Charles Lamb

scrittore, poeta e drammaturgo inglese
Charles Lamb

Charles Lamb (1775 – 1834), scrittore e saggista britannico.

Citazioni di Charles LambModifica

  • Gorgoni, Idre, Chimere e le orrende storie di Celeno e delle Arpie si possono ricreare nel cervello della superstizione: ma sono esistite prima. Sono trascrizioni di archetipi sono in noi, e che sono eterni… Questi terrori non nascono col corpo, ma prima del corpo, e senza il corpo esisterebbero ugualmente… Se potessimo spiegarli, sapremmo finalmente qualcosa sulla nostra condizione preumana, e uno spiraglio si aprirebbe sul fittissimo buio della preesistenza.[1]
  • Il maggior piacere che conosco è fare una buona azione di nascosto e vederla scoprire per caso.[2]
  • Per amor tuo, Tabacco, sono pronto a fare qualsiasi cosa fuorché morire.[3]
  • Per aver sentimenti nobili, non è necessario esser nati nobili.[4]

Gli ultimi saggi di EliaModifica

  • I libri pensano per me.
  • La malattia, come ingrandisce le dimensioni di un uomo ai suoi stessi occhi! ("The Convalescent")
  • Un parente povero: la cosa più insignificante che esista in natura.
A poor relation—is the most irrelevant thing in nature. ("Poor Relations")

Saggi di EliaModifica

  • I presenti [...] rendono cari gli assenti. ("A Dissertation upon Roast Pig")
  • La credulità è la debolezza dell'uomo, ma la forza del bambino. ("Witches, and Other Night Fears")
  • I più grandi scritti, quelli che tolgono il fiato o che ci strappano una lacrima, hanno bisogno di essere concepiti in un luogo suggestivo: un ermo colle, una pioggia in un pineto o in una silenziosa notte stellata, scandita solamente dal frastagliarsi delle onde che si abbattono su di una scogliera poco lontana. ("A Dissertation upon Roast Pig")
  • La specie umana, secondo la migliore teoria che posso formarmi su di essa, è composta di due razze distinte, gli uomini che prendono a prestito e gli uomini che prestano. ("The Two Races of Men")
  • Ma le carte sono una guerra, travestita da giuoco.
But cards are war in disguise of a sport.[5]
  • Un uomo che rifiuta le frittelle di mele non può avere un'anima pura. ("A Dissertation upon Roast Pig")

Citazioni su Charles LambModifica

  • Oltre ad essere quanto di più lontano si potrebbe immaginare dallo spirito della gioventù d'oggi, Charles Lamb possedeva un'altra peculiarità che pochi dei giovani d'oggi condividerebbero: non era uno scrittore impegnato. [...] Il Lamb ricorda la fine delle guerre napoleoniche perché Hyde Park è profanato dalle baracche in occasione delle feste per la pace tra Inghilterra e Francia; il malcontento sociale che intorno al 1830 provocò l'incendiarismo nelle campagne fece scrivere al Lamb, in una lettera a un amico: «Le cose non sono andate più bene per l'Inghilterra da quando i poveri si son messi a riflettere sulle loro condizioni...». Queste frasi, e un'altra di trent'anni prima: «Le pubbliche faccende – a meno che non mi tocchino direttamente e così si tramutino in private – non posso sforzare l'animo mio a provarci alcun interesse», ci confermano nell'idea che nessuno dei giovani d'oggi si sentirà invogliato a leggere questo classico dell'umorismo. (Mario Praz)

NoteModifica

  1. Da Streghe ed altri orrori notturni, 1821.
  2. Citato in Selezione dal Reader's Digest, febbraio 1976.
  3. Da Addio al tabacco.
  4. Citato in Le frasi celebri, Tex, n. 104, p. 2, ottobre 1972.
  5. Da Essays of Elia, Carey, Lea, & Carey, 1828, p. 71.

Altri progettiModifica