Apri il menu principale
Muzio Scevola davanti a Porsenna (Rubensvan Dyck, 1620 ca.)

Muzio Cordo detto Caio Muzio Scevola, protagonista di una nota leggenda romana.

AttribuiteModifica

  • Et facere et pati fortia Romanum est. (citato in Tito Livio, II, 12)
L'operare e il soffrire da forte è degno di un romano. (1921, p. 395)
Un Romano sa agire e soffrire con grande animo. (1997)
È tipico dei Romani saper agire e soffrire in grande.[1] (2011)

NoteModifica

  1. La citazione, nel tempo, è diventata la concezione che il popolo degli antichi romani aveva di sé. (2011)

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica