Carlo VI di Francia

sovrano di Francia

Carlo VI di Valois, detto il Beneamato o anche il Folle (1368 – 1422), re di Francia dal 1380 alla sua morte.

Carlo VI di Francia, in un dipinto di Auguste de Creuse

Citazioni su Carlo VI di FranciaModifica

  • Il giovine re non era stato assoggettato giammai a disciplina veruna né dirozzato dal menomo studio. Ei non sapeva altro fuor quello che poteva avere imparato col conversare nelle corti; mezzo bastante per acquistarsi un corredo leggerissimo d'idee e di nozioni comuni, per formare la leggiadrìa dei modi e per procacciare quella certa nobiltà ed affabilità di tratto che si notava in Carlo VI, e per la quale il monarca il cui regno fu il più diuturno flagello che mai affliggesse la Francia, ebbe il ridicolo sopranome di Prediletto. Ma niuna cognizione positiva, né di scienze, né di amministrazione, né di politica, né di religione era stata, per lo contrario, da lui acquistata. (Jean Charles Léonard Simonde de Sismondi)
  • La demenza del Re divenne tosto più cupa, le sue sofferenze fisiche e morali si accrebbero. Quando si accorgeva che il delirio di persecuzione era per giungere al parossismo, invocava Dio e i Santi, chiedeva egli stesso di togliere le armi e i coltelli per impedirgli di nocere; poi si lamentava e gridava supplicando i nemici ignoti, che l'avevano stregato, di non farlo languire a lungo. Il Popolo, che, in nome del Re, aveva tanto sofferto per le angherie e le prepotenze dei Principi e dei ministri, padroni del Regno che taglieggiavano e immiserivano, fu vinto da grande pietà per l'infelice sovrano, il quale, nei lucidi intervalli, qualche cosa di buono faceva, e gli diè il soprannome di Benamato. (Umberto Silvagni)
  • Quest'infelice monarca godeva di far la guerra e di aggirarsi fra il tumulto dell'armi; e benché inabile a discernere amici da nemici, era sempre disposto a combattere contro chi gli venisse additato come infenso[1] e ribelle, ed anche ad incrudelire contro di esso. (Jean Charles Léonard Simonde de Sismondi)

NoteModifica

  1. Ostile, avverso (dal latino infensus).

Altri progettiModifica