Elfriede Jelinek

scrittrice e drammaturga austriaca

Elfriede Jelinek (1946 - vivente), scrittrice, drammaturga e traduttrice austriaca.

Elfriede Jelinek

Citazioni di Elfriede JelinekModifica

  • Il viso di Hanna Schygulla è un fazzoletto di seta che qualcuno ha gettato in aria e sul quale vengono proiettate delle immagini mentre ancora fluttua sospeso.[1]

La pianistaModifica

IncipitModifica

L'insegnante di pianoforte Erika Kohut si precipita come un ciclone nell'appartamento che divide con la madre. Il piccolo terremoto, come la chiama sempre la madre, certe volte corre via a velocità pazzesca nel tentativo di sfuggire alle sue grinfie. Erika va per i quaranta. Quanto all'età, sua madre potrebbe anche esserle nonna. La bambina venne al mondo solo dopo lunghi e duri anni di matrimonio. Il padre le passò subito il testimone e si ritirò, uscì dalla scena non appena la figlia vi fece la sua comparsa.

CitazioniModifica

  • Come ogni proprietario ha imparato innanzi tutto - e con dolore - che fidarsi è bene, ma controllare è opportuno.
  • La bambina è l'idolo della madre, che in cambio pretende un ben misero compenso: la sua vita.
  • Talvolta è proprio l'arte la causa delle nostre sofferenze.

BibliografiaModifica

  • Elfriede Jelinek, La pianista, traduzione di Rossana Sarchielli, Einaudi, 2010.

NoteModifica

  1. Citato in DIVE-Programma-I.pdf, p. 1, goethe.de.

Altri progettiModifica