Thomas Love Peacock

scrittore e poeta inglese

Thomas Love Peacock (1785 – 1866), scrittore e poeta britannico.

Thomas Love Peacock, ritratto da Henry Wallis

Citazioni di Thomas Love PeacockModifica

  • Il matrimonio spesso può essere un lago tempestoso, ma il celibato è quasi sempre uno stagno fangoso.[1]
  • Non ho mai mancato di convincere un pubblico che la cosa migliore che potevano fare era andarsene.[2]
  • Un libro che non offre citazioni non è, secondo me, un libro – è un balocco.[2]

Incipit di L'abbazia degl'incubiModifica

L'Abbazia degl'Incubi, venerabile dimora patrizia pittorescamente semiruinata, posta su una lingua di terra asciutta tra mare e paludi al confine della contea di Lincoln, godeva del raro privilegio di servir da residenza al N. H. Cristoforo Tristoni, signore dal temperamento atrabiliare e dalla digestione spesso funestata da quei fantasmi che il volgo chiama diavoli azzurri.[3]

NoteModifica

  1. Da Melincourt.
  2. a b Da Crotchet Castle.
  3. Citato in Giacomo Papi, Federica Presutto, Riccardo Renzi, Antonio Stella, Incipit, Skira, 2018. ISBN 9788857238937

Altri progettiModifica