Differenze tra le versioni di "Ferdinando Imposimato"

m
minuzie
m (minuzie)
==Citazioni di Ferdinando Imposimato==
{{cronologico}}
*In realtà stavo istruendo con Vittorio Occorsio alcuni sequestri di persona per scopo di estorsione, tra cui il sequestro Danesi, il sequestro Ortolani, il sequestro Andreuzzi, {{ndrNDR|il sequestro}} Francisci, e ricordo perfettamente che egli, pochi giorni prima, mi aveva fatto una istanza di emissione di alcuni mandati di cattura contro imputati; uno di questi imputati era iscritto alla [[P2|Loggia P2]]. Egli aveva anche individuato dei collegamenti tra sequestratori di persona, terroristi neri, appartenenti alla Loggia P2, e aveva anche manifestato delle preoccupazioni. Egli aveva una grande esperienza perché aveva già istruito in parte il processo per la strage di piazza Fontana. All'inizio era stato depistato, purtroppo dai servizi segreti, e poi aveva imboccato la strada giusta. Ricordo anche che la mattina in cui fu ucciso, io, mezz'ora prima dell'assassinio, gli telefonai per chiedergli qual era il suo parere su un'istanza di libertà provvisoria che era stata presentata da un imputato iscritto alla P2, ed egli mi disse che avrebbe espresso parere contrario.<ref>Dal programma televisivo ''La notte della Repubblica'', Rai 2, 24 gennaio 1990.</ref>
*{{ndr|Riguardo la candidatura politica di Antonio Ingroia}} La correttezza è la prima regola che un magistrato deve seguire. Nel caso specifico dell'ex procuratore aggiunto di Palermo, poi, con un'indagine che interessa la mafia come quella che si è appena lasciato alle spalle, la situazione è ancora più delicata.<ref name=Ingroia>Dall'intervista di Paola Alagia, ''[http://www.lettera43.it/politica/ingroia-un-caso-grave_4367577286.htm Ingroia? Un caso grave]'', ''Lettera 43.it'', 21 dicembre 2012</ref>
*{{ndr|C. s.}} La decisione del magistrato siciliano non solo fa nascere il sospetto che l'intera attività svolta sia stata solo strumentale a una discesa in campo, ma rischia di far perdere credibilità anche a tutto il team di persone che hanno lavorato con lui.<ref name=Ingroia/>
*Il [[Kgb]] è intervenuto materialmente nel sequestro [[Aldo Moro|Moro]]. [[Francesco Cossiga|Cossiga]] e [[Giulio Andreotti|Andreotti]] sapevano dov'era tenuto prigioniero, ma impedirono al generale [[Carlo Alberto Dalla Chiesa|Dalla Chiesa]] di intervenire. [[Giovanni Falcone|Falcone]] e [[Paolo Borsellino|Borsellino]]? Lì c'è la mano di [[Organizzazione Gladio|Gladio]] e della [[Cia]]. [...] La Cia era il braccio armato di questa politica che voleva in tutti i modi eliminare un personaggio che metteva a repentaglio la sicurezza del blocco occidentale e poteva causare l'infiltrazione dei comunisti nel governo italiano. Oltretutto la Cia controllava i servizi segreti italiani, come ha pubblicamente ammesso [[Gianadelio Maletti|Maletti]] ({{NDR|ex generale del Sisde, ndr)}}. La Cia li finanziava con un budget da 500 milioni di dollari all'anno. [...] Certo, finanziava anche Gladio. Addirittura la Cia ha comprato la base di Gladio in Sardegna ({{NDR|la base di [[Centro addestramento guastatori|Capo Marrargiu]], ndr)}}. [...] Sì, Cossiga e Andreotti sapevano. C'è un documento del 2 marzo 1978 del quale io venni a conoscenza solo 25 anni dopo e che pubblico sul mio libro che lo prova. Anche Dalla Chiesa venne a conoscenza del luogo di prigionia di Moro e fin dai primi di aprile voleva intervenire per liberarlo. Quando fu bruciata la base di via Gradoli lo si fece proprio per impedire l'intervento di Dalla Chiesa. Al generale è stato l'ordine di abbandonare il campo, poi lui ne ha parlato con il giornalista [[Mino Pecorelli]] e lui ne ha scritto. Entrambi sapevano ed entrambi sono stati ammazzati.<ref>Citato in ''[http://www.affaritaliani.it/cronache/aldo-moro-falcone-borsellino-imposimato-stragi010613.html Da Moro a Falcone, da Bilderberg ad Andreotti, dal Kgb alla Cia. Le verità di Imposimato sulle stragi]'', ''Affaritaliani.it'', 31 maggio 2013.</ref>
*Non sono aderente al M5S ma trovo esagerati e ingiusti gli attacchi a [[Beppe Grillo|Grillo]]. Egli ha denunziato la paralisi e l'impotenza del Parlamento, che non si può disconoscere. Il Parlamento, quale organo che approva leggi per il bene comune, di fatto non esiste. È un'amara realtà, non un'offesa al Parlamento. La [[Laura Boldrini|Boldrini]] non si deve offendere, deve prenderne atto. Vorrei sapere quali leggi il Parlamento ha approvato nei suoi primi mesi di vita! E quali sta discutendo, di quelle che interessano i giovani e il lavoro. Nessuna! La finta legge che cercava risorse, abrogando il finanziamento pubblico dei partiti, dovrebbe entrare in vigore solo nel 2017! Vergogna!<ref>Citato in ''[http://www.beppegrillo.it/2013/06/il_parlamento_non_esiste.html Il Parlamento non esiste]'', ''Beppegrillo.it'', 13 giugno 2013.</ref>
*L'uccisione di [[Aldo Moro|Moro]] è avvenuta per mano delle Brigate Rosse, ma anche e soprattutto per il volere di [[Giulio Andreotti]], [[Francesco Cossiga]] e del sottosegretario [[Nicola Lettieri]].<ref>Citato in ''[http://www.huffingtonpost.it/2013/07/10/ferdinando-imposimato-aldo-moro-ucciso-br-giulio-andreotti-e-francesco-cossiga_n_3571509.html Ferdinando Imposimato: "Aldo Moro ucciso dalle Br per volere di Giulio Andreotti, Francesco Cossiga e Nicola Lettieri"]'', ''HuffingtonPost.it'', 10 luglio 2013.</ref>