Atonalità

Citazioni sull'atonalità

  • Atonale potrebbe indicare solamente qualche cosa che non corrispondesse assolutamente alla natura del tono.
    Già l'espressione «tonale» è usata inesattamente quando la si intenda in senso esclusivo e non inclusivo. Solo nel seguente modo può aver valore: tutto ciò che risulta da una serie di note, coordinato sia mediante il diretto riferimento ad un'unica nota fondamentale, sia mediante collegamenti più complicati, costituisce la tonalità. Che da questa definizione, l'unica giusta, non si possa ricavare alcun contrario corrispondente alla parola atonalità, mi sembra evidente. [...]
    Un pezzo musicale dovrà sempre essere tonale almeno per il fatto che da suono a suono deve sussistere una relazione mediante la quale le note, poste l'una accanto all'altra o l'una sopra l'altra, formino una serie riconoscibile come tale. La tonalità può forse non essere avvertibile, né dimostrabile, queste relazioni posso essere oscure e difficilmente comprensibili, o addirittura incomprensibili. Ma un rapporto di note si potrà tanto poco chiamare atonale, quanto un rapporto di colori si possa definire aspettrale o acomplementare. Questa antitesi non esiste. (Arnold Schönberg)

Altri progettiModifica