Angela da Foligno

mistica italiana

Sant'Angela da Foligno (1248 – 1309), mistica italiana.

Angela da Foligno

Citazioni di Angela da FolignoModifica

  • Pregare significa raccogliere in unità la propria anima e inabissarla nell'infinito che è Dio.[1]

Il libroModifica

  • È necessario che l'uomo conosca Dio e se stesso. La conoscenza di Dio suppone quella di sé. Si deve cioè considerare e vedere chi è l'offeso e chi è l'offensore. Dalla considerazione e conoscenza del secondo aspetto scaturiscono grazia su grazia, visione su visione, luce su luce.
  • L'azione è la prova e la misura dell'amore. Che l'amore sia puro, vero e retto si riconosce dal fatto che si ama e si fa ciò che amò e fece Colui a cui si vuol bene.
  • L'incarnazione compie in noi due cose: la prima è che ci riempie d'amore; la seconda che ci rende certi della nostra salvezza.

NoteModifica

  1. Citato in Raniero Cantalamessa, Gettate le reti. Riflessioni sui vangeli, Piemme, Casale Monferrato, 2001, vol. 3, p. 317. ISBN 88-384-9498-3

BibliografiaModifica

  • Angela da Foligno, Il libro, traduzione di Salvatore Aliquò, Città Nuova, Roma, 2009. ISBN 978-88-311-1443-1

Altri progettiModifica

  Portale Donne: accedi alle voci di Wikiquote che trattano di donne