Differenze tra le versioni di "Divorzio all'italiana"

+2
(+immagine, terminato)
(+2)
*E così vediamo i tristi risultati di certi spettacoli, inique mistificazioni dall'arte, che ostentano ed esaltano il peccato, il vizio, il malcostume! ('''Parroco''')
*La [[lettera anonima]] è una forma di prezioso artigianato, si comincia da bambini con i fogli di quaderno, fino ad arrivare a esemplari pregiati, vergati da mani maestre. ('''Ferdinando''') {{NDR|voce fuoricampo}}
*Carmelo! Carmelino mio! ('''Rosalia''') {{NDR|[[ultime parole dai film|ultime parole]] prima di essere uccisa da Ferdinando}}
*In questo suggestivo angolo di Sicilia non sono pochi i defunti per motivi d'onore. Povera Rosalia, non te lo meritavi! Ma io so che adesso tu riposi in pace coi tuoi piccoli ingenui sogni. Io davvero, sai Rosalia, io t'ho anche amata, ma tu... tu eri troppo, come dire... tu mi chiedevi... "quanto mi vuoi bene?" Eri assetata d'amore, povera Rosalia, troppo assetata! Troppo! ('''Ferdinando''') {{NDR|voce fuoricampo}}
*Poco da dire sul processo. Tutto si svolse pressapoco come io avevo previsto. [...] L'avvocato De Marzi fu molto brillante: appassionato e sarcastico, commovente e commosso, percorse con agile sicurezza tutta la tastiera degli affetti e dei sentimenti. Non arrivò a parlare delle sante crociate ma chiamò in causa [[William Shakespeare#Otello|Otello]] e cumpari Turiddu. C'era la mamma... la mamma che piangeva, poverina. E be' sì, ero quasi commosso anch'io. Poi tirò in ballo mio padre: dissoluto, alcolizzato, corruttore di giovinette, sicuramente affetto da qualche malattia innominabile, seminatore di cambiali e di figli illegittimi. Be', era chiaro l'attenuante di gravità ereditaria poteva facilmente aggiungersi ai motivi d'onore. E infine portò in aula la vedova Patanè. Non riuscì a portare in aula i suoi figli perché data la loro tenera età, il codice di procedura penale lo proibiva, ma esibì le loro fotografie e le immagini di quei poveri orfanelli mi giovarono molto. Non saprei perché. Forse perché in Italia i [[figlio|figli]]... be', i figli sono sempre figli. ('''Ferdinando''') {{NDR|voce fuoricampo}}
 
*'''Politico del PCI''': [...] perché è ormai storicamente accertato che anche qui da voi, nel vostro bel sud che io ho il piacere di visitare per la prima volta, è giunto alfine il momento di affrontare il secolare problema dell'emancipazione della donna, così come esso è stato affrontato e risolto, per esempio, dai nostri confratelli cinesi. Pertanto, io vi invito a esprimere il vostro democratico parere sul fatto, cioè a dire quale giudizio sereno ed obiettivo merita la signora Cefalù.<br/>'''Gli uomini del paese''': Buttana! Buttana! Buttanaaa!!
 
*{{NDR|Ferdinando sente degli spari e le urla di Rosalia, poi incontra la moglie di Carmelo che sta scappando mentre nasconde una pistola nella borsetta}}<br />'''Ferdinando''' {{NDR|fermando la moglie di Carmelo}}: Ma che avete fatto?<br />'''Moglie di Carmelo''': Nente, ho vendicato il mio onore. {{NDR|scappando}}<br />'''Ferdinando''': Ma... e il mio?!
 
==[[Explicit]]==