Dario Edoardo Viganò

sacerdote, accademico e scrittore italiano

Dario Edoardo Viganò (1962 – vivente), presbitero, accademico, scrittore italiano.

  • [Il film JFK - Un caso ancora aperto] si presenta con tutte le marche del discorso storico, dice di essere storia e prova degli eventi, negando la sua natura di discorso interpretativo e persuasivo: più che far ricordare vuole essere ricordato, perché la verità nascosta (l'unica che merita di restare) in fondo è contenuta soltanto nel film, grazie alle sue straordinarie capacità conoscitive.[1]
  • [I due discorsi di Pio XII sul film ideale] segnano una nuova tappa nella storia dei rapporti tra la Chiesa ed il cinema, in quanto si impegnano a studiare criticamente l’immagine filmica nella sua integrità, promuovendo una vera e propria riflessione teorica sul medium e, in definitiva, una sorta di organica teoria del film.[2]
Monsignor Dario E. Viganò (cropped).jpg

NoteModifica

  1. Da La camera oscura: il cinema tra memoria e immaginario, Volume 1, Effata Editrice, 2002, p. 50, ISBN 9788874020119
  2. Citato in Federico Pontiggia, Pio XII e il cinema, Cinematografo, 21 ottobre 2005.

Altri progettiModifica