Erode Antipa

tetrarca della Galilea e della Perea

Erode Antipa, personaggio biblico, tetrarca.

Erode (J. Tissot, 1886-1894)

Citazioni di Erode AntipaModifica

  • [A Salomè, che aveva danzato in suo onore] Chiedimi quello che vuoi e io te lo darò. [...] Qualsiasi cosa mi chiederai, te la darò, fosse anche la metà del mio regno. (Vangelo secondo Marco)
  • [Ai suoi cortigiani, dopo aver avuto notizia della fama di Gesù] Costui è Giovanni il Battista risuscitato dai morti; per ciò la potenza dei miracoli opera in lui. (Vangelo secondo Matteo)

Citazioni su Erode AntipaModifica

  • Erode aveva arrestato Giovanni e lo aveva fatto incatenare e gettare in prigione per causa di Erodìade, moglie di Filippo suo fratello. Giovanni infatti gli diceva: "Non ti è lecito tenerla!". Benché Erode volesse farlo morire, temeva il popolo perché lo considerava un profeta. (Vangelo secondo Matteo)
  • Giovanni diceva a Erode: "Non ti è lecito tenere la moglie di tuo fratello". Per questo Erodìade gli portava rancore e avrebbe voluto farlo uccidere, ma non poteva, perché Erode temeva Giovanni, sapendolo giusto e santo, e vigilava su di lui; e anche se nell'ascoltarlo restava molto perplesso, tuttavia lo ascoltava volentieri. (Vangelo secondo Marco)
  • Venuto il compleanno di Erode, la figlia di Erodìade danzò in pubblico e piacque tanto a Erode che egli le promise con giuramento di darle tutto quello che avesse domandato. Ed essa, istigata dalla madre, disse: "Dammi qui, su un vassoio, la testa di Giovanni il Battista". Il re ne fu contristato, ma a causa del giuramento e dei commensali ordinò che le fosse data e mandò a decapitare Giovanni nel carcere. (Vangelo secondo Matteo)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica