Apri il menu principale
Gemayel nel 2007

Amin Gemayel (1942 – vivente), politico libanese.

Citazioni di Amin GemayelModifica

  • Ho incontrato Assad decine di volte, almeno venti prima di diventare presidente e poi ininterrottamente dopo la mia elezione alla massima carica del Libano dall'82 all'88. I nostri rapporti sono sempre stati improntati alla cordialità e alla sincerità, c'era perfino della simpatia sul piano personale anche se politicamente la pensavamo diversamente sull'indipendenza e gli interessi del mio paese. Con la sua morte si apre una stagione di grandi speranze per il Libano.[1]
  • [Su Hafiz al-Asad] Indubbiamente un leader di grande statura che ha lasciato la sua impronta nella storia contemporanea della Siria.[1]
  • [Su Hafiz al-Asad] Ritengo che avesse tre grandi virtù. Era un uomo saggio che non prendeva mai delle decisioni avventate, ponderava bene l'insieme della situazione prima di fare una scelta. Era un uomo paziente e si tratta di una virtù importante nell'attività politica. La terza virtù era la capacità di separare la sfera privata da quella politica, riuscendo così a mantenere i rapporti personali pur in presenza di conflitti politici. Noi siamo rimasti in ottimi rapporti fino all'ultimo istante della mia presidenza.[1]
  • Non conosco Bashar se non tramite quello che leggo sulla stampa. Ma credo che si stia inaugurando una nuova stagione.[1]

NoteModifica

  1. a b c d Citato in Gemayel annuncia. Tornerò a Beirut, la Repubblica, 6 giugno 2000.

Altri progettiModifica