Corine Pelluchon

Corine Pelluchon nel 2013

Corine Pelluchon (1967 – vivente), filosofa e professoressa universitaria francese.

Manifesto animalistaModifica

IncipitModifica

Il nostro rapporto con gli animali è uno specchio in cui vediamo ciò che siamo diventati nel corso dei secoli. In questo specchio non appaiono soltanto gli orrori di cui ci rendiamo colpevoli sfruttando altri esseri senzienti, ma anche il volto pallido di un'umanità che sta perdendo la propria anima.

CitazioniModifica

  • Soffocare la voce della pietà significa amputare una parte di noi stessi, rifiutare la nostra innata ripugnanza di fronte a ogni tipo di dolore. (cap. 1)
  • È impossibile capire la sofferenza degli animali senza soffrire a nostra volta perché la loro vita è un inferno, perché questo inferno è opera della specie umana che mostra tutto il male di cui siamo capaci. Ecco il motivo per cui, per le persone che aprono gli occhi, la causa animalista diventa l'attività principale della loro esistenza. (cap. 3)
  • Negli anni Settanta, i fondatori dell'etica animale hanno fatto della senzienza il criterio principale della considerazione morale e del diritto, riconoscendo anche uno statuto morale, leggi giuridico, agli animali e denunciando lo specismo di una società che si rendeva colpevole dei maltrattamenti verso altri esseri senzienti. (cap. 5)

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica