Stefano Mei

ex mezzofondista italiano

Stefano Mei (1963 – vivente), ex mezzofondista e dirigente sportivo italiano

Stefano Mei

Citazioni di Stefano MeiModifica

  • La radio è molto affascinante, però ti dà modo di raccontare una cosa che gli altri non vedono, quindi puoi dire anche qualche cavolata, che te la fan passare. Il bello e il brutto al tempo stesso dell’atletica è che è molto difficile da commentare: devi tenere un livello di concentrazione elevatissimo per un periodo smisurato e devi stare attento a due-tre gare alla volta. Diventa difficile per quello, però io penso alla fine, usando un po’ di raziocinio e un po’ di buon senso, di venirne fuori.[1]
  • [Su Pietro Mennea] Oggi perdo un esempio, un modello e un amico con la A maiuscola, il più grande campione che lo sport italiano abbia mai visto. Un esempio di professionalità per tantissime generazioni di ragazzi, di sportivi. Ho avuto la fortuna di percorrere la mia strada avendo in qualche modo sempre vicino Pietro, era il mito del mio allenatore e ho avuto anche la fortuna di vederlo allenarsi quando ero ancora un ragazzino. Sognavo di diventare un atleta come lui, dal punto di vista della determinazione, e lo porto ancora oggi a esempio a tutti quelli che si avvicinano allo sport.[2]
  • Sai, lo sport, a mio parere, ti insegna a rispettare le regole…perché non ti sembrano così strane le cose che poi ci sono nella vita normale, per esempio rispettare i semafori o mettere la cintura…perché sai che chi corre in corsia nei 100 m deve stare nella sua corsia…è il vivere civile che alla fine dei giochi viene sottovalutato. E invece, secondo me, lo sport aiuta molto anche nel prosieguo della vita a sapersi comportare correttamente.[1]

NoteModifica

  1. a b Dall'intervista di Simone Lo Giudice, Ero abbastanza serio, ero veramente forte. Intervista a Stefano Mei, inchiostro.unipv.it, 1 dicembre 2010.
  2. Citato in Morto Mennea, Sara Simeoni: "Se n'è andato un pezzo della mia vita", Repubblica.it, 21 marzo 2013.

Altri progettiModifica