Dio Figlio

Citazioni su Dio Figlio.

Dio si riposa dopo la creazione, mosaico del XII sec. che mostra Dio con le sembianze del Cristo

CitazioniModifica

Catechismo di Pio XModifica

  • Gesù Cristo si chiama Figliuolo unico di Dio Padre, perché Egli solo è per natura suo Figliuolo e noi siamo suoi figliuoli per creazione e per adozione.
  • Il secondo articolo del Credo c'insegna che il Figliuolo di Dio è la seconda persona della santissima Trinità: che egli è Dio eterno, onnipotente, Creatore e Signore, come il Padre; che egli si è fatto uomo per salvarci; e che il Figliuolo di Dio fatto uomo si chiama Gesù Cristo.
  • La seconda persona chiamasi Figliuolo, perché è generata dal Padre per via d'intelletto da tutta l'eternità; e per questo si chiama anche Verbo eterno del Padre.

Nuovo TestamentoModifica

  • Chiunque nega il Figlio, non possiede nemmeno il Padre; chi professa la sua fede nel Figlio possiede anche il Padre. (Prima lettera di Giovanni)
  • Dio, che aveva già parlato nei tempi antichi molte volte e in diversi modi ai padri per mezzo dei profeti, ultimamente, in questi giorni, ha parlato a noi per mezzo del Figlio, che ha costituito erede di tutte le cose e per mezzo del quale ha fatto anche il mondo. Questo Figlio, che è irradiazione della sua gloria e impronta della sua sostanza e sostiene tutto con la potenza della sua parola, dopo aver compiuto la purificazione dei peccati si è assiso alla destra della maestà nell'alto dei cieli, ed è diventato tanto superiore agli angeli quanto più eccellente del loro è il nome che ha ereditato. (Lettera agli Ebrei)
  • Dio nessuno l'ha mai visto: | proprio il Figlio unigenito, | che è nel seno del Padre, | lui lo ha rivelato. (Vangelo secondo Giovanni)

GesùModifica

  • Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna. Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo si salvi per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell'unigenito Figlio di Dio. (Vangelo secondo Giovanni)
  • In verità, in verità vi dico, il Figlio da sé non può fare nulla se non ciò che vede fare dal Padre; quello che egli fa, anche il Figlio lo fa. Il Padre infatti ama il Figlio, gli manifesta tutto quello che fa e gli manifesterà opere ancora più grandi di queste, e voi ne resterete meravigliati. Come il Padre risuscita i morti e dà la vita, così anche il Figlio dà la vita a chi vuole; il Padre infatti non giudica nessuno ma ha rimesso ogni giudizio al Figlio, perché tutti onorino il Figlio come onorano il Padre. Chi non onora il Figlio, non onora il Padre che lo ha mandato. (Vangelo secondo Giovanni)
  • Tutto mi è stato dato dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio lo voglia rivelare. (Vangelo secondo Matteo)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica