Apri il menu principale

Buio Pesto

gruppo musicale italiano
I Buio Pesto nel 2006

Buio Pesto, gruppo musicale italiano nato nel 1983.

Indice

Citazioni tratte da canzoniModifica

ColomboModifica

Etichetta: Grigua Dischi, 2000, prodotto da Massimo Morini e Massimo Bosso.

  • Mi piace stare a sentire, l'odore della mia città, della mia Genova che ho cucita nel cuore, | sedermi, chiudere gli occhi, e pensare a tutti gli odori, che la natura ci ha regalato.
Me piaxe sta a sentì l' ödô da-a mæ cittè, da-a mæ Zena che g'ho cuxia in to cheu | assettàme, serra i euggi e pensà a tutti i ödôi ch'a natùa a n'ha donou. [con Max Parodi] (da Odo de Zena, n. 16)

BasilicoModifica

Etichetta: Grigua Dischi, 2004, prodotto da Massimo Morini e Massimo Bosso.

  • Fratelli di Genova, | qui Genova è mesta, | è già un pò di tempo | che è finita la festa.
Fratelli de Zêna, | chi Zêna l'è mesta, | l'è zâ un po de tempo | ch'a l'è finia a festa. (da Inno genovese, n. 19)
  • In Piazza della Vittoria, | un euro e mezzo all'ora, | posteggia per un giorno e, | il tuo stipendio ti sei mangiato.
In ciassa da a Vittoja, | 1 euro e mezo all'ôa, | posteggia pè un giorno e, | u tò stipendio t'e mangiou. (da Inno genovese, n. 19)

LiguriaModifica

Etichetta: Grigua Dischi, 2008, prodotto da Massimo Morini e Massimo Bosso.

  • [Sul pesto] Quello che l'ha inventato dovrebbe diventare santo | perché poterlo mangiare è un regalo del Signore.
Quello ch'o l'ha inventôu, dovievan fälo santo, | perché mangiälo l'è un regallo do Segnò. (da Inno del pesto, n. 20)

PestoModifica

Etichetta: Grigua Dischi, 2010, prodotto da Massimo Morini e Massimo Bosso.

  • È il pesto che fa girare il mondo e anche tutto il resto | ed è bastato capire di fare questo giusto gesto | invece prima era tutto un po' indigesto | ma il pesto no.
O l'è o pesto che fâ gïà o mondo e pure tutto o resto | e l'è bastou capî de fâ sto giusto gesto | invece primma o l'ea tutto un po' indigesto | ma o pesto no. (da Pesto, n. 2)

Altre canzoniModifica

  • Alla fiera di via Prè, per due soldi, | una prostituta mio padre comprò. [sulle note di Alla fiera dell'est di Angelo Branduardi] (da A-a fêa de via Prè[1])
A-a fêa de via Prè, pè dui citti, | unn-a bagascia mae poe o l'ha accattôu.

NoteModifica

  1. Cantata durante il Basilico Tour del 1997; testo da Massimo Bosso, Buio Pesto, Il Golfo, Genova, 1999, pp. 126-127

Altri progettiModifica

OpereModifica