Carolyn Seymour

attrice inglese

Carolyn Seymour (1947 − vivente), attrice britannica.

CitazioniModifica

Da Carolyn Seymour

Tratte da varie interviste rilasciate negli ultimi anni, in particolare per la rivista TV Zone e Dreamwatch, e per il libro The making of Terry Nation's Survivors di K. Marshall (1995); riportate in Sopravvissuti.altervista.org

  • C'erano molte sfaccettature nel carattere di Abby [protagonista della prima stagione de I sopravvissuti], ma esiste qualcuno al mondo che non le abbia? Lei mi somigliava molto. Abby non aveva mai veri amori, l'idea era che non doveva mostrare alcuna debolezza anche se comunque non poteva farne a meno.
  • Sono sempre stata un po' prepotente di natura ma evidentemente c'erano dei problemi visto che non fui presa per la seconda serie. Ci sono state molte congetture sul perché e nessuno sa la verità. La scusa che mi diedero fu che il mio personaggio era diventato troppo importante e la serie ne risultava sbilanciata. Quindi non era più una cosa di gruppo, anche se Lucy e Ian non se ne accorsero mai. Mi avevano dato la parte di una donna forte e io sono una donna forte ma allora eravamo ancora negli anni del sessismo e sciovinismo e così via e non potevano accettarlo. Sono molto ostinata e appassionata su molti argomenti e penso di averli spaventati a morte! Non molto tempo fa diedi una lunga intervista ad un tale che ha scritto un libro sulla serie. Ha fatto delle ricerche veramente approfondite sul dietro le quinte de I SOPRAVVISSUTI e scoperto cose che mi hanno colpito molto. Non ricordo che ci fosse così tanto dissenso quanto evidentemente c'era nelle alte sfere, soprattutto su di me. Non mi accorsi di essere così impopolare ma so che ci andai pesante su parecchie questioni. Certamente insistetti molto sul fatto che le comparse non venivano trattate bene e che alcune sceneggiature non mi convincevano. Ebbi molti problemi con il nono episodio [Una questione di coscienza] in cui un uomo veniva condannato a morte ma pensavo che quelle fossero normali discussioni per il bene della serie. Evidentemente qualcuno se la prese.
  • Avremmo potuto proporre anche temi come il razzismo. Non c'erano personaggi di un'altra razza, nessuno di colore per esempio e questo è incredibile. Considerando quale magnifica miscela di razze sia l'Inghilterra, avremmo potuto coinvolgere altre persone con le loro culture. Avremmo avuto i loro punti di vista, sarebbe stato interessante. Ma penso che sarebbe stato "troppo" intelligente; era semplicistica perché era la prima serie nel suo genere.
  • Una delle cose che imparammo ne I SOPRAVVISSUTI fu ad essere autonomi ed è qualcosa che tutti dobbiamo fare. Potremmo fare a meno di tutto lo spreco che ci concediamo con la scusa della convenienza, della modernità e così via; questo è veramente assurdo!

Altri progettiModifica