...Più forte ragazzi!

film del 1972 diretto da Giuseppe Colizzi

...Più forte ragazzi!

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

...più forte ragazzi!

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1972
Genere commedia
Regia Giuseppe Colizzi
Sceneggiatura Giuseppe Colizzi, Amedeo Pagani, Barbara Alberti
Produttore Italo Zingarelli
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

...Più forte ragazzi!, film italiano del 1972 con Bud Spencer e Terence Hill, regia di Giuseppe Colizzi.

FrasiModifica

  • Ehi! Non vorrai mica giocare con loro? Quelli menano. (Salud) [Durante lo scontro tra Plata e lo scagnozzo]
  • Brutto figlio d'un cane. Adesso che c'hai? (Salud) [Al biplano che non parte]
  • Era una faccenda personale tra te e lui, eh?! Caprone! Sei bravo, sei! (Plata) [Mentre il biplano sta partendo senza di loro a bordo]
  • Più forte, ragazzi, più forte! (uomo fuori dal locale) [Durante la scazzottata finale]

DialoghiModifica

  • Addetto dell'aeroporto: Destinazione Santarem?
    Plata: Mhm.
    Addetto dell'aeroporto: Equipaggio???
    Salud: Noi due, o hai qualcosa in contrario?
    Plata: Aah, per me figurati.
    Salud: Mettici anche il mio nome.
    Addetto dell'aeroporto: Ma c'è già.
    Salud: Chi t'ha dato il piano di volo?
    Addetto dell'aeroporto: Ce l'hanno telefonato ieri sera.
    Salud: Chi?
    Plata: Io! Be', mi sono detto magari Salud ci ripensa e... non hai detto che vieni anche tu?
    Salud: No! O forse sì! Solo che lo decido io.
    Plata: Fai il favore: cancella il suo nome.
    Salud: Ecco.
    Addetto dell'aeroporto: Ce l'hai un penna? [Rivolto al collega lì vicino]
    Plata: Eccola.
    Salud: Non l'ha chiesta a te. [Salendo sull'aeroplano]
  • [Alla radio]
    Salud: Ricezione pessima ricezione pessima! Il punto stimato è... glielo do esatto?
    Plata: Sì, sì, tanto noi proseguiamo.
  • Plata: È un gran bel cane, è da caccia?
    Matto: No, è da smeraldi.
  • Scagnozzo: Vuuuauuuooo e patapumfete! Ecco la pappa. [Simulando col piatto di fagioli che sta servendo a Plata la caduta del loro aereo]
    Plata: Patapumfete. [Facendolo cadere con uno sgambetto]
    Salud: E ripatapumfete... [Facendolo cadere di nuovo con uno sgambetto mentre corre per attaccare Plata]
  • Pilota: Se volete, parlo di voi alla base. Mr Ears paga bene. Vi interessa?
    Salud: Beh...
    Plata: No, grazie. Non ci interessa.
    Salud: Oh, senti! Una società al cinquanta per cento vuol dire che le decisioni dobbiamo prenderle in due!
    Pilota: Allora a te interessa.
    Salud: A me? No.
  • Plata: Vuoi una mano?[Nel far partire il biplano]
    Salud: No! è una faccenda personale tra me e lui, ormai.
  • Plata: Senti, faremo a turno, un giorno resto io e un giorno resti tu. Pari o dispari?
    Salud: Chi perde resta?
    Plata: Ahah. Io scelgo pari.
    Salud: Dispari.
    Plata: Due! Eh, due è pari.
    Salud: Non vale.
    Plata: E perché?
    Salud: Non ero pronto.
    Plata: Ora sei pronto?
    Salud: Mhmh, pari.
    Plata: Tre, dispari!
    Salud: Tu c'hai le dita truccate.
  • Salud: Ehi, ma dove credi di essere?
    Plata: Nel posto più bello del mondo. Magari tu sei convinto di trovarti in piena giungla, vero?
    Salud: Eh.
    Plata: Sbagli.
    Salud: Perché? Secondo te dove siamo?
    Plata: Adesso te lo faccio vedere io dove siamo. [Mette la musica e la gente inizia a ballare]
  • Comandante: Qui Santa Cruz. Chi è quel matto deficiente che vuole partire?
    Salud: Io e sono già partito. E tu bada a come parli, sennò quando arrivo ti sfascio il muso.
    Comandante: Questo è molto improbabile!
    Salud: Cosa? Che ti sfascio il muso?
    Comandante: No, che arrivi. Se ti diverte, ti leggo il bollettino meteorologico: gravi perturbazioni nella zona del basso Tapajòs, precipitazioni locali, visibilità zero, il che significa che non ci troverai mai. Inoltre, se riesci ad arrivare fin qui, ed è molto improbabile, la visibilità sul campo è zero. Se poi per un'assurda coincidenza, o per qualche oscuro miracolo, riesci a mettere il culo sulla pista, qui trovi un bel paio di manette, perché come interrompo questa piacevole conversazione, io ti denuncio per aver trasgredito in modo grave alle disposizioni di volo e, inoltre, per insulti a un pubblico ufficiale!
    Salud: Bravo. Ora piantala e metti un po' di musica. Qualche preferenza? [Al passeggero da soccorrere] Una qualunque. Sarà sempre meglio della tua voce.
    Comandante: Forse non hai capito che stai parlando col comandante del campo!
    Salud: E tu non hai capito che sono immortale!
    Comandante: Che sei?
    Salud: Ah, lascia perdere. Piuttosto chiama un'ambulanza. Ho un ferito a bordo. Passo e chiudo.
    Collaboratore: Volete veramente denunciarlo, comandante?
    Comandante: Ma non dire idiozie.
  • Pilota: Quello è meglio se non lo fai arrabbiare, una volta l'ho visto per gioco rompere una noce di cocco, con una mano.
    Salud: Hai detto con una mano eh? Vedi? Non è difficile, è solo che ti sporchi tutto. [Rompendo una noce di cocco con una mano]
  • Matto: Pensavo che deve essere bella Salvador in questa stagione.
    Plata: Andiamo a Salvador?
    Salud: Ma chi ha detto che andiamo a Salvador.
    Plata: Ah, bene, se lo dici tu...
  • Mr Ears: Oh, no.
    Plata: Oh si. [Da un pugno in faccia a Mr Ears]
  • Salud: Ehi, credi che un giorno potremo tornare?
    Plata: Uhm, con quello che hai combinato.
    Salud: Chi, io?
    Plata: Eh. Però il giacimento non ce lo leva nessuno.
    Salud: Beh, questo è vero. Insomma, siamo ricchi, ma non abbiamo un soldo.
    Plata: Eh, come il matto.

Altri progettiModifica