Alfredo Di Stéfano

allenatore di calcio ed ex calciatore argentino di origini italiane naturalizzato spagnolo

Alfredo di Stéfano, all'anagrafe Alfredo Stéfano di Stéfano Laulhé (1926 – 2014), calciatore e allenatore di calcio argentino naturalizzato spagnolo.

Alfredo di Stéfano

Citazioni di Alfredo Di StefanoModifica

  • Messi è il mio giocatore preferito, e può diventare migliore di me, Diego, Pelè e Cruyff. Leo è uno che calcisticamente mi seduce.[1]
  • Mi sono reso conto che era giunto il momento di dire addio al calcio il secondo anno in cui giocavo per l'Espanyol. All'epoca sentivo che la forza mi stava abbandonando. Non completamente, ma non ero più quello di prima. Ma devi anche crederci. E nel calcio, quando smetti di credere, è meglio mollare tutto piuttosto che trascinarsi. E poi una delle mie figlie, già grande, mi disse: "Papà, perché non abbandoni il calcio ora? Hai perso i capelli e porti i calzoncini!" Era vero. "Hai ragione tesoro, è proprio ora". Con il passare degli anni si acquista esperienza, come dicono tutti! Serenità, tranquillità, calma. Se hai la fortuna di avere figli e nipoti, ti rendi conto che hanno un effetto calmante. È come se calmasssero il leone che c'è in te. E adesso tocca a loro ruggire. Così, però, sembra avvicinarsi il momento del grande addio. È un'idea che non mi piace! Amo la vita. Non voglio morire. Voglio fare ancora tante cose. Davvero, nonostante la mia età, ho ancora una mente giovane. In ogni caso, non voglio morire. Per nulla al mondo.[2]

Citazioni su Alfredo di StéfanoModifica

  • La gente discute di Pelé e Maradona. Per me il migliore è stato Di Stefano. (Pelé)
  • Si può dire che Maradona, Pelè e Di Stefano equivalgano a Bach, Mozart e Beethoven. Sono i fuori categoria. Dopo di che si può tranquillamente parlare di calciatori bravi, anzi bravissimi: Causio, Tardelli, Maldini, Riva. (Rino Marchesi)

NoteModifica

  1. Dall'intervista Es mi jugador preferido, Diario Olé; riportato in Tuttosport.com, 29 maggio 2011.
  2. Da Alfredo Di Stéfano. La partita del secolo di José Altafini, Video disponibile su youtube.com, min. 28:15-29:49.

Altri progettiModifica