Differenze tra le versioni di "Massimo Moratti"

m
* {{NDR|Alla domanda "Vedremo uno dei suoi due figli futuro presidente dell'Inter?"}} Sono convinto che entrambi hanno le qualità giuste per poterlo fare. Ma francamente, da padre non glielo auguro.
 
== Citazioni su Massimo Moratti ==
* Avere la stima del Presidente mi ha certamente aiutato, ma io non ho mai approfittato di questa cosa. Ovviamente mi faceva piacere che lui parlasse bene di me, ma non facevo il lecchino per ottenere questo. Se lo faceva è perché lo sentiva così come era per me quando parlavo bene di lui, ma non ci guadagnavo niente, questa è la verità. ([[Álvaro Recoba]])
* {{NDR|Alla domanda se Massimo Moratti abbia un debole per gli argentini}} Credo che in Italia, in generale, i giocatori argentini siano molto considerati. L'Inter ha una storia particolare con gli argentini, a partire da Helenio Herrera, l'allenatore della 'Grande Inter'. Con il tempo, forse la nostra è potuta diventare la seconda 'Grande Inter'. Nell'Inter di Herrera c'era Angelo Moratti, il padre di Massimo, che aveva 18 anni ed è cresciuto con una squadra con un tecnico argentino. Questo ha influito. Come anche è stato decisivo il fatto che Zanetti sia stato il primo acquisto della sua gestione. Se Pupi avesse fatto male, per gli argentini venuti dopo sarebbe stato più difficile. Poi, credo che sia stato merito di tutti, siamo piccoli ambasciatori del nostro paese. ([[Esteban Cambiasso]])
* Grazie al presidente Moratti per aver dato la possibilità di giocare con questa squadra. ([[Iván Córdoba]])
* Il nostro presidente è una persona importante per noi, il simbolo dell'Inter, una persona che sarà sempre vicina a noi, nei momenti belli e in quelli meno belli. ([[Júlio César Soares Espíndola|Júlio César]])
* {{NDR|Nel 2011}} Il presidente è una delle persone importanti della mia vita: sta bene, l'ho trovato in grande forma, si vede che vincere gli fa un bell'effetto. ([[Ronaldo]])
* In alcune cose si assomigliano, anche se io vedo il [[Angelo Moratti|papà]] con gli occhi di un ragazzo di vent'anni e Massimo con quelli di un uomo e di un professionista. Ma lui ha preso dal padre in molte cose. ([[Alessandro Mazzola|Sandro Mazzola]])
* Mi piace Moratti perché è un elegante signore all'antica. Anche se oggi forse è un difetto in questo mondo arrembante e pieno di arroganti. Ho letto del suo invito alla festa {{NDR|per il 15° scudetto dell'Inter}}, ma sono molto pigro. Avrei partecipato comunque col cuore. ([[Vasco Rossi]])
* Moratti è un grande presidente, e su [[Calciopoli]] è stato un vero signore, così come lo è stato [[Giacinto Facchetti|Facchetti]]. ([[Javier Zanetti]])
* Moratti chiede quello scudetto [del campionato 1997-1998], così come [[Andrea Agnelli|Agnelli]] il giorno prima aveva chiesto quelli tolti alla [[Juventus Football Club|Juve]] dalla giustizia sportiva. Ma per i due tolti alla Juve c'è stato un processo mentre per quello del 1998 il processo vorrebbe aprirlo Moratti? E il Lione che dovrebbe dire visto che in Lione-Inter l'arbitro si comportò molto peggio di Ceccarini? La Lazio, che perse la Coppa UEFA nella finale di Parigi dovrebbe chiedere all'UEFA quella coppa visto che l'[[Football Club Internazionale Milano|Inter]] in finale c'era arrivata grazie all'arbitraggio di Lione al cui confronto quello di Ceccarini è di stampo angelico? Se si parla di corruzione sicuramente era più corrotto, magari con soldi portati in una valigetta Luis Vuitton, l'arbitro di Lione rispetto a Ceccarini ([[Franco Rossi]]).
* {{NDR|Sull'addio di Moratti all'Inter}} Moratti è unico. Moratti è un papà vero per i giocatori e un amico per gli allenatori. Per lui avrò sempre amicizia, ammirazione e rispetto. Mi sono bastati cinque minuti per capire che il calcio e l'Inter sono la sua vita. Ha respirato Inter fin da piccolo e ha una memoria straordinaria. E non parla mai della "sua" Inter: la squadra, per lui, è dei tifosi. L'Inter sarà sempre Moratti e Moratti sarà sempre l'Inter. Una cosa sola. Al punto che, nel mondo, i tifosi quasi confondono presidente e squadra, dal padre Angelo al figlio Massimo ai più giovani oggi: se dici Inter pensi a Moratti e viceversa. Una famiglia innamorata di calcio e di Inter. Vende perchè pensa che questo faccia soltanto il bene della società e della squadra. La più grande gioia che ho ricevuto dal calcio è stato regalargli quella coppa ([la Champions)]. In questo mondo, ne sono sicuro, Moratti è diventato un presidente completo, al qaule non manca nessun trofeo. Anche per lui penso sia stato il momento più bello in assoluto.<ref>Citato in ''La Gazzetta dello Sport'', 21 settembre 2013.</ref> ([[José Mourinho]])
* Non è un presidente qualunque, lui ha avuto tantissimi cannonieri. Quando mi ha chiamato ero felice e sorpreso, emozionato e stupito. ([[Giampaolo Pazzini]])
* Non ho mai avuto presidenti così. È sempre un piacere dire di averlo avuto come presidente e come amico. Per me è un numero uno. ([[Luís Figo]])
* Se c'è un Dio in terra, Moratti è Dio. ([[Samuel Eto'o]])
* Per un campione non può esserci un presidente migliore, perché non solo tifa per te ma ti concede qualcosa più del normale (nel tempo c'è chi se ne è un po' approfittato). ([[Roberto Mancini]])
* Sta con la squadra un allenamento alla settimana. Viene a vedere l'allenamento o a mangiare con la squadra. È molto vicino ai giocatori, cerca sempre di essere presente, soprattutto quando uno ha problemi non legati al calcio. La cosa che più mi ha impressionato è la sua umiltà, non comune in questo ambiente. Soprattutto considerando che non è solo il presidente, ma anche il proprietario del club. L'umiltà si vede nel modo in cui tiene l'autorità, di cui non abusa mai. Ti parla sempre con belle parole. ([[Esteban Cambiasso]])
* Se c'è un Dio in terra, Moratti è Dio. ([[Samuel Eto'o]])
* Per un campione non può esserci un presidente migliore, perché non solo tifa per te ma ti concede qualcosa più del normale (nel tempo c'è chi se ne è un po' approfittato). ([[Roberto Mancini]])
* Sta con la squadra un allenamento alla settimana. Viene a vedere l'allenamento o a mangiare con la squadra. È molto vicino ai giocatori, cerca sempre di essere presente, soprattutto quando uno ha problemi non legati al calcio. La cosa che più mi ha impressionato è la sua umiltà, non comune in questo ambiente. Soprattutto considerando che non è solo il presidente, ma anche il proprietario del club. L'umiltà si vede nel modo in cui tiene l'autorità, di cui non abusa mai. Ti parla sempre con belle parole. ([[Esteban Cambiasso]])
* {{NDR|Sull'addio di Moratti all'Inter}} Moratti è unico. Moratti è un papà vero per i giocatori e un amico per gli allenatori. Per lui avrò sempre amicizia, ammirazione e rispetto. Mi sono bastati cinque minuti per capire che il calcio e l'Inter sono la sua vita. Ha respirato Inter fin da piccolo e ha una memoria straordinaria. E non parla mai della "sua" Inter: la squadra, per lui, è dei tifosi. L'Inter sarà sempre Moratti e Moratti sarà sempre l'Inter. Una cosa sola. Al punto che, nel mondo, i tifosi quasi confondono presidente e squadra, dal padre Angelo al figlio Massimo ai più giovani oggi: se dici Inter pensi a Moratti e viceversa. Una famiglia innamorata di calcio e di Inter. Vende perchè pensa che questo faccia soltanto il bene della società e della squadra. La più grande gioia che ho ricevuto dal calcio è stato regalargli quella coppa (la Champions). In questo mondo, ne sono sicuro, Moratti è diventato un presidente completo, al qaule non manca nessun trofeo. Anche per lui penso sia stato il momento più bello in assoluto.<ref>Citato in ''La Gazzetta dello Sport'', 21 settembre 2013.</ref> ([[José Mourinho]])
 
=== [[Luciano Moggi]] ===