Vittoria di Svezia

principessa ereditaria di Svezia

Vittoria di Svezia (Vittoria, principessa ereditaria di Svezia, duchessa di Västergötland) (1977 – vivente), principessa ereditaria al trono svedese.

Vittoria di Svezia

Citazioni di Vittoria di SveziaModifica

  • Il Pride non è solo un evento estivo. È una celebrazione, ma è anche una manifestazione dei diritti umani. È serio e gioioso. È un promemoria dei progressi compiuti, ma anche di tutto ciò che resta ancora da fare. Questa è una responsabilità che condividiamo tutti. Tanto io quanto voi. Non dobbiamo tacere. Dobbiamo parlare a nome di coloro che non hanno il coraggio di parlare, per quelli a cui non è permesso e per quelli che non possono. Qui in Svezia e nei paesi nordici, abbiamo fatto molta strada per quanto riguarda i diritti LGBTQI. Ma ciò che diamo come assodato è impensabile in altre parti del mondo. In molti paesi, le relazioni omosessuali sono illegali. I giovani sono costretti a nascondere e negare il loro amore e la loro identità. Le persone LGBTQI sono perseguitate, molestate e persino imprigionate. Per me questo è assolutamente inconcepibile.[1]

NoteModifica

  1. Dal discorso tenuto in occasione del Pride di Stoccolma 2020; citato in Stoccolma Pride 2020, ecco lo storico discorso della principessa Vittoria di Svezia, Gay.it, 1° agosto 2020.

Altri progettiModifica