Demon Slayer - Kimetsu no yaiba

manga scritto e disegnato da Koyoharu Gotōge

Demon Slayer - Kimetsu no yaiba

Serie TV anime

Descrizione di questa immagine nella legenda seguente.

Logo originale della serie

Titolo originale

Kimetsu no yaiba: Kyōdai no kizuna 鬼滅の刃 兄妹の絆

Lingua originale giapponese
Paese Giappone
Anno

2019 - in corso

Genere avventura, dark fantasy, arti marziali
Stagioni 1
Episodi 26
Ideatore Koyoharu Gotōge
Doppiatori italiani

Demon Slayer - Kimetsu no yaiba, serie animata giapponese trasmessa dal 2019.

Stagione 1Modifica

Episodio 1, CrudeltàModifica

  • Non conduciamo una vita facile, ma siamo felici. Tuttavia ho imparato che la vita è come il cielo: cambia costantemente. Non può essere sereno in eterno, così come la neve non continuerà a cadere per sempre. Inoltre, quando la felicità viene distrutta c'è sempre... odore di sangue. (Tanjiro)
  • Tanjiro: Senti, vecchio Saburo, cosa sono i demoni?
    Saburo: I Demoni, divoratori di uomini infestano la terra dopo il tramonto. Per questo non bisogna andare in giro di notte.
  • Tanjiro: I demoni non entrano nelle case delle persone?
    Saburo: Certo, lo fanno.
    Tanjiro: Ma allora, dovremmo finire tutti divorati.
    Saburo: È per questo che i cacciatori di demoni li uccidono fin dall'antichità.
  • Non lasciare mai ad altri l'autorità sulla tua vita o la tua morte! (Giyū Tomioka)
  • Smettila di prostrarti in quel modo patetico! Se servisse a qualche cosa, la tua famiglia oggi non sarebbe mai stata uccisa! Un debole incapace di prendere un'iniziativa quando gli è stato strappato tutto, dovrebbe guarirla? Vorresti vendicarti? Essere ridicolo! I deboli non hanno diritto ad alcun tipo di scelta! Il loro destino è solamente venire schiacciati dai più forti! (Giyū Tomioka)
  • Prova rabbia. La rabbia forte e pura di chi non è capace di perdonare diventerà l'inesorabile forza che ti spingerà in avanti! (Giyū Tomioka)

Episodio 2, L'addestratore Urokodaki SakonjiModifica

  • Sei troppo lento nelle decisioni. Sei lento a fare qualunque scelta. (Urokodaki Sakonji)

Episodio 3, Sabito e MakomoModifica

  • Urokodaki Sakonji: Una katana si spezza facilmente.
    Tanjiro: Questa è la prima cosa che mi ha detto. È resistente agli impatti frontali, a non a quelli laterali. Con la katana serve applicare una forza che segua il verso della lama. La forza del colpo deve seguire perfettamente la direzione del colpo sferrato.
  • Tanjiro: Oggi ho studiato la tecnica di respirazione e i kata. Respirazione della concentrazione assoluta?
    Tanjiro: Esatto. Inoltre, ti insegnerò ad eseguire tutti e dieci i kata dell'acqua. Imparerai a fare lunghi respiri capaci di inviare ossigeno negli angoli più remoti del tuo corpo. Aumenterà la capacità di recupero naturale del tuo corpo, darà stabilità e reattività al tuo spirito. La parte superiore del corpo sarà leggera, e quella inferiore inamovibile. Ora, inspira ed espira!
  • Qualunque dolore tu possa provare, taci e sopportalo. Fallo se sei un uomo. Se sei nato come uomo. Inesperto. Debole. Mediocre. Uno così non può dirsi un uomo. (Sabito)
  • Tanjiro: Non riesco ad avanzare più di così!
    Sabito: Avanza, se sei un uomo. Se sei nato come tale, allora non c'è strada se non quella di fronte a te! Fatti avanti!

Episodio 4, L'esame finaleModifica

  • Qui sul monte Fujikasane sono stati imprigionati dei demoni catturati vivi dagli spadaccini e non hanno alcun modo di uscire. Dalle pendici della montagna fino a mezza costa i fiori di glicine, odiati dai demoni, fioriscono durante tutto l'anno anche fuori stagione. Tuttavia, da questo punto in poi, il glicine non fiorisce più, perciò è pieno di demoni. Dovrete sopravvivere lì per sette giorni. È questa la condizione finale per sperare l'esame. (Gemelle)

Altri progettiModifica