Carlo Giuliani

Manifestante No-global

Carlo Giuliani (1978 – 2001), manifestante italiano ucciso durante i fatti del G8 di Genova.

Un graffito raffigurante Carlo Giuliani

Citazioni su Carlo GiulianiModifica

  • Carlo non era un leader, non era nemmeno un punkabbestia, come invece hanno scritto i giornali. Era un ragazzo normale. Da morto è diventato un simbolo. Un ragazzo ucciso... Le commemorazioni, il film della Comencini, il ricordo, hanno creato una mitologia intorno a lui, cosa che non condivido affatto. (Andrea Gallo)
  • Carlo ti senti ostaggio | candelotto del tempo | sfumato nel miraggio | di un'età senza scampo | di un corpo senza campo | di un'estate affamata (Nichi Vendola)
  • Deglutire annaspare | morire | in salita. | Carlo | è fuggita la vita. E fuggire la fuga | non vale. Tu immobile- | fisso al dolore, sepolcro | del mio portale. | Di tufo spaccato | è la casa di quello che spacca | il tuo male. (Nichi Vendola)
  • Qualche giorno dopo, mentre ero in fila con gli altri cittadini europei che sarebbero stati deportati da un paese dell’Unione Europea senza imputazioni, processo né difesa, un ufficiale di polizia ci ha salutati spiegando che faceva tutto parte della normale amministrazione che circonda una riunione del G8. Anche il cadavere di Carlo Giuliani era parte di quella normale amministrazione. La mia innocenza ha iniziato a tremare quando mi sono chiesto se è normale che ottantamila poliziotti, due reggimenti, aerei da combattimento, fregate, batterie lanciamissili proteggano otto tizi eletti democraticamente. Di cos’hanno paura? Dei loro elettori? Di me? (Luis Sepúlveda)
  • Su Carlo sono state scritte tante cose. Poche quelle vere, dice chi lo ha conosciuto. I vicini hanno raccontato di un ragazzo gentile ed educato che salutava tutti. Gli aspetti positivi di Carlo non erano troppo interessanti per la stampa e le televisioni. E torniamo, così, al tema spinoso in queste faccende di cronaca. Difficile sfuggire all'articolo tendenzioso, alla esposizione morbosa di particolari, ai titoli a effetto. Ci cascano quasi tutti i giornali e allora la delusione è più grande. Contrastare le manipolazioni: impossibile. (Un anno senza Carlo)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica