Ultime parole da Le bizzarre avventure di JoJo

lista di un progetto Wikimedia

Raccolta delle ultime parole pronunciate in punto di morte dai personaggi del manga Le bizzarre avventure di JoJo e delle opere ad essa correlate.

PartiModifica

Universo OriginaleModifica

Phantom BloodModifica

  • Ho sete...Non capisco...Ho tanta sete...Una sete che mi divora! (Vagabondo Vampiro)
Vagando per le strade di Londra, il giovane Dio Brando cerca un modo per uccidere il suo rivale Jonathan Joestar, in modo da poter assassinare suo padre George e intascare la sua eredità senza suscitare sospetti: provocato da due vagabondi, egli ne approfitta e dopo averne ucciso uno infila all'altro la Maschera di Pietra, potente artefatto che una volta bagnato col sangue colpisce chi la indossa con particolari aghi nel cervello. Con sua grande sorpresa, il vagabondo non muore ma si trasforma in un vampiro dotato di forza erculea e assetato di sangue: proprio quando Dio sta per essere ucciso, la luce del sole illumina la strada in cui si trovano e polverizza immediatamente il vampiro.
  • JoJo...Non serbare rancore nei confronti di Dio...La colpa è stata mia...Ti ho educato con più severità perché sei il mio vero figlio...E forse lui ne ha sofferto...Per questo ho agito così...Seppelliscilo...Accanto a suo padre. È dolce, JoJo, morire tra le braccia del proprio...Figlio... (Lord George Joestar)
Con l'aiuto del teppista Speedwagon, Jonathan smaschera i complotti di Dio davanti alla polizia e a suo padre, Lord George: mentre quest'ultimo se ne va deluso per il figlio adottivo, Jonathan si appresta ad ammanettare personalmente Dio. Apparentemente remissivo, Dio estrae un pugnale e la Maschera di Pietra e si prepara a colpire il rivale per trasformarsi in un vampiro col suo sangue: in difesa del figlio arriva Lord George, che si frappone tra i due venendo pugnalato alla schiena. Mentre Dio indossa la maschera e viene crivellato di colpi dalla polizia, George chiede a Jonathan di non provare rancore per Dio, definendo la sua malvagità un suo errore personale: l'istante successivo il nobiluomo muore tra le braccia del figlio, dimostrando un'ultima volta la propria rettitudine.
  • Ho sbagliato, ma ormai lui è morto...E ciò che è fatto è fatto! (Ispettore Capo)
Dopo la morte di Lord George, l'ispettore capo della polizia si commuove e rivela come Diego Brando, padre di Dio, non avesse salvato realmente Lord George ma si fosse limitato ad estrarlo da una carrozza per derubarlo. Mentre l'ispettore indietreggia piangendo fino alla finestra, Speedwagon nota che il cadavere di Dio è sparito e allerta il poliziotto: in quell'istante il cranio dell'ispettore viene spappolato con una manata da Dio, ormai divenuto un vampiro con i poteri della Maschera di Pietra.
  • Vieni, da bravo! Ti succhierò anche l'anima! (Jack Lo Squartatore)
Mentre viaggia per il paese di Wind Knights Lot insieme al suo maestro Will Zeppeli e a Speedwagon Jonathan viene attaccato in una galleria da Jack Lo Squartatore, divenuto un vampiro seguace di Dio: dopo aver messo in fuga il folle utilizzando la tecnica delle Onde Concentriche, Zeppeli ordina a Jonathan di sistemarlo, ordinandogli inoltre di portarsi un bicchiere di vino e di non farne cadere il contenuto. Inizialmente confuso, il ragazzo capisce ben presto che le Onde trasmesse dal bicchiere possono servirgli da guida per individuare il nemico: scoperta la locazione di Jack, Joanthan utilizza l'Overdrive dell'Eremita per trasmettere le onde attraverso il muro dietro cui si trova il vampiro, incenerendolo prima che possa fargli alcunché.
  • Tarkus:Elisabetta ci ha ingannato! Che sia dannata!
    Bruford il cavaliere nero:Per questo affronto io ti maledico, e che siano maledetti anche i tuoi figli e i loro discendenti!
    Boia:Addio! Crepate!
Mentre i cavalieri Tarkus e Bruford affrontano Jonathan, Dio narra la loro storia: per sconfiggere la rivale scozzese Mary Stuart, la regina Elisabetta I la accussò di aver ucciso il marito e la fece imprigionare. Fedeli alla loro sovrana, Tarkus e Bruford rifiutarono strenuamente la resa contro i nemici, accettandolo sola con la promessa della liberazione di Mary: una volta sul patibolo tuttavia i due scoprirono che la loro sovrana era stata già decapitata in precedenza per ordine di Elisabetta. Disperati e corrosi dall'odio, i due cavalieri maledirono la regina poco prima di essere decapitati: con le sue ultime forze Bruford utilizzò i suoi capelli per uccidere il Boia strappandogli di netto la gamba. Tarkus e Bruford verrano in seguito resuscitati da Dio e trasformati in vampiri.
  • Johnathan...Voglio donarti la parola incisa sulla mia spada! "Luck", ovvero la fortuna! E in futuro porterai anche questo con te! "Pluck", ossa coraggio! (Bruford Il Cavaliere Nero)
Scontrandosi con Bruford Il Cavaliere Nero Jonathan è in difficoltà per via della sua straordinaria abilità con la spada, dei suoi capelli prensili e della sua strategia di combatterlo sott'acqua per impedirgli di respirare e usare le onde: grazie agli insegnamenti di Zeppeli e alla propria abilità con le Onde Concentriche il ragazzo riesce comunque a prevalere sull'avversario, ferendolo a morte con il Sunlight Overdrive. Ritornato in sè, Bruford riconosce il valore dell'avversario e gli dona la propria spada Luck (fortuna), aggiungendovi col sangue la lettera P per formare la parola Pluck (coraggio): l'istante successivo il nobile cavaliere si polverizza davanti agli occhi del commosso Jonathan.
  • Non mi fai paura, pidocchio! (Tarkus)
Dopo aver insultato Bruford, il colossale Tarkus sfida Jonathan ad una sfida letale: i due infatti dovranno rimanere incatenati per il collo con la stessa catena, in modo che l'unico modo per liberarsi sia spezzare il collo all'avversario. A causa della forza dell'avversario e della difficoltà di respirare e usare le onde Jonathan è presto sopraffatto e si ritrova con il collo spezzato: disperato per il suo allievo, Zeppeli corre in suo soccorso ma viene tranciato a metà con una catena da Tarkus sotto gli occhi dell'allievo. Avvicinatosi gemente a Jonathan, Zeppeli riesce a trasmettergli tutte le sue energie, curandolo e rendendolo più forte: deciso a vendicare il maestro, JoJo afferra la catena e, sollevato di peso il bestiale Tarkus, trasmette le onde attraverso il metallo bruciando il malefico cavaliere.
  • Per me tu sei come un figlio...E sei anche il mio migliore amico...Da oggi in poi vivrò con te! (Will Antonio Zeppeli)
Circondato dai commossi Speedwagon, Poko e Jonathan, il morente Zeppeli racconta loro di come il suo maestro Tonpetty gli avesse rivelato che sarebbe morto in quel modo, ma di non avere alcun rimpianto per aver scelto di sacrificarsi per JoJo: promettendo all'allievo di vivere sempre con lui attraverso il loro legame e i suoi insegnamenti, il maestro spira in pace circondato dagli amici e dal suo commosso pupillo.
  • Non riuscirai a sfuggirmi! Sono troppo veloce! (Adams)
Mentre si dirigono verso il villaggio, Jonathan, Poko e Speedwagon si imbattono in un conoscente del ragazzino, mister Adams: quando Poko gli chiede informazioni su sua sorella, misteriosamente scomparsa, egli rivela seccato di non saperne niente e rimprovera il ragazzo per la sua scelta di circolare a tarda notte. Appena il trio gli dà le spalle tuttavia Adams prova ad attaccarli con la propria lingua, rivelandosi un vampiro: Jonathan tuttavia prevede la mossa e dopo aver strappato la lingua al vampiro gli schiaccia il cranio con un pestone.
  • Ma cosa fate?! M-Mi stanno divorando! (Doobie Lo Spettro)
Dato che la sorella di Poko, rapita dai suoi accoliti, rifiuta le sue avances, Dio la lascia nelle fameliche mani di un suo zombie, Doobie Lo Spettro: in soccorso della ragazza arriva fortunatamente Jonathan accompagnato da suo fratello, Speedwagon, Tonpetty e i suoi allievi Dire e Straizo. Rivelando di avere la testa piena di serpenti Doobie attacca JoJo e riesce ad avvelenarlo: il ragazzo tuttavia usa il potere delle Onde Concentriche per rimuoversi il veleno dal corpo per poi colpire i serpenti, facendoli impazzire e costringendoli a divorare il terrorizzato Doobie.
  • Uh uh...Le spine caricate di Onde Concentriche fanno male, eh? (Dire)
Ritrovatosi finalmente faccia a faccia con Dio, Jonathan si prepara a fare i conti una volta per tutte con l'odiato rivale: egli tuttavia viene trattenuto da Dire, deciso ad affrontare personalmente il vampiro per vendicare il suo vecchio amico Zeppeli. Colpito il vampiro con il letale Thunder Cross Split Attack, Dire si ritrova improvvisamente paralizzato e non può completare l'attacco: Dio infatti ha fatto evaporare l'acqua presente nel suo corpo, impedendogli di utilizzare le onde e congelandolo, e con una mossa fulminea lo fa rapidamente a pezzi. Pronto ad attaccare Jonathan, Dio viene colpito all'occhio destro da una rosa infusa di Onde Concentriche dalla testa di Dire, rimasta intatta: conscio di aver fatto capire a JoJo il metodo giusto per attaccare il vampiro, ovvero utilizzare armi infuse di Onde Concentriche, Dire spira mentre la sua testa si frantuma come il resto del suo corpo.
  • Page:Il mio nome è Page!
    Jones:Io sono Jones!
    Plant:Mi chiamo Plant!
    Bornham:E io Bornham!
    Page, Jones, Plant e Bornham[In coro] Attacco degli Aculei Succhiasangue!
Mentre Jonathan affronta Dio in uno scontro mortale, i quattro zombie Page, Jones, Plant e Bornham provano ad attaccare con un colpo combinato Poko e la sorellina: in difesa dei due tuttavia interviene Straizo, che facendo cadere sopra i quattro un lampadario infonde nel metallo le Onde Concentriche vaporizzandoli.
  • Ma...Il lucchetto è aperto...Dalla fessura s'intravede un luccichio...Eppure...Sembra chiuso dall'interno! (Padre Styx)
Mentre Jonathan festeggia con la moglie Erina la luna di miele con una crociera in America, l'ubriaco Padre Styx, un disilluso missionario, vaga per la stiva imbattendosi in una bara: stupito di trovarla semi aperta, egli prova ad aprirla del tutto, ma in questo modo attiva un meccanismo di difesa che fa partire un bottone di ferro che spappola il cranio di Styx.
  • Ti farò schizzare il cervello fuori dalla testa, figlio di un cane! (Wang Chan)
Attirato nella stiva dal vampiro Wang Chan, JoJo scopre con orrore che la testa di Dio è riuscita sopravvivere: deciso a rubare il corpo dell'odiato rivale per sopravvivere, Dio lo trafigge mortalmente al collo impedendogli di utilizzare le Onde Concentriche.Memore di una sconfitta subita in precedenza, Wang Chan insulta sprezzantemente Jonathan ma viene fermato da Dio, che avendo maturato un forte rispetto per il rivale ordina al suo servitore di decapitarlo in fretta senza farlo soffrire: stizzito, Wang Chan si prepara ad eseguire l'ordine, ma con la sua ultima Onda Concentrica JoJo lo colpisce con il Sunlight Overdrive uccidendolo all'istante.
  • Sii... felice... Erina... (Jonathan Joestar)
Vedendo che la nave è ormai piena di zombie, Jonathan utilizza le Onde nel corpo di Wang Chan per scagliarlo contro il motore della nave e farlo esplodere: dopo un ultimo bacio d'addio all'amata Erina, il ragazzo la esorta a fuggire insieme ad una neonata, unica altra superstite del disastro. Non volendo finire in fondo al mare, Dio prova a ripararsi nella sua bara, ma viene bloccato da Jonathan che afferra la sua testa con le ultime forze che gli restano: infuriato, Dio insulta per un'ultima volta Jojo, ma questi ormai non lo ascolta più e, augurando tutta la fortuna del mondo alla moglie, spira in pace, ironicamente abbracciato alla testa della sua nemesi.

Battle TendencyModifica

  • Addio, JoJo! (Straizo)
.Mentre si trova con l'amico Smokey Brown in un ristorante, Joseph Joestar si ritrova ad affrontare un'inattesa minaccia: si tratta infatti di Straizo, vecchio alleato di suo nonno Jonathan che ha tradito Speedwagon e si è trasformato in un vampiro per riottenere la giovinezza. Dopo un feroce scontro, Straizo arriva addirittura a prendere in ostaggio una donna portandola sul ponte di Brooklyn: per niente intimorito, JoJo riesce a sconfiggerlo con le Onde Concentriche. Non pentitosi di quanto fatto, il vampiro dichiara di essere pronto ad accettare l'inferno dopo essere potuto tornare nel fiore degli anni: dopo aver rivelato a Joseph che Speedwagon è ancora vivo e che insieme hanno trovato una strana figura intrappolata in un pilastro, Straizo si suicida colpendosi con le sue stesse Onde Concentriche, vaporizzandosi sotto lo sguardo dell'avversario.
  • Hai capito con chi hai a che fare? Ah! (Santana)
Sotto gli occhi terrorizzati di Speedwagon, i nazisti del maggiore Rudolf Von Stroheim risvegliano l'uomo del pilastro: questi, ribattezzato Santana, è tuttavia ben più pericoloso di un normale vampiro e procede a sterminare la base. Infiltratosi nella base messicana, JoJo affronta Santana insieme a Von Stroheim: il duo riesce, con estrema fatica, a trascinarlo fuori dalla base, sperando che la luce del sole possa danneggiarlo. L'uomo del pilastro tuttavia utilizza il suo potere di intangibilità e riesce ad entrare nel corpo di Von Stroheim da una sua ferita: deciso a fermare il mostro, il nazista rivela a Joseph che a Roma sono stati trovati altri esseri simili a Santana, per poi farsi esplodere nel tentativo di uccidere la creatura. Santana tuttavia è ancora vivo e si getta in un pozzo insieme a JoJo per ucciderlo e rifugiarsi dal sole: intuendo il piano del nemico, Joseph fa in modo che venga colpito dal riflesso del sole presente nell'acqua in fondo al pozzo, riuscendo a pietrificarlo una volta per tutte.
  • G-Grazie, Caesar...Sei un vero amico... (Mark)
Recatosi nelle cripte di Roma insieme a Speedwagon, il suo contatto Caesar Zeppeli e l'autista fascista Mark, amico di Caesar che si sposerà a breve, JoJo scopre l'intero gruppo di soldati incaricato di custodire gli uomini del Pilastro massacrato: il quartetto nota poi l'autore della strage, il possente Whamoo, insieme ai suoi due capi, Kars ed Eisidesi, che iniziano ad uscire dalla stanza ignorandoli completamente. Deciso a fare il suo dovere, Mark punta la sua pistola contro il trio, ma Whamoo gli divora metà del corpo semplicemente passandogli accanto: ormai agonizzante, il giovane soldato chiede al commosso Caesar di porre fine alle sue sofferenze, ringraziandolo quando l'amico gli allevia il dolore con le Onde Concentriche.
  • Ora...Raccoglierò le forze rimaste e vi mostrerò di cosa sono capace! Farò esplodere il corpo di Suzie Q e vi colpirò con il mio sangue ardente come lava! (Eisidesi)
.Per sconfiggere gli uomini del pilastro, che gli hanno inserito nel corpo due anelli pieni di veleno, Joseph si allena insieme a Caesar con la maestra Lisa Lisa: la prova finale dovrebbe essere uno scontro con Loggins, aiutante di Lisa Lisa, ma Joseph scopre che egli è stato ucciso da Eisidesi, venuto per annientarlo. Grazie al proprio addestramento e a svariati trucchetti, JoJo riesce a sconfiggere il pericoloso avversario distruggendone il corpo: il cervello di Eisidesi tuttavia riesce a sopravvivere e, possedendo la cameriera Suzie Q, spedisce ai suoi compagni la Pietra Rossa dell'Asia, artefatto necessario per i loro piani. Al cospetto di Lisa Lisa e dei suoi allievi Eisidesi li minaccia dichiarandosi pronto a farsi esplodere per uccidere Suzie Q: Caesar e Joseph tuttavia colpiscono il corpo della ragazza e, trasmettendole contemporaneamente onde positive e negative, riescono a distruggere il cervello dell'uomo del pilastro liberando la cameriera dal suo influsso.
  • R-Ragazzo...Devo chiederti un favore...Devi riferire la notizia della mia morte a una donna di nome Lisa Lisa, che vive a Venezia...Gli esseri scolpiti in questa roccia sono vivi...E un giorno si risveglieranno...Non c'è tempo...Da perdere...Lei è l'unica in grado di sconfiggerli! Devi far presto! Ti prego... (Mario Zeppeli)
Mentre Caesar si prepara ad affrontare Whamoo e Kars nel loro palazzo, Lisa Lisa rivela a JoJo la storia del giovane: abbandonato insieme alla sua famiglia dal padre Mario, figlio del famoso Will Antonio Zeppeli, Caesar si imbatte una sera proprio nel padre. Non riconosciuto, il giovane lo seguì nelle cripte di Roma, in cui Mario stava studiando gli Uomini del Pilastro, ancora nel loro stadio dormiente: deciso ad affrontare il padre, Caesar attivò inavvertitamente una trappola, rischiando di essere assorbito nel pilastro. Pur non riconoscendo in lui il proprio figlio, Mario si frappose, venendo catturato dalla trappola: chiedendo a Caesar di riportare le sue scoperte a Lisa Lisa e di portare sue notizie alla famiglia, Mario viene assorbito nel pilastro sotto gli occhi sconcertati del figlio.
  • Osserva attentamente ciò che ci tramandiamo da generazioni! La fiducia nel futuro è lo spirito di noi Zeppeli...Lo spirito dell'umanità intera! Questa sarà la mia ultima onda, JoJo, e io la dono a te! È tua! (Caesar Antonio Zeppeli)
Deciso a vendicare il padre e gli amici uccisi, Caesar sfida Whamoo riuscendo a metterlo in difficoltà e arrivando ad un passo dal finirlo: egli tuttavia commette l'errore di coprire il nemico con la propria ombra, permettendo all'avversario di travolgere con la sua Tempesta di Sabbia ferendolo mortalmente. Riconoscendo il valore dell'avversario, il ferito Whamoo fa per andarsene quando Caesar si rialza e, pur ferito e zoppicante, si avvicina provando a colpirlo: l'uomo del pilastro si chiede il perché di tale atteggiamento, ma il giovane riesce approfittando della sua distrazione a prendere l'anello in cui è custodito l'antidoto al veleno nel corpo di Joseph. Con il suo sangue, Caesar crea un ultima bolla con le onde concentriche con all'interno la propria fascia e l'anello: dichiarandosi fiducioso verso il futuro e contento di potersi sacrificare per il suo migliore amico, Caesar sorride mentre viene schiacciato da un pezzo di muro, morendo sotto lo sguardo di Whamoo che per rispetto nei suoi confronti non distruggerà la bolla.
  • Tu fatto arrabbiare! Io prende te...E uccide! (Wired Beck)
Sconvolti per la morte di Caesar, Lisa Lisa e Joseph proseguono nel castello degli Uomini del Pilastro: all'ingresso del salone principale, i due si trovano davanti Wired Beck, rozzo maniaco sessuale trasformato da Kars in un vampiro. Noncurante di lui, Lisa Lisa gli avvolge la propria sciarpa carica di Onde Concentriche attorno al corpo: incredulo per essere stato colpito da una femmina, Beck prova ad aggredirla dissolvendosi all'istante per le Onde.
  • Non ho rimpianti...È stato un piacere e un privilegio osservarti maturare come combattente....Tu sei la persona che in migliaia di anni di vagabondaggio ho sperato di incontrare....Bene...È il...Momento...Addio...JoJo. (Whamoo)
Deciso a vendicare Caesar, Joseph sfida Whamoo in una gara di corsa con le bighe: dopo un feroce duello in cui i due dimostrano straordinarie doti combattive e strategiche è JoJo a prevalere, facendo esplodere il nemico grazie a dell'olio bruciato e alla bandana di Caesar. Avendo maturato un grande rispetto verso l'avversario, Joseph gli dona parte del proprio sangue per alleviargli il dolore: per ricambiare, Whamoo uccide utilizzando la propria testa e una balestra alcuni zombie che volevano attaccare il giovane. Prima di morire, il guerriero chiede a Joseph di bere l'antidoto al veleno in modo da essere sicuro della sua sopravvivenza alla sfida, dichiarandosi fiero di aver potuto combattere con un giovane valoroso come lui: mentre Joseph fa un saluto militare in segno di rispetto, la testa di Whamoo si dissolve facendolo spirare in pace.
  • Ho freddo! l'aria...Si congela subito dopo essere stata emessa! Non riesco a invertire la direzione! Mi sto allontanando sempre di più! Nooo! (Kars)
Nonostante l'intervento di JoJo, degli uomini della fondazione Speedwagon e dei nazisti guidati da Von Stroheim, Kars riesce ad usare la Pietra Rossa dell'Asia e una maschera di pietra per farsi colpire dal sole: divenuto ormai immune al sole e alle Onde Concentriche, egli diventa l'Essere Supremo e si prepara ad uccidere tutti. Fuggendo con un aeroplano, JoJo si fa inseguire appositamente per gettare il nemico in un vulcano: Kars tuttavia non si fa fregare e riesce addirittura a tagliare una mano a Joseph. Approfittando della potenza dell'avversario, JoJo riesce tuttavia ad attivare il vulcano facendolo eruttare contro di loro: mentre Joseph si protegge con una pietra e finisce in mare, Kars viene scagliato nello spazio paralizzandosi per il vuoto siderale. Non riuscendo più a raggiungere la Terra il suo corpo si cristallizzerà diventando simile ad un meteorite mentre la sua mente cesserà di pensare, rendendolo di fatto cerebralmente morto.

Stardust CrusadersModifica

  • Cos'è successo? (Grey Fly)
Deciso a salvare la figlia Holly, in balia del proprio Stand che rischia di ucciderla, Joseph prende un volo insieme al nipote Jotaro Kujo, all'amico Muhammad Abdul e all'ex nemico Noriaki Kakyoin alla volta del Cairo con l'obbiettivo di uccidere il redivivo Dio Brando, responsabile della comparsa dello Stand. Durante il volo il gruppetto è costretto ad affrontare un primo seguace di Dio: si tratta di Tower of Grey, stand del sanguinario e spietato Grey Fly, uomo ossessionato dal tranciare le lingue delle vittime e responsabile di numerosi disastri aerei. L'avversario è abbastanza veloce da sfuggire ai rapidi attacchi dello Star Platinum, ma usando l'Emerald Splash del suo Hierophant Green Kakyoin lo sconfigge distruggendogli la testa: contemporaneamente Grey Fly, in realtà un vecchietto apparentemente innocuo che aveva interagito col gruppo in precedenza, crolla a terra con il cervello scoppiato.
  • Dato che ti stavo succhiando l'energia...Hai smesso di dibatterti per concentrare tutta la forza nelle dita! Allora era questo il tuo piano! (Falso capitano Tenille)
Imbarcati su una nave della fondazione Speedwagon dopo lo sontro con l'ex seguace di Dio Jean Pierre Polnareff, Jotaro e i suoi compagni si rendono conto che a bordo si trova un altro portatore di Stand: con un astuto trucco Jotaro capisce che il nemico è il capitano Tenille, in realtà un impostore che ha ucciso il vero capitano. Vistosi scoperto, l'impostore si getta in mare con una ragazzina diventata amica del gruppo: Jotaro si getta al salvataggio, ma qui è costretto ad affrontare Dark Blue Moon, lo Stand del nemico che riesce a metterlo in difficoltà creando un mulinello con cui risucchiarlo. Vedendo l'avversario immobile l'impostore esulta convinto di essere riuscito a far annegare Jotaro, ma questi approfitta del mulinello per avvicinarsi al nemico in modo da colpirlo alla testa con tutte le sue forze: ferito alla testa e resosi conto della strategia dell'avversario, l'impostore annega mentre Jotaro si mette in salvo con la ragazzina.
  • Cosa credi?! Un killer professionista non mostra in giro il suo stand! E se ti capita di vederlo...È perché sta per ammazzarti! Solo i portatori di stand dilettanti come voi esibiscono il proprio dono a destra e a manca...Rivelandone anche i punti deboli! Se non fosse stato per lo specchio ti avrei fatto fuori! (Devo Il Maledetto)
Mentre i suoi compagni si organizzano per proseguire nel viaggio, Polnareff trova nella propria stanza d'albergo un nuovo sicario, Devo Il Maledetto: egli riesce apparentemente a sconfiggerlo, ma viene attaccato dal suo Stand, il bambolotto Ebony Devil, che uccide un cameriere e mette alle strette il francese. Riuscito a vincere grazie ad uno specchio, Polnareff chiede al sicario informazioni su un sicario di Dio dotato di due mani destre, stupratore e assassino di sua sorella Cherry: rifiutandosi di parlare e definendo il francese e i suoi amici degli inetti, Ebony Devil viene ripetutamente trafitto da Polnareff con il suo Stand Silver Chariot mentre Devo muore in bagno per le ferite.
  • No... (J. Geil)
Rintracciato l'assassino di Cherry, il sicario J Geil , Polnareff lo attacca da solo ma è in difficoltà per via del suo Stand l'Impiccato, in grado di muoversi negli specchi, e del suo alleato, il pistolero Hal Horse: il francese viene salvato da Abdul, che tuttavia viene apparentemente ucciso dai due. Fuggito insieme a Kakyoin, Polnareff viene braccato da Geil, che usa gli occhi di una folla numerosa come specchio per attaccare il duo: utilizzando una monetina su cui attirare gli sguardi della folla, Polnareff riesce ad individuare l'avversario e, deciso a vendicare Cherry e Abdul, lo trafigge alla testa scagliandolo poi contro un cancello impalandolo sulle sbarre di ferro.
  • No, non farlo! (Nena)
Rimasto isolato dagli altri Joseph viene attaccato da un nuovo nemico: si tratta di Empress, uno Stand che cresce sul suo braccio e ne prende il controllo. Lo Stand mette il vecchio nei guai e si prepara ad ucciderlo, ma utilizzando il suo Stand Hermit Purple e le Onde Concentriche Joseph lo stritola fino ad ucciderlo: contemporaneamente la portatrice Nena, che sotto le sembianze di una bella giovane stava per baciare e infettare Polnareff, muore stritolata sotto gli occhi inorriditi del francese.
  • Sua...Eccellenza...D-Dio...Si fida di me! Non parlerò! (Enya Geil)
Dopo aver catturato la vecchia Enya, consigliera di Dio nonché madre di J Geil catturata in precedenza, il gruppo si ferma in città: mentre Joseph compra del kebab per tutti, la vecchia si risveglia e, per lo sconcerto dei suoi carcerieri, chiede terrorizzata pietà. Il venditore di kebab infatti è in realtà il mercenario Steely Dan che utilizzando il suo Stand Lovers attiva un germoglio di carne che Dio le ha impiantato nel cervello: il germoglio cresce presto nel corpo di Enya divorandole il cervello e distruggendole la faccia. Vedendola morente, Joseph chiede alla vecchia di rivelarle il potere dello Stand di Dio, in modo da sconfiggerlo e poterla vendicare: fedele fino all'ultimo al suo signore, Enya si rifiuta di parlare e si lascia morire senza rivelare nulla.
  • Ah ah...T-Ti ho rivelato il suo nome...Solamente perché hai battuto il mio stand! Era giusto...Dirti qualcosa di me... (N'Doul)
Arrivato in Egitto insieme ad Abdul, che aveva simulato la morte per depistare il nemico, il gruppo viene raggiunto da due piloti della fondazione Speedwagon che consegnano loro il cane portatore di Stand Iggy: il gruppo prosegue, ma presto trovano il relitto dell'elicottero e i cadaveri dei due sfortunati piloti. La squadra è quindi attaccata dal cieco N'Doul, dotato del pericoloso Stand acquatico Geb: dopo un arduo scontro Jotaro riesce a sconfiggerlo, anche grazie all'aiuto di Iggy e del suo Stand The Fool. Non volendo farsi prendere vivo N'Doul si colpisce col suo stesso Stand alla testa, ma per rispetto verso l'avversario sceglie di raccontargli il nome del proprio Stand e di quelli che restano da affrontare: rifiutando comunque di specificare il potere di Dio, egli spira in pace.
  • Signor Granchio la prego mi aiuti... mi arrugginirò...Non lasciatemi quaggiù! Mi sento solo! (Anubi)
Preso possesso del giovane Chaka, la spada Stand Anubi attacca Polnareff mentre rimane distante dal gruppo, venendo però sconfitta: preso allora il controllo del barbiere Kahn, l'arma lo affronta nuovamente venendo però sconfitta facilmente da Jotaro. Tentando il tutto per tutto Anubi arriva addirittura a controllare Polnareff e il suo Silver Chariot pur di annientare il giovane Cujo: lo scontro si rivela arduo, ma Jotaro riesce infine a prevalere nuovamente spezzando l'arma. Preso allora il controllo di un bambino, quello che resta della lama si fa lanciare contro di Jotaro, ma il lancio viene deviato da Iggy e la spada finisce per infilzare un bue: non avendo il tempo di controllare l'animale, Anubi finisce con lui in fondo al fiume e si dispera, consapevole di essere destinata alla ruggine.
  • Non c'è dubbio...È questo. Eh eh eh! Trovato in sole due ore...Questa città non ha segreti, per me! (Ricco mendicante)
Mentre Iggy affronta in duello Pet Shop, il falco custode del palazzo di Dio, un ricco mendicante a cui il gruppo aveva chiesto informazioni trova il palazzo: soddisfatto per il guadagno che otterrà grazie alla soffiata, il pover'uomo non fa in tempo ad andarsene che viene fatto a pezzi da uno dei blocchi di ghiaccio creati dallo Stand di Pet Shop, Horus.
  • È tutto vostro! (Vanilla Ice)
Mentre i servitori di Dio Kenny G e Terence D'Arby vengono sconfitti, il braccio destro di Dio, Vanilla Ice, si reca nella stanza del suo padrone per riferirgli la notizia. Affermando che gli altri sono stati sconfitti perché non gli erano sufficientemente fedeli, Dio chiede al suo servitore di riempire un otre col suo sangue: totalmente fedele al suo signore, Vanilla Ice si fa decapitare dal suo Stand Cream. Pochi istanti dopo Vanilla Ice torna in vita, trasformato da Dio in un vampiro.
  • Polnareff, Iggy! State attenti! (Muhammad Abdul)
Dopo aver aspettato per un pò i loro compagni, Abdul, Iggy e Polnareff entrano nel palazzo di Dio per dargli fuoco: mentre proseguono in un corridoio Abdul nota delle scritte su una colonna e si ferma a guardarle. Le incisioni sono una minaccia che invita i lettori a voltarsi e a morire: girando la testa, un terrorizzato Abdul nota Cream, pronto ad attaccare i suoi amici. Deciso a salvarli, lo sciamano li mette in guardia e li sposta via bruscamente: l'istante successivo il povero Abdul viene disintegrato sotto gli occhi sconvolti dei due amici dallo Stand, dotato del potere di cancellare la materia che attraversa.
  • M-Maledetto! C-Cosa mi hai fatto?! (Vanilla Ice)
Lo scontro col letale Vanilla Ice è particolarmente arduo e Polnareff rischia di morire: a salvarlo è il coraggioso Iggy, che muore per le ferite riportare nel duello. Deciso a vendicare gli amici, Polnareff attacca Ice nel momento in cui appare da dentro Cream per vedere quello che sta succedendo, riuscendo a trafiggerlo alla testa: il nemico tuttavia non muore e Polnareff constata che si tratta di un vampiro, essendo stato curato in precedenza da Dio con una trasfusione del suo sangue. Deciso a proteggere il suo signore Ice prova di nuovo ad attaccare, ma Polnareff apre diversi buchi nel muro facendo penetrare la luce del sole: non accortosi di quanto sta succedendo, Ice viene spinto contro la luce da Silver Chariot, che vendica così Iggy e Abdul vaporizzando il malefico vampiro.
  • Io ho aperto la bara...Non posso esserci dentro! (Nukesaku)
Guidati dal vampiro Nukesaku, i superstiti del gruppo riescono finalmente ad arrivare nella stanza di Dio: al centro di essa vi è la bara del vampiro e i Joestar ordinano al viscido Nukesaku di aprirla. Il vampiro esegue, ma sorprendentemente è lui a ritrovarsi nella bara, sconvolgendo tutti i presenti: mentre il gruppo fugge via dalla stanza, Nukesaku viene fatto a pezzi da Dio per il tradimento involontario che ha commesso.
  • M-Ma...Cos'è stato?! (Senatore Wilson Phillips)
Mentre fa per salire nella sua automobile, il senatore americano Wilson Phillips viene preso in ostaggio da Dio, che lo usa come autista: inizialmente incredulo, il terrorizzato senatore viene costretto ad investire numerose persone sul marciapiede pur di passare. Mentre Dio usa il suo stand The World per affrontare Hierophant Green di Kakyoin, Phillips gli chiede sconvolto cosa stia succedendo: per tutta risposta il malvagio vampiro afferra il senatore e lo scaglia con ferocia contro la macchina dei suoi avversari per fermarli.
  • È un...Messaggio...Amici...Vi dono...I miei ultimi istanti di vita...Signor Joestar...Ne faccia tesoro...E lo dica...Agli altri... (Noriaki Kakyoin)
Utilizzando Hierophant Green , Kakyoin crea una trappola letale in grado di annientare Dio: per tutta risposta il vampiro utilizza il suo Stand The World, in grado di fermare il tempo, per superare la trappola e trafiggere mortalmente al petto il ragazzo giapponese. Mentre uno sconvolto Joseph affronta Dio, Kakyoin ripensa con rammarico alla sua famiglia e appare dispiaciuto per la sua fine: durante i suoi ragionamenti tuttavia riesce ad intuire improvvisamente il vero potere dello Stand del nemico. Mentre Dio si prepara ad eliminare Joseph, l'ultimo Emerald Splash di Hierophant Green distrugge l'orologio del campanile vicino a loro: conscio di aver lasciato ai compagni un prezioso indizio, Kakyoin può spirare in pace.
  • N-No...No! I-Io...Sono Dio...Non posso...Perdereee! (Dio Brando)
Utilizzando The World, Dio ferisce mortalmente Joseph con un coltello: prima di potergli dare il colpo di grazia tuttavia viene raggiunto da Jotaro, che ingaggia battaglia con lui. Grazie ai poteri di Star Platinum, a sua volta in grado di bloccare il tempo per pochi istanti, JoJo riesce a ferire mortalmente l'avversario: incapace di continuare lo scontro, Dio riesce a raggiungere Joseph potenziandosi col suo sangue. Mentre il vecchio esorta il nipote, Dio diventa capace di fermare il tempo per ben nove secondi e con quest'abilità si prepara ad annientare Jotaro: il ragazzo tuttavia ha calcolato tutto e blocca il tempo con Star Platinum al nono secondo, paralizzando l'avversario e ferendolo gravemente. Deciso a chiudere i conti una volta per tutte, Jotaro sfida Dio ad un duello di pura forza tra i loro Stand: il vampiro accetta, ma utilizzando il proprio sangue acceca subdolamente il giovane in modo da ottenere un vantaggio. The World tenta pertanto un calcio, ma il colpo è parato da un pugno di Star Platinum: dopo alcuni istanti di incertezza è lo Stand di uno sconvolto Dio a disintegrarsi, provocando una volta per tutte la morte del malvagio nemico della stirpe dei Joestar.

Diamond Is UnbreakableModifica

  • Queste notizie...Sento puzza di crimine. Temo che nella nostra tranquilla cittadina si annidi un serial killer della peggior specie. (Ryohei Higashikata)
Utilizzando il proprio Stand Crazy Diamond il giovane Josuke Higashikata riesce ad intrappolare Aqua Necklace appartenente al letale serial killer Anjuro "Angelo" Katagiri: avvisato Jotaro, giunto in città per catturare l'assassino, il ragazzo inizia a guardare la tv con suo nonno Ryohei mentre lo Stand nemico rimane intrappolato in una bottiglia. Osservando un servizio sulle morti recenti in città, Ryohei si dichiara pensieroso e teme la presenza di qualche misterioso serial killer in città: l'istante successivo Josuke va a salutare Jotaro dalla finestra, ma il viscido Angelo utilizza Aqua Necklace per trasformare la boccetta in cui è rinchiuso in una bottiglia di Cognac in modo da attirare in trappola Ryohei, che lo aveva arrestato anni prima. Rientrato nella stanza, Josuke trova il nonno sanguinante a terra e il beffardo Aqua Necklace davanti a lui: scacciato lo Stand con Crazy Diamond, Josuke prova a guarire il nonno, ma questi ormai è morto per la disperazione del ragazzo e il dispiacere di Jotaro.
  • Ma che accidenti fai, idiota?! Non è il momento di pensare ai tuoi ridicoli capelli! Fammi uscire immediatamente, o sparpaglierò il cervello del nanerottolo per tutta la città! Muoviti! (Anjuro "Angelo" Katagiri)
Approfittando della pioggia, Angelo attacca Josuke e Jotaro il giorno del funerale di Ryohei: pur in difficoltà il duo riesce ad intrappolare lo Stand in un guanto di plastica, rendendo inerme il serial killer. Per vendicare il nonno senza utilizzare la violenza, Josuke fonde parzialmente Angelo con un roccia: utilizzando Aqua Necklace il killer tuttavia prende in ostaggio un bambino. Per lo stupore di Jotaro Josuke non reagisce particolarmente alla situazione, ma si infuria quando Angelo fa una battuta sui suoi capelli: furibondo, il giovane attacca il killer con una rapidità tale da non fargli danneggiare il bambino, fondendolo permanentemente con la roccia con Crazy Diamond.
  • Okuyasu...Sei sempre stato...Un peso...Per me... (Keicho Nijimura)
Mentre passeggia col suo amico Koichi, Josuke viene attaccato dai fratelli Nijimura, possessori della freccia che crea portatori Stand: sconfitto il tonto Okuyasu e il suo The Hand il giovane si accorge che Koichi è stato portato in casa da Keicho. Entrato a sua volta, Josuke si scontro contro Bad Company, l'esercito Stand di Keicho: grazie all'intervento di Koichi, che sviluppa lo Stand Echoes, e di Okuyasu, passato dalla sua parte dopo che ha curato le sue ferite, Josuke riesce a trionfare. Resosi conto che i fratelli hanno agito per creare uno Stand in grado di uccidere loro padre, divenuto un mostro a causa del germoglio del suo ex padrone Dio, Josuke mostra come il padre li abbia ugualmente amati pur nel suo stato mostruoso: ciò porta ad una parziale riconciliazione della famiglia. L'idillio però è interrotto dall'arrivo di Red Hot Chili Pepper, Stand elettrico che ruba la freccia e si prepara ad uccidere Okuyasu: Keichi tuttavia si frappone tra i due e, definendo per l'ultima volta il fratello un peso, si fa trascinare via dal nemico lungo la presa di corrente, venendo lasciato fulminato sui cavi dell'alta tensione.
  • Josuke...! (Shigekiyo "Shigechi" Yangu)
Mentre passeggia per Morio Cho il serial killer Yoshikage Kira scambia accidentalmente il suo sacchetto di carta contenente una mano mozzata con il sacchetto del pranzo del giovane Shigekyo "Shigechi" Yangu: egli prova a recuperarla per non essere scoperto, ma non riesce e Shigechi scopre la mano. Non volendo che la sua attività venga scoperta, Kira attacca il ragazzino con il suo Stand Killer Queen, in grado di trasformare in bomba tutto ciò che tocca: pur ferito gravemente, Shigechi riesce a fuggire utilizzando il suo Stand Harvest, composto da tante piccole unità. Rientrato a scuola, il ragazzo trova gli amici Josuke e Okuyasu e si prepara ad avvertirli: purtroppo la porta che deve aprire è già stata toccata da Killer Queen ed egli esplode gridando il nome dell'amico. Egli riuscirà in punto di morte a consegnare un bottone di Kira a Josuke e Okuyasu tramite il suo Stand Harvest.
  • L-La mia mano! Ma cos'è successo?! (Proprietario della sartoria Centipede)
Dopo numerose ricerche, Jotaro e Koichi riescono a rintracciare la sartoria in cui è stato confezionato l'abito del misterioso serial killer: mentre parlano con il proprietario tuttavia l'abito viene misteriosamente rubato. Il proprietario dichiara di ricordarsi comunque a memoria il nome del proprietario, ma improvvisamente la sua mano viene fatta esplodere da Sheer Heart Attack, piccolo Stand satellite di Killer Queen: non riuscendo a vedere lo Stand il vecchio si chiede terrorizzato cosa stia succedendo poco prima che lo Stand gli entri in bocca facendolo esplodere dall'interno.
  • Ora...Lui...Ha il viso di... (Aya Tsuji)
Pur feriti gravemente, Jotaro e Koichi riescono a resistere contro Killer Queen, scoprendo il nome di Yoshikage Kira: vedendo sopraggiungere Josuke e Okuyasu, il serial killer decide di fuggire e, tagliandosi una mano, fa in modo che Sheer Heart Attack li possa attaccare senza dover tornare da lui. Utilizzando i poteri di Crazy Diamond, Josuke fa in modo che la mano tagliata si ricongiunga al corpo del padrone: il quartetto pertanto riesce ad arrivare al salone di bellezza Cinderella, di proprietà della portatrice di Stand Aya Tsuji. Una volta entrati, i ragazzi trovano l'estetista svenuta e un cadavere a cui Kira ha rubato il volto grazie ai poteri di Aya: rinvenuta, lqa donna prova a rivelare la nuova identità di Kira, ma prima di poterlo fare esplode davanti al gruppo, essendo stata trasformata in una bomba da Killer Queen.
  • Che diavolo vai cercando, mentecatto?! Vattene a casa tua! (Satoru Nakae)
Mentre si trovano in tram, i fidanzati Satoru Nakae e Minako Okura amoreggiano e sparlano di loro conoscenti: urtati dal riservato Kosaku Kawajiri, essi lo insultano brutalmente e scendono dal veicolo. Una volta rientrati nella loro casa, i due vengono inaspettatamente raggiunti da Kosaku: irritato, Satoru fa per affrontarlo ordinandogli di sparire ma viene immediatamente fatto esplodere dall'uomo, in realtà Kira sotto mentite spoglie.
  • A-Aiuto...L-La prego, non mi faccia del male...M-Mi perdoni... (Minako Okura)
Sconvolta per la morte del fidanzato Satoru, Minako chiede piangendo pietà a Kira: apparentemente calmo, il serial killer dichiara di aver origliato una conversazione tra lei e il suo ragazzo su dei nuovi orecchini e le "regala" le orecchie di un'altra donna. Ormai completamente terrorizzata, Minako chiede pietà al serial killer: per tutta risposta, Kira le prende la mano e la fa esplodere, conservando solo l'arto come ricordo.
  • Ormai sono finito, lo vuoi capire?! (Masazo Kinoto)
Mentre si trova in casa sua il mangaka Rohan Kishibe riceve la visita del perito dell'assicurazione Masazo Kinoto, venuto a controllare dei danni causati da un incendio: il fumettista nota tuttavia che l'uomo rifiuta di mostrare la propria schiena, nascondendola in ogni modo. Incuriosito, Rohan utilizza il suo Stand Heaven's Door per costringere il perito a voltarsi: terrorizzato, Masazo insulta l'atterrito fumettista mentre viene ucciso da Cheap Trick, Stand posizionato sulla sua schiena.
  • Nooo! Lasciatemi! Lasciatemi! Dove volete portarmi?! Eh?! (Cheap Trick)
Attaccatosi alla schiena di Rohan, Cheap Trick spiega che se mostrerà a qualcuno la schiena morirà: egli infatti è stato mandato dal fantasma di Yoshihiro Kira, padre di Yoshikage, per fermare le sue indagini sul serial killer. Provando a cercare Jotaro, Rohan attraversa tutta la città venendo insidiato dallo Stand e affrontando mille situazioni impervie: raggiunto da Koichi, egli apparentemente impazzisce e gli mostra la schiena. Soddisfatto, Cheap Trick si ritrova davanti inaspettatamente una massa di spettri che si avventano su di lui: ritornando freddo e razionale, Rohan spiega di essersi recato nella strada di Morioh in cui se ci si volta si viene trascinati nell'aldilà. Terrorizzato, Cheap Trick prova ad aggrapparsi a Rohan, ma utilizzando Heaven's Door il fumettista fa in modo che lo Stand finisca all'inferno.
  • I-Io...L'ho trovato...Finalmente...Yoshikage Kira è Kosaku Kawajiri! L'ha scoperto il mio Heaven's Door...D-Devo dirlo...A Koichi... (Rohan Kishibe)
Scoperto da Hayato, figlio di Kosaku Kawajiri, Kira si colpisce con la freccia, ottenendo il nuovo potere Another One Bites the Dust: grazie a questa abilità egli fa in modo che chiunque apprenda la verità da Hayato muoia, facendo poi ripartire il tempo dopo l'esplosione. Sconvolto e terrorizzato dalla situazione, Hayato prova a fuggire ma viene intercettato da Rohan, arrivato sulle tracce della famiglia Kawajiri dopo le sue indagini: utilizzando Heaven's Door, il fumettista legge la mente del bambino e apprende la verità su Kira. Improvvisamente tuttavia Bites the Dust si attiva e attacca Rohan facendogli esplodere la schiena: ferito gravemente, il fumettista prova a dirigersi ugualmente all'appuntamento che ha con Koichi e Jotaro ma viene nuovamente fatto esplodere sotto gli occhi di Hayato. Rohan tornerà in vita quando Bites the Dust riavvierà il tempo.
  • Jotaro Kujo:Ma quello...!
    Josuke Higashikata:Quello Stand...
    Okuyasu Nijimura:Il demonio che sta attaccato alla gola del moccioso...È lui! Non potrei mai dimenticarlo!
    Koichi Hirose:È Killer Queen!
Non volendo che Rohan venga ucciso da Bite the Dust, Hayato fa di tutto per non incontrarlo: con sua amara sorpresa tuttavia Bites the Dust fa ugualmente morire il fumettista, rendendo i suoi effetti irreversibili. Atterrito, Hayato fa per andarsene quando si imbatte in Jotaro, Josuke, Koichi e Okuyasu: insospettiti dall'assenza di Rohan i quattro iniziano a tempestare il ragazzino di domande. Non volendo che gli unici in grado di sconfiggere Kira muoiano Hayato sceglie di suicidarsi: purtroppo Bites the Dust lo salva in tempo e, avvistato dai quattro, li uccide rapidamente sotto lo sguardo disperato di Hayato. Jotaro, Josuke, Koichi e Okuyasu quando Bites the Dust riavvierà il tempo.
  • Oh, si! Che bello! (Vicino di Rio)
Grazie ad un astuto piano, Hayato fa in modo che Josuke e Okuyasu riescano a raggiungere indirettamente Kira, costringendo il serial killer a disattivare Bite the Dust per difendersi: pur preso alla sprovvista, Kira utilizza Killer Queen in combinazione con Stray Cat, pianta in grado di sparare bolle d'aria,per prendere il sopravvento, riuscendo a ferire mortalmente Okuyasu. Vista la situazione difficile, Josuke e Okuyasu si rifugiano in casa di una certa Rio: temendo lo scontro diretto con Crazy Diamond Kira si apposta fuori, ma viene allontanato da un vicino di casa di Rio che lo scambia per un guardone. Allontanato un possibile curioso, il vicino si prepara a rubare le mutande di Rio, rivelando di essere lui stesso un guardone: Kira però ha trasformato in bombe le mutande, facendo esplodere il maniaco in un istante.
  • Nooo! Fermati, figliolo! (Fantasma di Yoshihiro Kira)
Utilizzando Killer Queen, Kira trasforma le bolle d'aria di Stray Cat in bombe, inviandole in casa per sistemare Hayato e Josuke: ferito gravemente, quest'ultimo intuisce che l'avversario sta usando un trucco per trovarli senza entrare in casa. Notando che Kira sta telefonando, Josuke perquisisce Hayato e trova nella sua giacca la fotografia in cui vive Yoshihiro, che utilizzando un cellulare sta allertando il figlio dicendogli la posizione del duo: preso il telefono, Josuke parla con Kira fingendo di essere suo padre e fa in modo che colpisca la fotografia, facendo esplodere il terrorizzato Yoshihiro.
  • I-Il detonatore...Lo premo...Lo premo...Adesso...Premo...Il deton... (Yoshikage Kira)
Pur essendo feriti gravemente, Josuke e Kira scelgono di far combattere i loro due Stand corpo a corpo per il destino di Morioh: lo scontro tuttavia è impari e Crazy Diamond sovrasta Killer Queen. Utilizzando Stray Cat tuttavia il serial killer riesce a proteggersi con dei cuscinetti d'aria e attacca a tradimento Josuke: questi tuttavia è salvato dal redivivo Okuyasu, che spronato da una visione del fratello Keicho utilizza The Hand per catturare Stray Cat. Ormai sconfitto, Kira viene raggiunto da Koichi, Rohan e Jotaro e quest'ultimo utilizza Star Platinum per pestarlo: deciso a non perdere, il killer avvicina una donna che vuole salvarlo e si prepara ad attivare su di lei Bites the Dust. Prima di poterlo fare tuttavia Koichi utilizza i poteri di Echoes per appesantirlo e bloccarlo, permettendo a Jotaro di scagliarlo via con una raffica di pugni: ormai sconfitto, un balbettante Kira pensa alla prossima mossa da fare, ma in quel momento arriva un ambulanza che non notandolo lo investe in piena faccia inavvertitamente.
  • M-Ma...Dove mi...Stanno portando?! Aaah! (Fantasma di Yoshikage Kira)
Ritrovatosi in una strada isolata, Kira ride convincendosi di avere vinto: tuttavia egli viene avvicinato dal fantasma di Reimi Sugimoto, la sua prima vittima in assoluto, che gli fa ricordare il modo in cui è morto. Apparentemente incredulo, Kira si rende conto di essere nella strada in cui non bisogna voltarsi e cerca di far voltare Reimi, volendo compiere un ultimo atto di sadismo anche da fantasma: tuttavia Reimi si fa aiutare dal suo cane fantasma Arnold e, facendo voltare Kira, lo fa trascinare all'inferno dagli spiriti che infestano la strada, sistemandolo una volta per tutte.
  • Grazie...A tutti voi...E addio... (Fantasma di Reimi Sugimoto)
Una volta sistemato Kira, Reimi e Arnold vengono raggiunti da Josuke, Rohan, Jotaro, Koichi, Okuyasu e tutti i portatori di Stand della città: dopo aver ringraziato tutti, compreso il serio Rohan che per la prima volta arriva addirittura a commuoversi, ella sale al cielo salutandoli, libera finalmente di poter riposare in pace e consapevole del fatto che essi proteggeranno la sua amata Morioh Cho.

Vento AureoModifica

  • Adesso basta! Sei finito! (Luca Il Lacrimoso)
Mentre si trova all'aeroporto di Napoli per dei borseggi, il giovane Giorno Giovanna, figlio del defunto Dio Brando, viene avvicinato da camorrista Luca il Lacrimoso, facente parte dell'organizzazione Passione: questi vuole sapere perché Giorno ha iniziato a lavorare nella sua zona e pretende di ricevere una percentuale, ma il ragazzo rifiuta di ascoltarlo. Mentre Luca continua ad arrabbiarsi sempre di più, Giorno ritrova una rana che aveva fatto nascere grazie al suo potere Golden Experience dalla valigia di Koichi Hirose: presa una pala, Il Lacrimoso prova a colpirlo centrando la rana che teneva in mano. Dopo pochi secondi tuttavia Luca si ritrova col cranio frantumato dalla pala: grazie ai poteri di Golden Experience Giorno ha potuto riflettere l'attacco subito dalla rana su di lui. Finito in coma, Luca verrà in seguito fatto assassinare dai suoi capi.
  • C-Che strano...C-Cosa mi sta succedendo? N-Non riesco più a muovermi...C-Chiama qualcuno...U-Un dottore...Ti prego... (Bidello)
Reclutato dal membro di Passione Bruno Bucciarati, Giorno deve superare una prova per entrare nell'organizzazione: tenere acceso per un intero giorno l'accendino del caporegime Polpo, detenuto in prigione. Nonostante gli sforzi di Giorno, l'accendino si spegne quando viene inavvertitamente bagnato dal bidello della scuola del ragazzo: da esso esce fuori lo Stand di Polpo, Black Sabbath. Allontanato Giorno, Black Sabbath estrae dal bidello la sua stessa anima, lasciandolo paralizzato: prima che il ragazzo possa fare alcunché lo Stand tira fuori dalla propria bocca una delle frecce in grado di fornire poteri e trafigge il bidello alla testa, uccidendolo sul colpo.
  • ...Cos'è stato? (Polpo)
Grazie all'aiuto di Koichi, Giorno sconfigge Black Sabbath e riporta l'accendino a Polpo: pur essendo disgustato dai metodi del caporegime e dalla sua indifferenza verso i morti innocenti, Giorno può finalmente entrare dentro Passione. Una volta rimasto solo, Polpo inizia a mangiarsi una banana, ma inavvertitamente si spara in testa: Giorno infatti aveva trasformato con Golden Experience una pistola in una banana, volendo vendicare il bidello e uccidere Polpo.
  • C-Che stress...Fare la spesa...Non è stato...Tanto facile...Vero, Narancia? Ma d'ora in poi...Sarà sempre peggio...Per voi... (Formaggio)
Pur aspirando a rovesciarlo, Bucciarati e Giorno vengono incaricati insieme alla loro gang di un'importante missione: portargli sua figlia Trish viva e proteggerla da un gruppo di disertori. Inviato a fare la spesa, il giovane Narancia Ghirga si imbatte in uno dei traditori: si tratta di Formaggio, portatore dello Stand Little Feet in grado di rimpicciolire le persone. Pur venendo rimpicciolito, Narancia riesce a tornare alla sua statura naturale anche grazie al supporto del suo Stand, l'aeroplanino Aerosmith: Formaggio prova allora a fuggire, ma il giovane lo blocca bruciando la strada attorno a loro. Ritrovatisi faccia a faccia, i due avversari tentano un ultimo attacco per concludere il duello: il più veloce a colpire è Narancia e Formaggio viene crivellato da Aerosmith, morendo non prima di aver minacciato l'avversario e i suoi compagni.
  • Magnaccia:Le pistole sono pericolose...Potresti metterla via?
    Partner di Abbacchio: Ma che fai, Abbacchio?! Quello è armato!
In un flashback, il poliziotto Leone Abbacchio si reca in una palazzina per arrestare un protettore: questi tuttavia lo aveva corrotto in precedenza e pertanto Abbacchio sceglie di lasciarlo andare. In quel momento irrompe il partner di Abbacchio e il magnaccia ne approfitta per sparare contro i due: frapponendosi per salvare il compagno, il partner di Abbacchio viene colpito al petto, riuscendo a sua volta a colpire il criminale prima di morire.
  • Ci ero riuscito...Ho parato il colpo...Ho sacrificato una mano per uscire da guai...E invece... (Illuso)
Recatisi a Pompei per recuperare un mezzo di trasporto fornito dal boss, Giorno, il vice Leone Abbacchio e Fugo Pannacotta vengono attaccati al traditore Illuso: egli è il portatore di Man in The Mirror e trascina il trio in una dimensione di specchi completamente controllata da lui. Fattosi colpire nel mondo normale da Purple Haze, stand di Fugo in grado di trasmettere un pericolosissimo virus, Giorno riesce ad infettare l'avversario, che per salvarsi arriva a tagliarsi la mano contagiata per poi tornare nel mondo normale: il tutto però era una trappola di Giorno e Illuso si ritrova davanti Purple Haze, che colpendolo con un pugno gli trasmette completamente il virus che lo scioglie vivo in pochi istanti.
  • La gloria...È tua...! Fallo fuori...Ammazzalo, Pesci...Ti...Proteggo...Io... (Prosciutto)
Mentre si trovano su un treno nascosti nella tartaruga Coco Jambo, i membri della squadra subiscono l'attacco di The Greatful Death, stand del traditore Prosciutto in grado di far invecchiare velocemente le persone: gli unici in grado di affrontare lui e suo fratello Pesci, portatore della canna da pesca stand Beach Boys, sono Bucciarati e il tiratore scelto Guido Mista. Lo scontro si rivela arduo e il pistolero viene rapidamente sconfitto: Bucciarati tuttavia riesce a buttare giù dal treno Prosciutto finendo sul tetto della locomotiva. Riuscito a salvarsi grazie ai Sex Pistols di Mista e al suo stand Sticky Fingers, in grado di creare cerniere dal nulla, Bucciarati si rende conto che Prosciutto è riuscito a salvarsi seppur ferito gravemente, rimanendo bloccato tra le rotaie: il capo oltretutto subisce un ulteriore attacco da parte di Pesci, diventato più risoluto per il sacrificio del fratello. Fermato il treno, Bucciarati sfidain campo aperto Pesci, che nel frattempo ha trovato la tartaruga: consapevole di essere ormai in punto di morte, Prosciutto esorta il fratello e gli promette di proteggerlo con Grateful Death, salvo morire poco dopo per le ferite riportate.
  • Vi ho presi tutti! Così imparate, stronzetti! (Pesci)
Deciso a vendicare il fratello e a catturare Trish, Pesci sfida Bucciarati con Beach Boys: grazie anche al supporto dei Sex Pistols e alla propria tenacia tuttavia il capo riesce a sconfiggere l'avversario caricandolo direttamente. Ferito mortalmente alla gola, Pesci accetta di lasciare stare Trish, ma si appresta a distruggere la tartaruga con all'interno gli altri membri della gang: avendo previsto la mossa, Bucciarati utilizza Sticky Fingers per cospargere il corpo dell'avversario di cerniere, facendolo a pezzi in un istante.
  • Mi...Serve...Un...Testi...Mone... (Madre di Baby Face)
Mentre la banda di Bucciarati abbandona il treno, la rampolla di una ricca famiglia torna nel suo scompartimento, irritata per il ritardo del treno: una volta dentro tuttavia trova un misterioso individuo mascherato, che le preleva del sangue inserendolo in un computer e la tramortisce. Una volta rinvenuta, ella non trova nessuno e corre a protestare con il controllore, promettendo di denunciare la compagnia ferrovia: pochi istanti dopo tuttavia viene scomposta e trasformata in cubi da Baby Face, Stand che l'uomo misterioso, il traditore Melone, le ha impiantato in grembo per farlo nascerd.
  • B-Brucio...Vado a fuoco...Brucio! Ah! (Baby Face)
Mentre la gang cerca un mezzo di trasporto, Giorno si accorge dell'assenza di Bucciarati e Trish: essi sono stati trasformati in oggetto da Baby Face, che è arrivato con una motocicletta. Lo scontro è particolarmente arduo e Baby Face arriva ad un passo dalla vittoria strappandogli degli arti: essi tuttavia sono in realtà parti della moto trasformate da Giorno, che in questo modo può fare esplodere Baby Face con la benzina della moto.
  • L-Lo Stand di quel novellino...! Ha trasformato i resti di Baby Face in un...Ah! (Melone)
Accortosi della sconfitta di Baby Face, Melone scende dal treno in cui si ritrova e cerca una nuova madre da cui far nascere lo Stand: mentre lo fa parla al telefono con Ghiaccio, numero due del gruppo dei traditori. Sentito un rumore sospetto, Melone nota un serpente velonoso sotto al treno: prima di poter fare alcunché egli viene morso dal serpente, in realtà Baby Face trasformato dai poteri di Giorno.
  • Prego per la vostra incolumità dal profondo del cuore. Grazie al boss ho vissuto una vita sontuosa e ricca di soddisfazioni. Devo tutto a lui. Non rimarrà nessuna traccia. A ripulire ci penseranno i miei uomini. Loro sono all'oscuro di tutto... (Pericolo)
Utilizzando Moody Blues, Stand di Abbacchio in grado di ripercorrere ciò che ha fatto una persona in un determinato lasso di tempo, la squadra può ricevere un messaggio di uno dei capimafia, Pericolo: congratulandosi per i loro risultati, egli li esorta ad andare a Venezia dove troveranno un dischetto con la locazione del boss. Estratta una pistola, Pericolo dichiara di non poter lasciare tracce e rassicura il gruppo dicendo che i suoi sgherri puliranno tutto: l'istante successivo egli giura eterna lealtà a Passione e si spara in testa.
  • Cos'hai detto?! (Ghiaccio)
Mentre gli altri sono nascosti nella tartaruga Giorno e Mista proseguono in macchina alla volta di Venezia per prelevare il dischetto con le informazioni del boss: nel tragitto tuttavia vengono attaccati da Ghiaccio, che col suo Stand White Album può congelare qualsiasi superficie e rivestirsi inoltre di una speciale tuta. Finiti in acqua, Giorno rimane intrappolato costringendo Mista e i suoi Sex Pistols ad agire da soli: notando nella tuta dei fori di respirazione egli riesce a colpire l'avversario, neutralizzandolo momentaneamente. Messo in difficoltà, Ghiaccio viene spinto contro un palo dai proiettili di Mista, finendo per essere impalato ad un palo della luce: congelando il suo sangue tuttavia egli riesce ad evitare che il metallo vada in profondità e ferisce gravemente il pistolero. Sul punto di morire, Mista viene salvato da Giorno, finalmente riuscito ad uscire dall'acqua: ringraziato l'amico per il grande sforzo compiuto, Giorno pesta l'inerme Ghiaccio con Golden Experience, spingendo in profondità il palo della luce e impalando l'avversario definitivamente.
  • Primo spacciatore:Un ragazzino? Che ci facevi sotto il letto?! Sta attento con quell'arnese! Mollalo!
    Secondo spacciatore: È soltanto un moccioso! Strappagli il coltello!
In un flashback, il padre di Bruno Bucciarati si reca come suo solito a portare in giro turisti: a sua insaputa tuttavia i suoi due clienti sono spacciatori di droga. Una volta notati, il signor Bucciarati promette di denunciarli, venendo aggredito: pochi giorni dopo egli finisce in coma permanente in ospedale. Una notte, i due spacciatori entrano nella stanza dell'uomo per ucciderlo ed evitare che parli nella remota possibilità che si risvegli: inaspettatamente tuttavia i due trovano il piccolo Bruno Bucciarati, che per salvare il padre arriva a pugnalare a sangue freddo i due.
  • Prova...A prevedere cosa farò adesso...Boss! Come mi comporterò nei prossimi secondi? Dà un'occhiata a cosa succederà dopo...Vedrai me e Trish già di sopra! Che sorpresa, eh? (Bruno Bucciarati)
Portata Trish in un palazzo di piazza San Giorgio Maggiore, luogo di ritrovo del boss, Bruno scopre l'amara verità: il suo capo si è fatto portare la figlia non per proteggerla, ma per ucciderla in modo che nessuno possa usarla per arrivare a lui. Furibondo per quest'ultima slealtà, Bruno dichiara apertamente guerra al boss e, avvertito Giorno per telefono, corre a salvare Trish: il boss tuttavia lo mette in difficoltà col suo Stand King Crimson, in grado di cancellare frammenti di tempo facendolo saltare. Utilizzando il potere, il boss riesce a trafiggere mortalmente alla schiena Bucciarati: prima di poter uccidere Trish tuttavia il misterioso capo viene risucchiato da una tartaruga simile a Coco Jumbo, creata da Golden Experience per salvare il duo. Mentre King Crimson prova liberarsi, Bruno riesce ad uscire dal palazzo con Trish raggiungendo Giorno: sfortunatamente, egli crolla a terra, ucciso dalla ferita provocata da King Crimson. Pochi istanti dopo Giorno riuscirà a legare la sua anima al suo corpo morto grazie ai poteri di Golden Experience.
  • Squalo...Non è andata...Proprio secondo i piani...Ma il risultato finale non cambia...La vittoria...Rimane nostra...Giusto? (Tiziano)
Con l'eccezione di Fugo, il gruppo sceglie di seguire Giorno e Bruno nella loro ribellione: ritiratisi in un bar a riflettere sul da farsi, Narancia subisce un'attacco dallo stand acquatico Clash, in grado di nuotare in qualsiasi liquido. Prima di poter spiegare la situazione, il giovane si accorge di essere costretto a dire il contrario di quello che pensa: egli è infatti tenuto sotto controllo da Talking Head, stand del sicario Tiziano che insieme al partner Squalo è stato incaricato dal boss di sistemarli. Non riuscendo a spiegarsi correttamente, Narancia rischia di attirare gli amici in trappola con Clash: Giorno sopraggiunge per aiutarlo, ma viene catturato e ferito gravemente. Deciso a salvare l'amico, Narancia riesce a ferire Squalo e, utilizzando Aerosmith, lo individua insieme a Tiziano: utilizzando il proprio stand il giovane crivella di colpi Squalo per liberare Giorno, ma Tiziano si frappone venendo crivellato, spirando dopo aver esortato il compagno a combattere.
  • Che spirito indomito...Nonostante siano traditori...E siano destinati ad essere eliminati dal boss...Qual è...L'ideale che li spinge...Che gli dà la forza?(Squalo)
Furente per la morte di Tiziano, Squalo giura di uccidere Narancia non più per l'onore del boss ma per vendicare il compagno: utilizzando il suo stesso sangue egli riesce ad usare Clash per mordere alla gola Narancia. Pur ferito, il giovane giura che combatterà sempre per lealtà verso Bucciarati e, rimosso Clash, crivella di colpi il sicario: stupefatto per la forza di volontà e la lealtà dimostrata dall'avversario, Squalo spira dopo essersi complimentato con lui.
  • Ma certo! Ah ah ah ah ah ah ah ah! Questa è la mia mano! Ma quando mi è stata tranciata?! Io non capi... (Indovino)
Giunto in Sardegna sulle tracce della gang, il giovane e ingenuo Aceto Doppio, misterioso braccio destro del boss, si ferma presso un indovino per farsi leggere la mano: questi tuttavia inizia a fare domande scomode e intuisce la verità su chi ha davanti. In quella tuttavia viene minacciato brutalmente da Doppio, che cambia completamente di aspetto: egli infatti non è altro che una personalità alternativa del boss. Mentre prova a leggergli ugualmente la mano, egli ride rendendosi in conto che la mano che sta reggendo è la sua: dopo avergli strappato il braccio infatti il boss soppianta la personalità di Doppio e uccide l'indovino usando King Crimson.
  • Stavolta...Sarò io a sfruttare Aerosmith! Beccati questa! (Risotto Nero)
Mentre cerca di individuare la squadra di Bucciarati, Doppio viene avvicinato dal capo nonché unico superstite dei traditori, Risotto Nero: questi intuisce che lui sta nascondendo qualcosa e decide di attaccarlo col su Stand Metallica, in grado di attrarre il ferro nel sangue. Pur utilizzando il potere Epitaph di King Crimson, in grado di prevedere il futuro per breve tempo e pur seguendo le istruzioni del boss, che gli "telefona" parlandogli tramite gli oggetti più disparati, Doppio è in estremo svantaggio: come ultima mossa egli prova a lanciare un coltello contro l'avversario sfruttandone il magnetismo, ma manca la mira e viene sconfitto. Pronto ad ucciderlo, Risotto viene inaspettatamente crivellato alla schiena da Aerosmith: Doppio infatti aveva lanciato appositamente il coltello nella direzione di Bucciarati e co per attirare la loro attenzione. Accortosi che la personalità del boss ha sostituito quella di Doppio, Risotto tenta il tutto per tutto afferrando l'avversario e cercando di farsi crivellare insieme a lui: riconoscendo il suo valore, il boss utilizza King Crimson per scampare all'attacco, lasciando che Aerosmith crivelli di colpi Risotto.
  • M-ma tu...Ma certo! Tu sei il collega che venne ucciso perché io mi lasciai corrompere! (Leone Abbacchio)
Mentre Bucciarati e Narancia vanno alla ricerca del loro misterioso aggressore, Abbacchio utilizza Moody Blues per individuare il volto del boss, che anni prima era stato in quei luoghi con la madre di Trsih: visti dei ragazzini che giocando a calcio lanciano la palla su un albero, egli si distrae un attimo per aiutarli con la palla. Pronto per tornare nella sua pozisione, Abbacchio viene inaspettatamente trafitto al petto da King Crimson: il boss infatti si è nascosto tra i bambini che giocavano a calcio per ucciderlo. Trovandosi in un bar con un poliziotto, Abbacchio elogia il suo lavoro e ripensa con rammarico al fallimento della sua vita che lo ha portato a diventare un criminale: il poliziotto tuttavia lo elogia per la sua moralità e per aver scelto di schierarsi per la giusta causa di Bucciarati. Sentendolo parlare, Abbacchio si rende conto che egli è in realtà il suo vecchio partner morto tanti anni prima e si rende conto di essere ormai andato anche lui: in quel momento infatti l'inconscio Abbacchio spira tra le braccia dei compagni, venuti per aiutarlo.
  • Dannato bastard...! (Cioccolato)
Grazie all'ultimo sforzo di Moody Blues, i superstiti del gruppo riescono ad ottenere un'identikit del boss: caricatolo su internet, Bucciarati viene contattato da un misterioso informatore che li incarica di raggiungerlo a Roma. Recatisi nella capitale, i ragazzi subiscono l'attacco degli ultimi due sicari del boss: mentre Bruno affronta Secco, portatore della tuta Stand Oasis, Giorno e Guido affrontano lo psicopatico ex medico Cioccolato, che col suo Stand Green Day fa ammuffite numerosi cittadini seminando il panico a Roma. Riuscito a salire sull'elicottero in cui si trova l'avversario, Giorno riesce a sconfiggerlo grazie all'aiuto dei Sex Pistols, finendo per impalarlo su un palo: Mista suggerisce prudenza, ma Giorno si avvicina per vedere se l'avversario è veramente vivo o morto. Cioccolato ne approfitta per provare ad attaccarlo a tradimento, ma Giorno riesce a schivare il suo attacco: profondamente disgustato dalla malvagità e dal sadismo dell'uomo, il giovane procede a pestarlo ripetutamente e brutalmente con Golden Experience, finendolo lanciando in un camion della spazzatura.
  • Devo disattivarlo! Argh! (Secco)
Utilizzando Oasis, Secco trasforma il pavimento in un liquido e vi trascina dentro Bucciarati per soffocarlo: avendo il corpo morto tuttavia Bruno non soffoca e, non sentendo o vedendo ormai più niente, utilizza Sticky Fingers per far scoppiare uno pneumatico assordando il nemico. Messo alle strette, Secco prende in ostaggio un giovane, che altri non è che Doppio: utilizzando Sticky Fingers Bruno attraversa il corpo del giovane e apre una cerniera nella gola dell'avversario, tagliandogla e facendo finire il terrorizzato secco in un camion della spazzatura.
  • Questa è una scommessa...Una scommessa che avrà, se non altro, lo scopo di non lasciare la freccia nelle mani di Diavolo...La Freccia è la speranza...Non volevo mostrarglielo, però...Non potendo più combattere, non ho nemmeno la possibilità di controllarne appieno il potere...La persona che riuscirà a controllare questa Freccia...Potrà dominare il mondo intero... (Jean Pierre Polnareff)
Ormai completamente cieco e in grado di interagire con gli altri solo osservando la loro anima, Bucciarati raggiunge nel colosseo il misterioso informatore: questi non è altri che Jean Pierre Polnareff, che venne sconfitto dal boss tanti anni prima riuscendo però a rubargli una freccia. A loro insaputa tuttavia l'accompagnatore di Bucciarati non è Trish bensì il boss, suo padre Diavolo: pur utilizzando una strategia per individuare King Crimson e difendendosi con Silver Chariot il francese è troppo debole per le ferite precedenti e viene presto impalato da King Crimson. Con le sue ultime forze tuttavia il francese fa in modo che Silver Chariot si trafigga alla testa con la freccia: mentre Diavolo cerca di recuperare la freccia, Polnareff ripensa per un'ultima volta agli amici con cui aveva conseguito il viaggio in Egitto poco prima di spirare.
  • È fatta... (Narancia Ghirga)
Evolutosi in Silver Chariot Requiem, lo Stand del defunto Polnareff si prefigge lo scopo di proteggere la freccia ad ogni costo: per fare ciò scambia le anime dei presenti, scambiandoli di corpo. Poiché Bucciarati è finito nel corpo di Diavolo, il gruppo intuisce che questi è finito nel corpo di Bucciarati: su esortazione del suo capo e di Giorno, Mista crivella di colpi il corpo di Bucciarati. Il gruppo esulta, ma improvvisamente si accorgono che King Crimson ha nuovamente utilizzato il suo potere di saltare il tempo: in quel momento Giorno si accorge dell'assenza di Narancia, finito nel suo corpo, e voltando un angolo lo trova crudelmente impalato, ucciso dal boss come rappresaglia.
  • Mi sento così solo...Capo...Mi telefoni...Come sempre...Aspetto...La sua...Telefonata... (Aceto Doppio)
Dopo la morte di Narancia, il fantasma di Polnareff finito dentro Coco Jumbo intuisce quello che è successo: essendo Diavolo e Doppio due personalità diverse, essi sono finiti in corpi differenti. Mentre il gruppo parte all'inseguimento di Chariot Requiem, Doppio agonizza nel corpo di Bucciarati, crivellato da Mista: complimentandosi con il boss per essersi nascosto nel corpo di un membro del gruppo, Doppio cerca invano di "telefonargli" nuovamente, ma muore prima di riuscirci.
  • Non temere, Giorno...Tutto è semplicemente di nuovo...Come doveva essere. Siamo solo tornati all'inizio... (Spirito di Bruno Bucciarati)
Intuendo che Diavolo si nasconde nel corpo di uno di loro, Giorno inizia ad indagare per stanarlo: alla fine si scopre che egli è finito nel corpo di Mista insieme all'anima di Trish. Distanziatosi dai ragazzi grazie a King Crimson, Diavolo intuisce che per funzionare Chariot Requiem agisce su una sfera luminosa che si trova dietro ad ogni anima: danneggiando la propria, egli indebolisce lo Stand e riesce a recuperare la freccia. Pronto a pungersi per rendere il proprio Stand invincibile, Diavolo ritorna improvvisamente nel suo corpo: Bucciarati infatti si è sacrificato e ha distrutto la propria sfera luminosa, anichilendo Chariot Requiem e facendo tornare tutti nei rispettivi corpi. Essendo il suo corpo morto, il capo inizia ad ascendere al cielo: rincuorando Giorno e spronandolo a sconfiggere Diavolo, Bruno spira in pace sotto lo sguardo commosso dell'amico.
  • L-La mia previsione...È la realtà assoluta che sta per compiersi! Il mio invincibile King Crimson si sta avvicinando alla vittoria! (Diavolo)
Grazie al sacrificio di Bruno, Giorno entra in possesso della freccia e trasforma il suo Stand in Golden Experience Requiem: non vedendo risultati, Diavolo congela il tempo con King Crimson e si prepara ad uccidere il giovane. Inaspettatamente però il tempo si riavvolge attorno ad uno sconcertato Diavolo: come rivela lo stesso Golden Experience Requiem, Giorno ha ottenuto il potere di annullare le azioni dei suoi avversari. Non fidandosi, il boss attacca ugualmente Giorno, ma la sua azione viene annullata: stupefatto, Diavolo non può nulla per impedire che Giorno lo massacri di pugni con Golden Experience Requiem. Il boss tornerà in vita poco dopo grazie ai poteri di Golden Experience Requiem.
  • Questo dolore...In un posto simile...! I-Io sono Diavolo! Un tipo del genere non può...Uh! Sto perdendo conoscenza! (Diavolo)
Finito nel Tevere, Diavolo riesce a raggiungere fortuitamente un sottopassaggio: stupito per essere apparentemente riuscito sopravvivere alla furia mortale di Giorno, il boss giura vendetta e prepara la sua contromossa. In quel momento tuttavia viene avvicinato da un drogato, che essendosi convinto che il boss voglia rubargli la giocca si avvicina minacciosamente con un coltello: non riuscendo inaspettatamente ad attivare King Crimson, Diavolo viene ripetutamente pugnalato dal drogato. Il boss tornerà in vita poco dopo grazie ai poteri di Golden Experience Requiem.
  • Non riesco a muovermi...L-Le mie dita...Il mio corpo! Ma che razza di...? (Diavolo)
Sconcertato per l'esperienza subita, Diavolo si risveglia in quello che sembra essere un ospedale: in quel momento entra una dottoressa, che dichiara di dover eseguire un'autopsia su di lui. Terrorizzato, il boss prova a parlarle ma si rende conto di non potersi muovere: l'istante successivo la dottoressa gli esporta il cuore per constatare lo stato del decesso, uccidendo un terrorizzato Diavolo. Il boss tornerà in vita poco dopo grazie ai poteri di Golden Experience Requiem.
  • Ma che accidenti sta succedendo?! Continua ad esserci qualcosa di strano...Questi modi assurdi di...Possibile che sia colpa...Di quel dannato Gold Experience Requiem?! (Diavolo)
Ritrovatosi in una strada, Diavolo arriva finalmente alla verità: Giorno ha di fatto annullato la sua morte e quindi lo ha condannato ad un loop di morti continue per l'eternità. Sconcertato, egli cammina all'indietro ma inciampa e finisce in strada: disperato per quella che reputa una morte assurda, Diavolo viene investito da un auto. Il boss tornerà in vita poco dopo grazie ai poteri di Golden Experience Requiem, costretto a vivere per sempre in un loop continuo di morte e sofferenza.

Universo AlternativoModifica

Steel Ball RunModifica

  • Ehi, Pà...Io...Ho molto freddo...Ho la vista annebbiata e tanto freddo...Non pensi che sia grave? (André Boom Boom)
Mentre proseguono nel deserto per la corsa di cavalli Steel Ball Run, il fantino tetraplegico Johnny Joestar e il misterioso napoletano J.Lo Zeppeli si imbattono nel giovane concorrente André Boom Boom, che chiede aiuto per il morso velenoso di una lucertola: i due non gli prestano attenzione, ma improvvisamente vedono il giovane svenire. Su sollecitazione di Johnny J.Lo si avvicina per curarlo, ma il giovane inaspettatamente lo colpisce col suo coltello: in quella arrivano suo padre Benjamin e suo fratello L.A, decisi ad uccidere il duo per intascare una taglia sulla testa di J.Lo. Nello scontro che segue, J.Lo riesce a ferire André con una delle sue sfere di ferro, ma subito si trova in grande difficoltà: ogni membro della famiglia infatti ha uno Stand in grado di rendere metalliche le persone con cui entrano in contatto diretto. Pur di infettare anche Johnny, il viscido Benjamin arriva addirittura a sparare in pieno petto ad André, facendo in modo che il suo sangue schizzi sul giovane Joestar: martoriato dalle ferite, André sviene morendo presumibilmente per le ferite riportate.
  • Fatti più indietro, L.A.! Non devi mai distrarti fino alla fine! Devi sempre fare attenzione agli sforzi inutili che fanno in punto di morte! (Benjamin Boom Boom)
Fingendosi Johnny, Benjamin Boom Boom riesce ad attirare in trappola il texas ranger Mountain Tim, sulle loro tracce per gli omicidi di alcuni concorrenti: magnetizzato come Johnny e J.Lo, Tim riesce comunque ad allontanarsi grazie al suo Stand Oh! Lonesome Me, un lazo su cui può sparpagliare le parti del proprio corpo. Aiutato da L.A, Benjamin riesce comunque ad avvicinare il trio, portandoli vicini alla morte: Johnny prova a fregarlo attirando L.A. allo scoperto, ma il patriarca è previdente e suggerisce al figlio di non cascare nel trucco. Al culmine della disperazione, Johnny attiva improvvisamente il suo Stand Tusk, in grado di lanciare le sue unghie attraverso la rotazione utilizzata da J.Lo: Benjamin prova ad attaccarlo ma prima di poter fare alcunché viene fatto a pezzi da Tusk.
  • Papaaà! Fratellone Andreeé! (L.A. Boom Boom)
Liberatisi dopo la morte di Benjamin, Johnny, J.Lo e Mountain Tim se ne vanno dalla zona: ferito gravemente al piede, L.A maledice il trio per poi piangere i suoi famigliari. Non avendo più cibo né acqua e non apparendo più nell'opera, è fortemente implicito che L.A. sia morto nel deserto.
  • Ehi, tu! Sei impazzito? (Prigioniero napoletano)
In un flashback, J.Lo svolge il compito per cui gli Zeppelli sono rispettati da tempo a Napoli, ovvero il boia: uno dei condannati tuttavia prende in ostaggio una guardia, chiedendo di essere liberato. Mentre le altre guardie sono interdette, J.Lo si avvicina con fare sicuro al prigioniero: stupefatto, il criminale gli chiede cos'abbia intenzione di fare, ma per tutta risposta J.Lo gli tira contro una sfera di ferro centrandolo in pieno petto prima che possa fare alcunché.
  • Ma che roba è? Non sono vespe...Stanno ruotando! (Oyecomova)
Fermatisi ad un emporio per riposarsi, Johnny, J.Lo e Mountain Tim vengono attaccati da un misterioso avversario che ferisce gravemente il Texas Ranger con uno Stand esplosivo: l'avversario si rivela essere Oyecomova, un terrorista napoletano deciso a vendicarsi di J.Lo per un torto subito in passato. Inseguendo i due, egli riesce a metterli in difficoltà col suo potere di trasformare ogni cosa in spolette esplosive: collaborando insieme però Johnny e J.Lo riescono a colpirlo prima con Tusk e poi in piena faccia con le sfere di ferro, riuscendo a sconfiggerlo.
  • Non essere triste! I peccati sono solo miei, tu non hai alcuna colpa...Però, Diego, anche il più irrequieto cavallo di questa fattoria ascolta quello che gli dici quando ti avvicini e mangia dalle tue mani. Quando sarai più grande, prova a montare in sella...Questo è il tuo talento naturale! (Madre di Diego Brando)
In un flashback viene narrata la storia del concorrente Diego "Dio" Brando: abbandonato da bambino dai genitori, la madre alla fine si pentì e scelse di crescerlo ugualmente, lavorando in una fattoria. Per via del duro lavoro e delle rinunce fatte per il figlio la madre finì per ammalarsi gravemente: in punto di morte, ella spronó il figlio, ormai divenuto freddo e spietato per la dura vita che aveva subito, a non odiare il mondo e a diventare un grande fantino professionista.
  • Cosa state facendo, dinosauri?! Ammazzateli subito! Ammazzateli tutti insieme! Fateli a pezzi! Oh... (Dottor Ferdinando)
Scoperto che i poteri Stand sono forniti dai resti di un santo sparsi lungo il tragitto della corsa, Johnny e J.Lo si recano in un villaggio in cui sono custoditi gli occhi del santo: qui i due si imbattono in Diego Brando, loro acerrimo rivale. Improvvisamente durante la notte i due vengono attaccati da Diego e dagli abitanti del villaggio, trasformati in dinosauri dallo Stand Crazy Monsters: esso è proprietà del mellifluo Dr Ferdinando, inviato dal presidente Funny Valentine per recuperare i resti. Anche J.Lo viene trasformato e si prepara ad uccidere Johnny per recuperare il braccio in suo possesso: trasformatosi in dinosauro, Johnny riesce a fare in modo che J.Lo entri in possesso dell'occhio. Grazie alle nuove abilità ottenute, J.Lo riesce a sconfiggere facilmente i dinosauri: tornati normali, alcuni puma attaccano e divorano un terrorizzato Ferdinand.
  • Anf, anf! Bastardo, come hai osato? (Gaucho)
Mentre proseguono passando per un bosco, Johnny, J.Lo e la concorrente Hot Pants si accorgono di non poter uscire da una piccola radura: questo fenomeno è causato dai poteri stand del calmo pistolero Ringo Roadagain, in grado di riavvolgere il tempo per sei secondi. Affermando di essere stato inviato dal presidente Valentine, il pistolero dichiara che per andarsene dovranno ucciderlo: in quella sopraggiunge il quinto classificato della gara, il messicano Gaucho, che non volendo rimanere intrappolato sfida Ringo a duello. Per nulla preoccupato, il pistolero accetta la sfida e, pur venendo ferito alla spalla, riesce a colpire il messicano al petto: ormai morente, Gaucho insulta Ringo poco prima di venire finito con un colpo alla testa sotto gli occhi di Johnny, J.Lo e Hot Pants.
  • Benvenuto...Nel mondo degli uomini... (Ringo Roadagain)
Dopo aver seppellito Gaucho Ringo subisce l'attacco di Hot Pants e di Johnny, decisi ad uscire dalla pericolosa situazione: utilizzando il proprio Stand il pistolero li sconfigge facilmente, denigrando J.Lo per non essere intervenuto e per non avere la grinta "dei veri uomini" per affrontarlo. Pur titubante, il giovane napoletano è comunque deciso ad aiutare i compagni e pertanto entro in casa per affrontare Ringo: dopo alcuni istanti di tensione i due si attaccano ferendosi vicendevolmente. Utilizzando il proprio Stand il pistolero riavvolge il tempo, ma viene ugualmente ferito: J.Lo infatti aveva preparato un attacco prima di entrare, in modo da ferire ugualmente l'avversario. Ormai sconfitto, Ringo invita J.Lo a dargli il colpo di grazia con le sfere di ferro, cosa che il giovane esegue provando ormai rispetto per lo storico avversario: fatti i complimenti a J.Lo per essere diventato finalmente un uomo grazie all'esperienza, Ringo si accascia a terra spirando in pace.
  • Non mi sono mai aspettato di morire su un letto...Io sono un cowboy! Volevo solo un luogo dove tornare...Un luogo dove tornare dopo essere partito per un viaggio... (Mountain Tim)
Trovando un piccione viaggiatore di Ringo Roadagain, la giovane Lucy Steel, moglie dell'organizzatore della corsa Stephen, capisce la verità sul presidente Valentine: accortosi che qualcuno ha già letto il messaggio inviato dal piccione, Valentine invia il suo sicario Blackmore a rintracciare la spia. Non riuscendo a scappare dalla villa del presidente, Lucy viene salvata da Mountain Tim, segretamente innamorato di lei: dopo averla nascosta egli affronta Blackmore, ma viene sconfitto dal suo Stand Catch the Rainbow, in grado di solidificare e manipolare la pioggia. Reputando inutile la sua morte, Blackmore invita il Texas ranger a rivelare l'identità e il nascondiglio della spia: deciso a non tradire Lucy, Mountain Tim rifiuta di parlare venendo giustiziato dal sicario con un colpo alla testa.
  • Il genere umano ha una missione che trascende la misera vita materiale! È una missione grandiosa! Siate maledetti tutti quanti! Per voi non c'è futuro! (Blackmore)
Crivellato di colpi da Lucy, Blackmore riesce a scamparla solidificando le gocce di pioggia per coprire le sue ferite: in stato confusionale, egli ha un'allucinazione di Gesù Cristo. Capendo che è proprio il Cristo il misterioso santo di cui tutti cercano i resti, Blackmore sceglie di credere fermamente nella causa del presidente Valentine: pertanto egli raggiunge Lucy nel punto in cui Mountain Tim le aveva detto di incontrarsi con Johnny e J.Lo, attaccandoli tutti e tre. Utilizzando l'energia cinetica delle sue sfere, J.Lo riesce a sciogliere le gocce di pioggia che coprivano le ferite di Blackmore: sconvolto per il fallimento, il sicario maledice i tre prima di crollare a terra per le ferite riportate.
  • Aiutatemi, vi supplico! (Dot Han)
Mentre proseguono nella corsa e nella caccia ai resti Johnny e J.Lo subiscono un nuovo attacco di Diego Brando, questa volta pagato da Valentine per fermarli: a complicare le cose Dio è supportato da un misterioso compagno, dotato di uno Stand in grado di creare bombe con i suoni. Mentre cercano riparo in una casa i due amici vedono arrivare di corsa il concorrente mongolo Dot Han e sospettano di lui come collega di Diego: il mongolo tuttavia è solo un'altra vittima e, schiantatosi contro la casa, esplode insieme ad essa ferendo gravemente Johnny e J.Lo.
  • Granelli di sabbia nel deserto...Non ho nemmeno un rimpianto...Nemmeno uno...Ecco, la mia unica preoccupazione è mia sorella, rimasta sola...L'ho lasciata al villaggio e sono venuto qui...Voglio che sia felice! La mia unica preghiera... (Soundman)
Dopo che J.Lo viene ferito gravemente Johnny prova a chiedere aiuto al nativo americano Sandman: questi tuttavia si rivela essere il vero compagno di Diego, tanto che il suo vero nome è Soundman, e dopo aver ferito il giapponese Norisuke Higashikata si prepara ad uccidere Johnny per ottenere una ricompensa dal governo da dare al suo popolo. Sull'orlo della disperazione, Johnny riesce a far evolvere Tusk portandolo all'Act 2: ora ha sviluppato l'abilità di poter spostare i buchi che crea per le superfici. Dopo un feroce scontro, Johnny riesce a spostare una ferita mortale sulla gola di Soundman: privo di rimpianti, il nativo ripensa alla sorella e le augura una vita felice prima di accasciarsi a terra morto.
  • Di cosa vi impicciate, voi?! (Membro degli Undici Uomini)
Presi altri artefatti dalla Sugar Mountain, uno Stand che dona gli oggetti richiesti intrappolando però chi non si liberi di ciò che ottiene entro sera, Johnny e J.Lo si recano in un casinò per spendere il denaro ottenuto: nonostante i tentativi tuttavia i due non riescono a liberarsene e si ritrovano sempre con più denaro. Oltretutto i due vengono attaccati dagli Undici Uomini, un gruppo di spietati sicari inviati da Valentine: essi posseggono inoltre lo Stand Tatoo Man, in grado di farli interagire tra loro e teletrasportarsi nei corpi degli altri. Lo scontro è feroce e i due si ritrovano presto senza munizioni: proprio quando gli ultimi due superstiti si preparano ad ucciderli alcuni avventori della locanda li fucilano senza pietà, essendo stati pagati da J.Lo col denaro vinto.
  • Stronza...Di una...Lucy... (Scarlett Valentine)
Alleatasi con Hot Pants, in realtà un ex suora inviata dal Vaticano per recuperare i resti, Lucy cerca di infiltrarsi nella villa presidenziale: per farlo ella cerca di sedurre Scarlett Valentine, moglie bisessuale del presidente. Dopo aver addormentato Scarlett con del sonnifero, Lucy utilizza su di sé Cream Starter, Stand di Hot Pants in grado di manipolare la carne e camuffare i volti, e mascherandosi da First Lady entra nella camera da letto di Valentine: qui ella scopre che il cuore del santo è impiantato nel corpo del presidente in persona. Prima di poter fare altro tuttavia Lucy viene attaccata da Tubular Bells, Stand dell'agente del governo Mike O: esso è composto da palloncini a forma di cane ripieni di chiodi che le danno la caccia basandosi sul suo odore e cercano di entrare nel suo corpo. A complicare le cose interviene la stessa Scarlett, che trascina Lucy in bagno per ucciderla: utilizzando Cream Starter tuttavia la giovane applica il proprio odore sulla First Lady, facendo in modo che Tubular Bells rintracci lei uccidendola cob un esplosione di chiodi.
  • Nessuna tortura per te! Ti giustizierò qui e ora! (Mike O.)
In panico per la morte di Scarlett, Lucy viene raggiunta da Hot Pants: prima che le due donne possano elaborare un piano tuttavia vengono raggiunte da Mike O. in persona, insospettitosi per l'attivazione del proprio Stand. Deciso a vendicare la morte della First Lady, l'agente del governo imposta il suo Stand sull'odore di Hot Pants e si prepara ad ucciderla: a sorpresa tuttavia Tubular Bells attacca lui ed entra nel suo corpo. Dopo avergli spiegato di aver impresso su di lui il proprio odore con Cream Starter, Hot Pants invita O. a non fare niente se tiene alla vita: non ascoltandola, l'agente prova comunque a continuare l'attacco venendo immediatamente ucciso dall'esplosione di chiodi provocata da Tubular Bells.
  • No! La sfera di ferro, ovviamente! La sfera di ferro che ci è stata tramandata dai nostri antenati! Questo è il nostro stile di combattimento! (Cognato di Uecapipo)
In un flashback, il capo delle guardie del regno di Napoli Uecapipo fa una scoperta sconcertante: la sorella, sposata con un nobile, viene regolarmente picchiata dal marito. Essendo entrambi utilizzatori di sfere di ferro, Uecapipo e il cognato si devono sfidare a duello: lo scontro tuttavia termina brevemente in quanto Uecapipo centra il cognato al petto.
  • Sorellina!(Fratello di Hot Pants)
Attirati da Hot Pants, Johnny e J.Lo entrano in una strana chiesa abbandonata: il tutto è però una trappola del sicario Axel RO, che col suo Stand Civil War li attacca col senso di colpa derivato da tutto ciò che hanno abbandonato nella loro vita. Chiedendo scusa ai due, Hot Pants viene attaccata dal suo fratellino: in un flashback si apprende infatti che da bambini i due vennero attaccati da un orso e che, per salvarsi, Hot Pants fu costretta a gettare il fratellino in pasto all'animale.
  • Pre...Presidente... (Axel RO)
Deciso a salvare Hot Pants e J.Lo, Johnny uccide Axel RO dopo un duro scontro: il sicario tuttavia ritorna in vita grazie agli effetti di Civil War, rivelando che ora tutti i peccati e i rimorsi che lo perseguitavano sono passati a Johnny. Ormai in una situazione disperata Johnny riesce a far evolvere il suo Stand in Tusk Act 3, in grado di farlo passare nei buchi che crea: in questo modo egli si fa pugnalare e uccidere direttamente da Axel RO, tornando in vita e lasciandogli nuovamente i suoi peccati. Attaccato dal suo stesso Stand, RO prova ad attaccare nuovamente Johnny quando viene inaspettatamente centrato al collo: a sparare è stato Valentine, che ha deciso di sistemare un possibile testimone e un sicario sconfitto agendo per salvare Johnny in modo da non avere sensi di colpa.
  • Si, tra poco sarà qui...Voglio incontrarlo! Lo aspetterò un altro pò! (Magent Magent)
Passato dalla parte di Johnny e J.Lo dopo averli affrontati, Uecapipo cerca di proteggere Lucy Steel, catturata da Valentine e divenuta la portatrice del corpo del Santo: sulla strada però è costretto ad affrontare Magent Magent, suo partner in precedenza alleatosi con Dio per ottenere i resti. Lo scontro è particolarmente arduo per via del supporto dato da Scary Monsters e dallo Stand dell'avversario 20th Century Boy, in grado di proteggerlo da qualsiasi attacco: utilizzando la propria tecnica di lancio delle sfere tuttavia Uecapipo inganna l'avversario e lo fa finire sul fondo di un lago. Proteggendosi con 20th Century Boy per non annegare, Magent Magent è tuttavia impossibilitato a muoversi: dopo aver aspettato invano Dio la sua mente finirà di pensare, facendogli fare una fine simile a quella di Kars.
  • L'hai steso! Ce l'hai fatta, hai eliminato Valentine! (Uecapipo)
Alleatisi temporaneamente, Uecapipo e Diego scoprono la verità sullo Stand del presidente Dirty Deeds Come Dirt Cherp: con esso Valentine può viaggiare in dimensioni parallele identiche all'originale inserendosi fra due superfici, potendo oltretutto portare altri oggetti con sé. Trascinato nell'universo alternativo, Diego riesce ugualmente ad uccidere il presidente col suo Scary Monsters: lo stand tuttavia può passare alle controparti degli altri universi, identici nella personalità all'originale. Rimasto nell'universo alternativo, Diego nota la sua controparte morire e si accorge che parti dei loro due corpi stanno attirandosi vicendevolmente: con l'eccezione dei presidenti infatti due corpi uguali non possono esistere vicini nel medesimo universo e pertanto sono destinati a fondersi e disgregarsi. Seppur controvoglia, Diego attira lo Eucapipo dell'universo alternativo vicino alla sua posizione, in modo da sfruttare la forza dell'attrazione con la sua controparte originale: l'operazione riesce e Diego riesce a tornare nel proprio universo, ma in questo modo i due Eucapipo si ritrovano a contatto e pertanto finiscono per disintegrarsi.
  • Quel bastardo...È finito in pezzi...Di sicuro! Valentine è morto all'istante! Ho vinto! Ho vinto io! (Diego "Dio" Brando)
Alleatosi con Hot Pants, Diego attacca il treno su cui Valentine ha portato Lucy in modo da ucciderlo e recuperare il corpo del Santo:mentre Hot Pants trattiene alcune copie alternative del presidente e evita di entrare in contatto con dei loro doppioni di altri universi, il fantino inglese si trasforma in dinosauro e sfida in persona Valentine. Gettatosi fuori dal treno col nemico, Diego gli taglia la gola con un'artigliata ed esulta per la vittoria: all'ultimo tuttavia Valentine riesce a inserirsi tra il treno e le rotaie finendo in un universo alternativo, trascinando con la forza Diego sotto ai binari. Convinto di aver ammazzato il presidente, il fantino inglese esulta accorgendosi però ben presto dell'assenza di Valentine e dell'essere stato diviso in due: sconsolato e deluso dal fallimento, Diego muore piangendo tra le rotaie, sotto gli occhi pieni di rispetto dei suoi rivali Johnny e J.Lo.
  • Cosa...? Non può... (Hot Pants)
Mentre Johnny e J.Lo si preparano ad affrontare Valentine, Hot Pants cerca di rimuovere il corpo del Santo da Lucy, accorgendosi che la ragazza si sta trasformando nella reliquia stessa: in quella tuttavia la donna si accorge che lo spazio si sta contraendo e fondendo verso Lucy. Esso è uno degli effetti di Love Train, nuovo potere dello Stand del presidente Valentine potenziato dalla trasformazione finale di Lucy: prima di poter fare alcunché Hot Pants viene morsa da un ragno velenoso finito all'interno del suo corpo, morendo mentre vede avvicinarsi Johnny e J.Lo.
  • Durante la Steel Ball Run ho sempre cercato di prendere le scorciatoie più brevi, ma le migliori scorciatoie sono state dei giri larghi! Sono stati proprio quei giri larghi a rivelarsi le vie più dirette! È stato così durante tutta la traversata di questo continente...E sono riuscito a sfruttare quei percorsi solo perché c'eri tu! (J.Lo Zeppeli)
Lo scontro col presidente si rivela particolarmente arduo e J.Lo viene anche ferito: il pistolero napoletano tuttavia riesce a portare via Lucy grazie all'aiuto di Stephen spostando la sfida vicino alla costa. Grazie agli insegnamenti appresi nel corso del viaggio J.Lo sviluppa la rotazione perfetta o "rotazione aurea", la tecnica definitiva per le sfere di ferro in grado di infrangere la barriera di luce con cui si protegge Valentine: oltretutto in questo modo egli sviluppa lo Stand Ball Breaker, che ferisce gravemente Valentine facendo invecchiare rapidamente metà del suo corpo. A causa dell'usura delle sfere tuttavia il colpo non è letale e pertanto a causa degli effetti di Love Train il colpo di ripercuote su di lui ferendolo gravemente: cercando di insegnare a Johnny la rotazione aurea, J.Lo lo ringrazia per l'esperienza intrapresa insieme che gli ha fatto sviluppare e perfezionare le tecniche, procedendo ad attaccare nuovamente Valentine. Pur facendo invecchiare anche l'altra metà del corpo del presidente tuttavia il pistolero fallisce nuovamente e viene ferito di nuovo, finendo col cadere da cavallo senza forze: dopo avergli fatto i complimenti per essere quasi riuscito a finirlo, Valentine tira fuori una pistola e crivella di colpi J.Lo, il tutto sotto gli occhi di uno sconvolto Johnny.
  • Il mio animo e le mie azioni sono puri come il cristallo...Tutto è giustizia! (Funny Valentine)
Spronato dalla morte del suo amico e con l'aiuto del proprio cavallo Johnny riesce a sviluppare la rotazione aurea, facendo evolvere Tusk in Act 4: con esso riesce a ferire gravemente Valentine, avvolgendolo nella rotazione aurea, impedendogli di fuggire negli universi alternativi. Messo alle strette, il presidente cerca la diplomazia e fa notare a Johnny che tutto quello che ha fatto è per una causa nobile, ovvero il bene degli Stati Uniti: per tentarlo ulteriormente oltretutto gli propone di recuperare un J.Lo da un universo alternativo per restituirgli il suo amico. Seppur tentato, Johnny decide di testare il presidente: gettandogli davanti una pistola egli invita Valentine a raccoglierla, dimostrando di non avere altre armi da universi alternativi per ucciderlo. Dopo un'attimo di esitazione, il presidente estrae un'altra pistola e cerca di uccidere Johnny, scatenando una sparatoria in cui alla fine entrambi si feriscono gravemente: trovandosi davanti una visione di J.Lo, il cowboy chiede scusa all'amico affermando di aver desiderato fino all'ultimo di poterlo fare tornare e, utilizzando la rotazione per lanciare una delle proprie unghie, centra Valentine alla testa uccidendolo una volta per tutte.
  • Falla finita-Wraaaaay! (Diego "Dio" Brando da un altro universo)
Mentre cerca di vincere la corsa e portare via i resti, Johnny viene attaccata da un Dio Brando più spietato, reclutato da una dimensione alternativa da Valentine: grazie al proprio Stand The World questo nuovo nemico riesce a sconfiggere Johnny e a vincere la Steel Ball Run. Deciso ad eseguire l'ordine commissionatogli da Valentine il Diego alternativo porta il corpo del Santo in un caveu del governo: mentre esce tuttavia si ritrova faccia a faccia con Lucy. Diego la insulta non reputandolo minimamente una minaccia, ma la ragazza ha un'arma segreta: si tratta della testa del Diego originale, che subito si fonde con la terrorizzata controparte alternativa fondendoli e disgregandoli.

JojolionModifica

  • Tutto questo verrà scambiato con qualcosa di pari valore. Tuttavia, si tratta di un prezzo alto da pagare. (Johnathan "Johnny" Joestar)
  • Ta... Tanto...Alla fine...La famiglia Higashikata ti tradirà...L'unico a essersi comportato correttamente...È Tsurugi Higashikata. (Yotsuyu Yagiyama)
  • Jobin... Higashikata...?! Ma cosa... (Aisho Dainenjiyama)
  • Fratello A.Phex Maggiore:Uaaah! Spegn...
    Fratello A.Phex Minore: Fratellone!
  • Killer...Queen! Sheer Heart Attack! (Yoshikage Kira)
  • Il ramo di Rokakaka è salvo. Per il bene della signora Holly...Dovrai coltivarlo... (Josefumi Kujo)
  • A-Aspetta! Fermo! Tu hai bisogno di altri frutti, no? Tua madre, Holly, sembra essere gravemente malata. Dovresti unirti a me, non credi? Solo io posso importare il vero e unico Rokakaka! (Tamaki Damo)
  • Allora, Jobin?! Hai capito?! Fallo! Dà fuoco alla casa e a quella maledetta! (Bullo)
  • Ma certo...Avevo portato sottoterra anche Josuke... Maledizione...Le bolle di sapone... (Urban Guerilla)
  • Ho...Preso...Il Ro...Kakaka... (Poor Tom)
  • Prendetene ancora! Ridurrò i Rokakaka in cento frammenti e c'è li farò ingoiare! (Tomoki Wu)
  • Non sono le banconote...Che caldo, dannazione! Sono le mie mani! Ma che diavolo...?! (Oujiro Sasame)
  • Eh? Ma cosa...Pronto? Pronto? (Maako "Makorin" Kitani)
  • Jobin. Tu... (Norisuke Higashikata IV)
  • Mitsuba...Tsuragi... (Jobin Higashikata)
  • I miei brufoli... (Taoka)
  • Ruotano! È tutto qui...Al loro interno ci sono cose...Che tu non puoi vedere... (Rai Mamezuku)
  • Josuke...Sono venuta a consegnarti questo...Appartiene a... Yasuho-Chan... (Kei Nijimura)
  • Penso...Di aver visto...Un calabrone...Oh, capisco...Era solo...Un mio...Ricordo... (Tooru)
  • Quando ho schiacciato il ramo...Quello era un attacco da parte mia. Questa è la calamità...Questa sega che lui stava impugnando...Era stata schiacciata insieme alla sua mano sinistra dalle carte. (Kaato Higashikata)