacci, Biggrin. Io sono Wulfgar, la Condanna del Drago!» (Wulfgar) (da Le lande di ghiaccio)

Elminster – La nascita di un magoModifica

  • «Mi domando, tuttavia», meditò ad alta voce il Signore di Shadowdale, mentre iniziava il lungo percorso inverso fin giù da Lhaeo, «da dove viene Elminster? È mai stato giovane? Dove...? E com'era il mondo allora?» Dev'essere stato un gran divertimento crescere come un mago potente... (Mourngrym Amcathra)
  • «Athalanthar sarà libera dai maghi malvagi. Lo giuro su Mystra: porterò a termine il mio impegno o perirò nell'intento.» (Elminster Aumar)
  • Poi Mystra abbozzò un sorriso e si chinò a baciargli il naso, sfiorandogli il viso e il petto con i suoi lunghi capelli. El respirò per un attimo il suo profumo speziato e tremò nuovamente di desiderio, ma Mystra sollevò la testa e guardò a sud-est. «Ho bisogno che tu vada a Cormanthor e impari i rudimenti della magia», esclamò dolcemente. Elminster sollevò un sopracciglio. «"I rudimenti della magia"? E che cosa ho fatto fin'ora?» Mystra lo guardò e sorrise brevemente. «Anche sapendo ciò che sono osi parlarmi in questo modo: ti amo per questo, El». «Non ciò che sei, Signora», osò sussurrare Elminster, «ma chi sei». (Elminster Aumar e la dea Mystra)

L'alba degli eroiModifica

  • Sentiero guidato non dal caso ma da complotto tetro,/ Passi ulteriori mossi sulla strada del paterno spettro./ È ricercato chi Lloth ha tradito/ Da colui che ha per lui un odio infinito.// Il crollo di un casato, di una lancia la caduta/ Alla Regina Aracnide hanno trafitto il cuore come freccia acuta./ E adesso Drizzt Do'Urden deve sopportare un ago acuminato/ Sotto le pieghe del mantello, nel profondo del cuore conficcato.// Una sfida, rinnegato di rinnegato seme/ Un aureo anello a cui di resister non hai speme!/ Puoi averlo ma solo quando la bestia è liberata/ Dal marcire dell'Abisso nella fossa incantata.// Donato a Lloth e da Lloth donato/ Perché sul più cupo sentiero tu sia indirizzato./ Elargito a colui che fra i demoni è il più dannato/ E presentato a te, perché tu ne sia rovinato.// Cerca dunque, Drizzt Do'Urden, chi più di tutti ti odia,/ Un amico, e pure nemico conosciuto nella tua prima patria./ Là troverai chi hai temuto fosse deceduto/ Dall'amore e dalla sete di battaglia incatenato. (filastrocca della strega)
  • Esiste un posto all'interno di ciascuno di noi dove non ci è possibile nasconderci dalla verità, dove la virtù siede come giudice. Ammettere la verità delle nostre azioni significa presentarci davanti a quel tribunale dove il processo in sé stesso è irrilevante: bene e male sono intenti, e un intento non ha scusanti. (Drizzt Do'Urden)
  • Quelle sfumature emotive non sfuggirono neppure a Catti-Brie. Avendo perso la persona amata, si sentiva portata a comprendere i sentimenti di Danica e tuttavia si rese conto che lei non richiedeva la minima compassione: nell'ascoltare quelle poche frasi di spiegazione e nel trovarsi alla presenza dei due coniugi, fra le mura della più sacra e solenne fra le costruzioni Catti-Brie capì che elargire compassione a Danica avrebbe sminuito il sacrificio di entrambi e ciò che Cadderly aveva realizzato in cambio della propria giovinezza.
  • Le antiche usanze, la caccia sulla tundra e le preghiere rivolte allo spirito degli animali uccisi, gli sembravano un modo di vivere semplice e gradevole dopo aver trascorso gli anni più recenti della sua vita a trattare con avidi mercanti o a combattere contro gli elfi scuri.

BibliografiaModifica

  • Ed Greenwood, Elminster – La nascita di un mago (Elminster – The Making of a Mage, 1994), traduzione di Adria Tissoni, Gruppo Editoriale Armenia.
  • Robert Anthony Salvatore, La fuga di Drizzt (Exile, 1990), traduzione di Nicoletta Spagnol, Gruppo Editoriale Armenia.
  • Robert Anthony Salvatore, L'esilio di Drizzt (Sojurn, 1990), traduzione di Nicoletta Spagnol, Gruppo Editoriale Armenia.
  • Robert Anthony Salvatore, Le lande di ghiaccio (The Crystal Shard, 1990), traduzione di Valeria Galassi, Stefano Massaron e Saulo Bianco, Gruppo Editoriale Armenia.
  • Robert Anthony Salvatore, L'alba degli eroi (Passage to Dawn, 1996), traduzione di Annarita Guarnieri, Gruppo Editoriale Armenia.

Altri progettiModifica