Fanny Elssler

danzatrice austriaca

Fanny Elssler, propr. Franziska Elssler o Elßler (1810 – 1884), danzatrice austriaca.

Fanny Elssler in una litografia di Josef Kriehuber (1830)

Citazioni su Fanny ElsslerModifica

  • A Milano, al massimo Teatro alla Scala, trasse tutti al delirio, e per verità si trovò in lei un insieme di qualità da destare a buon diritto la maraviglia. La Russia ha voluto pure arricchire il numero de' suoi preziosi braccialetti e delle sue infinite broches a diamanti. L'Inghilterra, nella sua serietà, le consacrò un sorriso, che poteva dirsi da lei rapito. Dovunque ammiraronsi la sua bellezza fréle et delicate, come dicono i Francesi, la sua eleganza, la sua maravigliosa leggerezza. (Francesco Regli)
  • A Vienna contò fra' suoi adoratori Napoleone II[1], e la malignità pretendeva che le sue moine e i suoi vezzi avessero accelerata la morte del giovine Principe. (Francesco Regli)
  • Altri versi [oltre a quelli di Giovanni Prati] si scrissero per l'Elssler: altri poeti, fra i quali un Crescini, veneto, la cantarono. Abbiamo tutta una letteratura sulla Elssler. E non vanno dimenticate le satire contro di lei, austriaca, protetta dai dominatori austriaci; ma nessuna è degna di menzione per la povertà dello spirito. (Raffaello Barbiera)

NoteModifica

  1. Figlio di Napoleone Bonaparte e della sua seconda moglie Maria Luisa d'Asburgo-Lorena.

Altri progettiModifica