Differenze tra le versioni di "Jean Noel Schifano"

m
==Citazioni di Jean Noel Schifano==
*Con l'unificazione, i reali Savoia vollero trasformare [[Napoli]] in una città provinciale, senza successo, saccheggiandone gli immensi tesori. Non riuscirono a governare perché refrattaria, persino usando la collaborazione della Camorra e dei capi di quartieri. Napoli si vide privata, negli anni, di spazio e creatività. Il genio partenopeo si rifugiò nell'illegalità.<ref>Citato in Vincenzo Russo, ''[http://napule.org/napoli-e-parigi-le-vere-capitali/2011/ Napoli e Parigi, le vere capitali]'', ''napule.org'', 29 dicembre 2011; traduzione dall'articolo di Marco Cesario, ''[http://groups.yahoo.com/group/pamle/message/1045 Naples, Paris, the true capitals]'', ''ANSAMed'', 2007.</ref>
*{{NDR|Sulla [[Sicilia]]}} È cuore irradiante e ispirante delle opere di ogni scrittore siciliano che sempre apre alla comprensione del mondo.<ref name=sici>Citato in Salvatore Falzone ''[http://palermo.repubblica.it/cronaca/2015/07/27/news/noel_schifano_io_sciascia_e_guttuso_la_mia_sicilia_dei_maestri_-119917287/ Jean Noel Schifano: “Io, Sciascia e Guttuso. La mia Sicilia dei maestri”]'', ''Repubblica.it'', 27 luglio 2015.</ref>
*E dico che tutti i mali di Napoli nascono a [[Roma]]. In un secolo e mezzo hanno fatto di tutto per trasformare la grande capitale che nei secoli è stata Napoli in una città-bonsai, privandola di banche, ferrovie, cantieri navali e opere d'arte. L'hanno trasformata in una città assistita da tenere al guinzaglio. E ora gli lasciano la monnezza, dopo che gli hanno portato per decenni i rifiuti tossici delle fabbriche del Nord.<ref>Dall'intervista di Pietro Treccagnoli, ''Il Mattino'', 3 novembre 2010; citato in ''[http://www.duesicilie.org/spip.php?article219 Schifano: Napoli tradita dll'Italia]'', ''duesicilie.org'', 5 novembre 2010.</ref>
*{{NDR|Su [[Andrea Camilleri]]}} È un vero fenomeno, ma un fenomeno sarà destinato ad iscriversi nella durata? Lo spero perché Camilleri è, a volte, un ottimo scrittore. [[Leonardo Sciascia|Sciascia]] mi diceva che se avesse voluto avrebbe scritto un romanzo al mese. Me lo diceva con una certa ironia. Ma Camilleri è il contrario di Sciascia e viceversa. Sciascia, che non avrebbe mai voluto essere Camilleri, mi diceva appunto nella sua prima intervista di essere troppo letterato per mettersi a giocare con la letteratura. Era scrittore di "cose", non di "parole".<ref name=sici/>
*Fra 50 anni Salerno e Caserta saranno uniti da un solo territorio urbano, sarà cosa favolosa. Volevano ridurla {{NDR|Napoli}} a una città bonsai, invece ne hanno fatto una pantagruelica, che ha difficoltà a muoversi ancora con le catene del colonizzatore al piede.<ref>Dall'intervista di Stella Cervasio,
[http://napoli.repubblica.it/cronaca/2016/02/02/news/jean_noel_schifano_quando_sono_arrivato_a_napoli_dovevo_passarci_una_notte_ci_sono_rimasto_dieci_anni_una_ricchezza_enorm-132547674/ Jean Noel Schifano: "Quando sono arrivato a Napoli dovevo passarci una notte. Ci sono rimasto dieci anni: una ricchezza enorme"]'', ''Repubblica.it'', 2 febbraio 2016.</ref>
Utente anonimo