Differenze tra le versioni di "Fausto Gianfranceschi"

m
nessun oggetto della modifica
(corretto link fonte)
m
*[...] il clima letterario dei tempi ha influenzato minimamente [[Aldo Palazzeschi|Palazzeschi]], il quale è rimasto sempre coerente alla sua cifra, riducibile per comodità di semplificazione al "buffo" come categoria morale. In tale categoria si dilatano, traboccando dall'angustia della classificazione, la sua allegria [...] e insieme il suo umore dolcemente malinconico, il suo amore per la vita diuturnamente e infaticabilmente indagata in tutte le sue stranezze, la sua indiretta polemica con ogni forma di livellamento dell'esistenza.<ref>Da [http://digitale.bnc.roma.sbn.it/tecadigitale/giornale/CFI0415092/1974/n.223/3 ''"Il più giovane dei giovanissimi"''], ''Il Tempo'', 18 agosto 1974.</ref>
*L'umiliazione e la sofferenza fatali della mia carne prepareranno, io spero, la mia resurrezione.<ref>Citato in [[Marcello Veneziani]], [http://www.ilgiornale.it/news/e-morto-fausto-gianfranceschi-ultimo-intellettuale.html ''È morto Fausto Gianfranceschi, ultimo intellettuale reazionario''], ''il Giornale.it'', 20 febbraio 2012.</ref>
*{{NDR|Su [[Juan Rodolfo Wilcock]]}} Non si saprebbe come incasellare la sua ironia, così discreta, quasi sotterranea ma pronta a venire a un tratto alla luce, senza schiocchi, con finezza. Un'ironia che si affida non al nonsenso o all'analogia brillante, ma al delicato puntiglio col quale lo scrittore si diverte, o più spesso si amareggia, a smascherare i luoghi comuni della ragione, soprattutto di quella che, in malafede o comunque a torto, ama definirsi scientifica.<ref>Da [http://digitale.bnc.roma.sbn.it/tecadigitale/giornale/CFI0415092/1978/n.75/15 ''Wilcock, lo scrittore argentino che è voluto diventare italiano''], ''[[Il Tempo]]'', 17 marzo 1978.</ref>
*{{NDR|La prosa di [[Mario Praz]] è}} rigorosa ed evocatoria.<ref>Da [http://digitale.bnc.roma.sbn.it/tecadigitale/giornale/CFI0415092/1980/n.337/3 ''Il neoclassico innamorato''], ''Il Tempo'', 16 dicembre 1980.</ref>