Azaria, Anania e Misaele

personaggi del libro di Daniele e santi della Chiesa cattolica

Azaria, Anania e Misaele, noti anche come Abdenego, Sadrach e Mesach, personaggi biblici.

Fornace ardente (Toros Roslin, 1266)

Citazioni di Azaria, Anania e MisaeleModifica

  • Potessimo essere accolti con il cuore contrito | e con lo spirito umiliato, | come olocausti di montoni e di tori, | come migliaia di grassi agnelli. | Tale sia oggi il nostro sacrificio davanti a te e ti sia gradito, | perché non c'è delusione per coloro che confidano in te. (Libro di Daniele)
  • Salvaci con i tuoi prodigi, | da' gloria al tuo nome, Signore. | Siano invece confusi quanti mostrano il male ai tuoi servi, | siano coperti di vergogna, | privati della loro potenza e del loro dominio, | e sia infranta la loro forza! | Sappiano che tu sei il Signore, | il Dio unico e glorioso su tutta la terra. (Libro di Daniele)

Altri progettiModifica