Salerno: differenze tra le versioni

805 byte rimossi ,  5 anni fa
fonte non accettabile
(senza fonte)
(fonte non accettabile)
*Fino a non molto tempo fa Salerno era una città disordinata e architettonicamente povera, ma grazie a un serio impegno dell'amministrazione cittadina sono stati chiamati grandi protagonisti dell'architettura e dell'urbanistica mondiale come Oriol Bohigas, David Chiepperfield e Tobia Scarpa e negli ultimi dieci anni la città ha conosciuto una straordinaria stagione di risanamento urbanistico, cambiando completamente volto. E così, paradossalmente Salerno oggi è una città più bella della stessa Napoli, le cui ingenti bellezze artistiche, purtroppo, sono contaminate dal tremendo problema de rifiuti. Questo è per me un chiaro esempio di utopia ben riuscita. ([[Gillo Dorfles]])
*Fonte della medicina, e di un nobilissimo ginnasio, dove facilmente emerge ogni disciplina delle lettere. ([[Francesco Petrarca]])
*''Inondata dal sole del meriggio | chiusa tra i monti e la marina | giace Salerno splendida | nel golfo lucente incantato, | accarezzato dai venti del Tirreno. | Sulla collina i resti del Castello | longobardo, geloso guardiano della villa. | Fra le pietre corrose dal tempo | ancor risuona possente | il grido dei pirati saraceni assalitori | in cerca di schiavi e di bottino, | lo scalpitar dei destrier | i pria normanni poi svevi, | il latrato dei mastini della guerra, | il furore angioino e aragonese. | Senti nel centro antico l'età di mezzo | e il fervore di vita e di studi | che animò d'Ippocrate la Scuola, | retaggio di Atene e di Roma, | faro non spento di civiltà e di scienza.'' (Anonimo)<ref>Citato in [http://guide.travelitalia.com/it/guide/salerno/ Travel Italia.com], Salerno</ref>
*''L'uomo è solo, d'argento in mezzo ai giunchi| dell'acqua immota, giocano in un bunker | i bambini zittiti da quest'ora | di sempre... Scenderà dalla controra | un ragazzo affannato senza voce | ... a far cenni di là che sulla foce | del Sele... Ascolta, appare il suo soldato | vestito da ramarro, s'è bagnato | il volto con la mano, con lo stecco | ha scritto il nome sopra il fango secco. | Un uomo, e s'è disteso in quel frinire | di cicale roventi per morire. | Scendeva il Mississipí dall'eterno | silenzio degli Alburni verso il mare | dei templi: era l'estate di Salerno | azzurra bianca, ventilava chiare | nuvole in cielo...'' ([[Alfonso Gatto]])
*La scuola di Salerno è stata giustamente famosa come la prima e più importante università dell'europa medioevale, come il primo e più importante fra tutti i luoghi della medicina. ([[Paul Oskar Kristeller]])