Differenze tra le versioni di "Anna de Noailles"

nessun oggetto della modifica
m (sistemo)
*''Ho conosciuto la piena bellezza, | lo splendore nobile e pacifico della luce, | pura e immensa, | a [[Palermo]], a Villa Tasca.''
:''J'ai connu la beauté plénière, | le pacifique et noble éclat | de la vaste et pure lumière, | a Palerme, au jardin Tasca.'' (da ''A Palerme, au jardin Tasca'', ''[http://www.gutenberg.org/files/22054/22054-8.txt Les Vivants et les morts]'', 1913)
*{{NDR|Su Palermo}} ''La natura assolata | i prati riarsi | il vetturino dagli occhi saraceni | i muli travestiti da sultani | al trotto sotto bianchi parasole | i muri bianchi corrosi dal sole | il paradiso tra le palme | il cielo colorato di splendore e di noia.| Se qui morirò, portatemi | vicino alla Senna | dove il cielo è leggero: | avrei paura di non sentirmi morta | sepolta sotto gli aranci.'' (da ''Les Vivants et les morts'', p.352, 1913; ed. it. parz. ''L'antico azzurro'', editore ''Novecento'', collana ''Narciso, biblioteca di letteratura'', traduzione a cure di Renata Pucci Zanca, p. 91, 1993)
*La Sicilia è perdutamente bella perchè dispiega ai nostri occhi quello splendore del mondo che è in noi. (da ''Viaggiatori stranieri in Sicilia dagli Arabi alla seconda metà del XX secolo'', Vol. II, Matteo Collura, p. 347; ISSPE-Istituto siciliano di studi politici ed economici, Palermo 1999)
 
==Altri progetti==
Utente anonimo