Differenze tra le versioni di "The Big Kahuna"

continuo a sistemare e ampliare
(continuo a sistemare e ampliare)
(continuo a sistemare e ampliare)
*È la prima regola sul parlare di religione ad una convention: non contraddire il cliente. No, mi correggo, è la seconda regola, la prima regola sul parlare di religione alle convention è no. [...] Non farlo. ('''Larry''')
*Gli hai detto per caso che tipo di lubrificanti industriali avrebbe adottato Gesù? ('''Larry''') {{NDR|a Bob, riferito alla conversazione di quest'ultimo con ''The Big Kahuna''}}
*Non ha importanza se cerchi di vendere Gesù, o Buddha, o i diritti civili., Oo come arricchirsi nel settore immobiliare senza rischiare un soldo. Questo non fa di te un essere umano. Semmai fa di te un agente vendite. Se vuoi parlare con qualcuno sinceramente, da essere umano,... chiedigli dei suoi figli, scopri quali sono i suoi sogni... Solosolo per saperlo, per nessun'altra ragione. Perché appena cerchi di prendere le redini di una conversazione, per pilotarla, non è più una conversazione... Èè un pistolotto e tu non sei un essere umano, sei un venditore, un piazzista. ('''Phil Cooper''') {{NDR|a Bob}}
 
*Di sicuro hai fatto tante cose di cui rincrescerti, solo che non sai quali sono. È quando alla fine le scopri, quando vedi l'assurdità di qualcosa che hai fatto, e desidereresti tornare indietro, cancellarlo, ma sai di non potere, perché è troppo tardi. Quindi quella cosa non puoi che prenderla e portarla con te, perché ti ricordi che la vita va avanti, il mondo girerà anche senza di te. Alla fine tu non conti. È allora che acquisterai il carattere. Perché l'onestà emergerà da dentro di te, e come un tatuaggio ti resterà impressa sulla faccia. ('''Phil Cooper''')
*Goditi potere e bellezza della tua gioventù. Non ci pensare! Il potere di bellezza e gioventù lo capirai solo una volta appassite. Ma credimi, tra vent'anni guarderai quelle tue vecchie foto, e in un modo che non puoi immaginare adesso. Quante possibilità avevi di fronte e che aspetto magnifico avevi! Non eri per niente grasso come ti sembrava.<br />Non preoccuparti del futuro. Oppure preoccupati, ma sapendo che questo ti aiuta quanto masticare un chewing-gum per risolvere un'equazione algebrica. I veri problemi della vita saranno sicuramente cose che non ti erano mai passate per la mente. Di quelle che ti pigliano di sorpresa alle quattro di un pigro martedì pomeriggio.<br />Fa' una cosa, ogni giorno che sei spaventato. Canta!<br />Non esser crudele col cuore degli altri. Non tollerare la gente che è crudele col tuo.<br />Lavati i denti.<br />Non perder tempo con l'invidia. A volte sei in testa. A volte resti indietro. La corsa è lunga e alla fine è solo con te stesso.<br />Ricorda i complimenti che ricevi, scordati gli insulti. Se ci riesci veramente, dimmi come si fa.<br />Conserva tutte le vecchie lettere d'amore, butta i vecchi estratti conto.<br />Rilassati.<br />Non sentirti in colpa se non sai cosa vuoi fare della tua vita. Le persone più interessanti che conosco, a [[ventiduenne|ventidue anni]] non sapevano che fare della loro vita. I [[quarantenne|quarantenni]] più interessanti che conosco, ancora non lo sanno.<br />Prendi molto calcio. Sii gentile con le tue ginocchia, quando saranno partite ti mancheranno.<br />Forse ti sposerai o forse no. Forse avrai figli o forse no. Forse divorzierai a quarant'anni. Forse ballerai con lei al settantacinquesimo anniversario di matrimonio. Comunque vada, non congratularti troppo con te stesso, ma non rimproverarti neanche. Le tue scelte sono scommesse. Come quelle di chiunque altro.<br />Goditi il tuo corpo. Usalo in tutti i modi che puoi. Senza paura e senza temere quel che pensa la gente. È il più grande strumento che potrai mai avere.<br />Balla! Anche se il solo posto che hai per farlo è il tuo soggiorno.<br />Leggi le istruzioni, anche se poi non le seguirai. Non leggere le riviste di bellezza. Ti faranno solo sentire orrendo.<br />Cerca di conoscere i tuoi genitori. Non puoi sapere quando se ne andranno per sempre. Tratta bene i tuoi fratelli. Sono il migliore legame con il passato e quelli che più probabilmente avranno cura di te in futuro.<br />Renditi conto che gli amici vanno e vengono. Ma alcuni, i più preziosi, rimarranno.<br />Datti da fare per colmare le distanze geografiche e gli stili di vita, perché più diventi vecchio, più hai bisogno delle persone che conoscevi da giovane.<br />Vivi a New York per un po', ma lasciala prima che t'indurisca. Vivi anche in California per un po', ma lasciala prima che ti rammollisca.<br />Non fare pasticci coi capelli, se no quando avrai [[quarantenne|quarant'anni]] sembreranno di un ottantacinquenne. ('''Phil Cooper''', fuori campo)
*Non ha importanza se cerchi di vendere Gesù, o Buddha, o i diritti civili. O come arricchirsi nel settore immobiliare senza rischiare un soldo. Questo non fa di te un essere umano. Semmai fa di te un agente vendite. Se vuoi parlare con qualcuno sinceramente, da essere umano, chiedigli dei suoi figli, scopri quali sono i suoi sogni. Solo per saperlo, per nessun'altra ragione. Perché appena cerchi di prendere le redini di una conversazione, per pilotarla, non è più una conversazione. È un pistolotto e tu non sei un essere umano, sei un venditore, un piazzista. ('''Phil Cooper''')
*Sii cauto nell'accettare consigli, ma sii paziente con chi li dispensa. <br/>I [[consiglio|consigli]] sono una forma di nostalgia. Dispensarli è un modo di ripescare il passato dal dimenticatoio, ripulirlo, passare la vernice sulle parti più brutte e riciclarlo per più di quel che valga. <br/>Ma accetta il consiglio... per questa volta. (da ''"[[Wear sunscreen]]"'' di [[Mary Schmich]] vers. [[Baz Luhrmann]], eseguita alla fine del film)
 
==Dialoghi==
{{cronologico}}
*'''Bob''': Non porti l'orologio?<br />'''Phil''': Il mondo è pieno di orologi... orologi e specchi: una vera cospirazione. Non che mi importi più molto. Le mie occasioni me le sono giocate da un pezzo.<br />'''Bob''': Perché lo dici, scusa?<br />'''Phil''': Non mi sto lamentando. Ognuno tocca il suo punto più alto, poi torna nel grigiore. Non c'è da vergognarsi.
*'''Phil''': Sei uno di quelli che crede che certe riviste non andrebbero pubblicate? {{NDR|riferito in particolare a Penthouse}}<br />'''Bob''': Sono uno di quelli che pensa che non andrebbero comprate.<br />'''Phil''': Una risposta intelligente.<br />'''Bob''': Ho detto quello che penso.<br />'''Phil''': Sì, appunto, lo hai fatto senza riflettere, il che mi porta a pensare che puoi fare carriera nelle vendite.
*'''Phil''': Mi vuoi bene, Larry? [...] {{NDR|accendendosi una sigaretta}} Vedi, quand'ero ragazzo, avevo imparato un versetto del Vangelo, in cui Gesù diceva: «Nessun uomo ha amore più grande di questo: chi accetta di donare la vita per il suo amico.»<ref>{{Cfr}} [[Gesù]], ''Vangelo secondo Giovanni'', 15, 13: «Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici.»</ref><br />'''Larry''': Mi stai chiedendo se sono disposto a morire per te?<br />'''Phil''': Credo di sì.<br />'''Larry''': Questo qui è un modo di estremizzare le cose. Che situazione potrebbe mai configurarsi in cui potrei essere chiamato addirittura a morire per te?<br />'''Phil''': Bff... non saprei. {{NDR|i due ridono}}<br />'''Larry''': Ecco, se mi dicessi: «Ehi Larry, fatti un bel volo giù dal balcone!» No, non lo farei.<br />'''Phil''': Non te lo chiederei.<br />'''Larry''': Anche se lo facessi, ti direi: «Phil, amico mio, tra noi c'è stato un solido e bel rapporto in questi ultimi non so più quanti anni ma la risposta alla tua domanda è no. Vaffanculo!» Questo sarebbe il mio congedo, senza rancore.<br />'''Phil''': Eh... certo avresti ragione.<br />'''Larry''': Non so chi voglio bene. C'è tanta gente che mi piace... ma l'amore... quello è tutta un'altra storia.
*'''Larry''': Allora Bob, fammi riformulare la domanda. Sapendo che era molto importante rispetto alla nostra presenza qui avere un incontro e parlare con Fowler riguardo ai lubrificanti per la sua azienda, perché mai invece hai deciso di parlargli di Gesù?<br />'''Bob''': Perché credo che sia più importante.<br />'''Larry''': Anche se siamo a una convention dove è più abituale e consueto parlare di affari.<br />'''Bob''': Sì, guarda che ho capito, Larry, ma proprio non vedo dove sta il delitto nel voler parlare da essere umano a essere umano. Non ho parlato di lavoro, lubrificanti, eccetera perché non volevo pensasse che avevo usato l'argomento religione per ingraziarmelo, per spingerlo a firmare qualche contratto. Non volevo pensasse che ero insincero.<br />'''Larry''': Ma tu effettivamente eri insincero, in un senso più generale.<br />'''Bob''': Se noi qui siamo soltanto delle funzioni, perché non mandano dei robot, allora?<br />'''Larry''': Non mandano dei robot per la semplice ragione che non li hanno ancora inventati. Verrà il giorno in cui costruiranno un robot che fa quello che facciamo noi e magari meglio, allora vedrai che ce lo manderanno, puoi starne certo! Ma fino a quel giorno mandano noi, dicono: «Ehi Bob, Larry, Phil, perché non ve ne andate a Wichita per un paio di giorni? non preoccupatevi per il vitto e alloggio, ci pensiamo noi.» E per un paio di giorni, Bob, noi rinunciamo alla nostra identità, qui a Wichita... e diventiamo le mani della nostra azienda, che stringono tutte le altre mani che possono. Quel che hai fatto, la ragione per cui sei stato insincero è che hai infranto quel vincolo. Sarebbe come se, che so, una mano si staccasse dal braccio e dicesse: «Oh guarda che ho altre cose importanti da fare qui in giro che non hanno niente a che fare con te!»
*'''Phil''': L'uomo che è uscito dalla camera qualche momento fa è un mio carissimo amico. Perché lo conosco ormai da tanto tempo? Be', ci sono tante persone che conosco da un bel pezzo e ad alcune non farei nemmeno pulire il culo del mio cane. Altre mi sono del tutto indifferenti, non contano per me. Ma Larry per me conta molto e la ragione è... che posso fidarmi. Io so che posso fidarmi. È onesto.<br />'''Bob''': È onesto o è solo brutale?<br />'''Phil''': È onesto, Bob. E anche brutale, certo, il che a volte fa parte dell'essere onesto, perché tante persone sono brutali ma non oneste, Larry non è uno di quelli. Larry è una persona onesta.
 
*Di'''Phil''': La questione è: tu ne hai di carattere o no? E se vuoi la mia sincera opinione, Bob, non ne hai, per la semplice ragione che ancora non provi rammarico per qualcosa.<br />'''Bob''': Vuoi dire che non avrò carattere finché... non avrò fatto qualcosa che mi rincresce?<br />'''Phil''': No, Bob, perché di sicuro hai fatto tante cose di cui rincrescerti, solo che non sai quali sono. È quando alla fine le scopri, quando vedi l'assurdità di qualcosa che hai fatto, e desidereresti tornare indietro, cancellarlo, ma sai di non potere, perché è troppo tardi. Quindi quella cosa non puoi che prenderla e portarla con te, perché ti ricordi che la vita va avanti, il mondo girerà anche senza di te. Alla fine tu non conti. È allora che acquisterai il carattere. Perché l'onestà emergerà da dentro di te,... e come un tatuaggio ti resterà impressa sulla faccia. ('''PhilFino Cooper''')a quel giorno in ogni caso non ti puoi aspettare di andare oltre un certo punto.
*'''Bob Walker''': È onesto o è solo brutale?<br />'''Phil Cooper''': È onesto, Bob. E anche brutale certo, il che a volte fa parte dell'essere onesto, perché tante persone sono brutali e non oneste.
*'''Phil Cooper''': La questione è: tu ne hai di carattere o no? E se vuoi la mia sincera opinione, Bob, non ne hai, per la semplice ragione che ancora non provi rammarico per qualcosa. <br />'''Bob Walker''': Vuoi dire che non avrò carattere finché non avrò fatto qualcosa che mi rincresce?<br />'''Phil Cooper''': No, Bob, perché di sicuro hai fatto tante cose di cui rincrescerti, solo che non sai quali sono.
 
==Note==