Apri il menu principale

Vladimír Holan

poeta ceco

Vladimír Holan (1905 – 1980), poeta ceco.

Citazioni di Vladimír HolanModifica

  • Anelavi da tempo di scrivere una poesia | così semplice e diafana, da risultare invisibile, | qui di peso a nessuno, ma da far leggere | forse ad un angelo!... Ed almanaccavi | che cosa una tale poesia dovrebbe cantare, | anche se in fondo ti è chiaro: una cosa qualsiasi, | solo che in modo così diafano e semplice, | da dover risultare invisibile... (Arroganza, Alla memoria di Jakub Deml, Bolest (Il dolore), 1965[1])
  • Un ghiacciuolo che sgela, una conduttura non serrata, | il conto delle gocce d'una medicina. || Il Tibet vede con l'acqua. Noi con le lacrime... (Durante una malattia, Bolest (Il dolore), 1965, Una notte con Amleto. Una notte con Ofelia, p. 142)

NoteModifica

  1. In Una notte con Amleto. Una notte con Ofelia, traduzioni di Angelo Maria Ripellino e di Ela Ripellino Hlochová, prefazione di Angelo Maria Ripellino, Einaudi, Torino, 1993, p. 125. ISBN 88-06-12980-5

Altri progettiModifica