Differenze tra le versioni di "Fausto Gianfranceschi"

m
refuso
(aggiunta citazione)
m (refuso)
*L'umiliazione e la sofferenza fatali della mia carne prepareranno, io spero, la mia resurrezione.<ref>Citato in [[Marcello Veneziani]], [http://www.ilgiornale.it/news/e-morto-fausto-gianfranceschi-ultimo-intellettuale.html ''È morto Fausto Gianfranceschi, ultimo intellettuale reazionario''], ''il Giornale.it'', 20 febbraio 2012.</ref>
*{{NDR|Su [[Juan Rodolfo Wilcock]]}} Non si saprebbe come incasellare la sua ironia, così discreta, quasi sotterranea ma pronta a venire a un tratto alla luce, senza schiocchi, con finezza. Un'ironia che si affida non al nonsenso o all'analogia brillante, ma al delicato puntiglio col quale lo scrittore si diverte, o più spesso si amareggia, a smascherare i luoghi comuni della ragione, soprattutto di quella che, in malafede o comunque a torto, ama definirsi scientifica.<ref>Da [http://digitale.bnc.roma.sbn.it/tecadigitale/giornale/CFI0415092/1978/n.75/15 ''Wilcock, lo scrittore argentino che è voluto diventare italiano''], ''Il Tempo'', 17 marzo 1978.</ref>
*Provando a immaginare che [[Mario Praz|Praz]] tratti gli oggetti e le parole da cui si sente attirato come ricettacoli di riflessi dell'invisibile, forse si può comprendere meglio la misura del suo stile, rigoroso edeed evocatorio insieme, animato da una curiosità che direi appassionata, capace di accostamenti tra fatti e tra idee che non rispettano gli schemi dei generi e delle specializzazioni, ma rispondono alle regole, in apparenza talvolta divaganti, di una grammatica più elevata.<ref>Da [http://digitale.bnc.roma.sbn.it/tecadigitale/giornale/CFI0415092/1980/n.337/3 ''Il neoclassico innamorato''], ''Il Tempo'', 16 dicembre 1980.</ref>
 
==''Aforismi del dissenso''==