Necessità: differenze tra le versioni

m
nessun oggetto della modifica
(Automated import of articles)
 
mNessun oggetto della modifica
 
<!-- '''Necessità'''-->
==Proverbi italiani==
 
*La necessità insegna a bere con le mani.
*La necessità fa l'uomo ladro.
*Bisogna fare di necessità virtù.
*Bisogna sopportare la necessità e non lagnarsene.
*La necessità non ha peli sulla lingua.
*Che affoga si attaccherebbe ai rasoi.
*Chi ha provato la necessità, sa quanto sia amara.
*Chi non ha nulla non ha paura dei ladri.
*Chi non ha provato la necessità, mal sa compatirla e soccorrerla.
*Tutti sono utili, nessuno è indispensabile.
*Dio e il medico si riconoscono nella necessità.
*La necessità non ha riguardi.
*Non vDov'è necessità, cosìma grandeestrema e vera, danon cuiv'è Diopiù nonleggi ed possaessa tirarcisolo fuoriimpera.
*Gli amici si conoscono nel bisogno.
*Quando la necessità siede a tavola, invano s'invitano gli amici.
*Il suono dà misura e legge al ballo, se no ogni passo di chi danza è un fallo.
*Più grande è la necessità, più vicino è l'aiuto.
*La necessità aguzza l'ingegno.
*Chi ha provato la necessità, sa quanto sia amara.
*Le grandi necessità insegnano a sopportare le piccole.
*La necessità non insegna che a sopportare, ma la saggezza insegna a rinunciare.
*Bisogna sopportare la necessità e non lagnarsene.
*La necessità determina il prezzo delle merci.
*Quando il gatto sta sul fuoco fa la magra anche il cuoco.
*Triste quel barbiere che ha un rasoio solo.
*La necessità dispensa dal decoro.
*La necessità è la madre di tutte le arti.
*La necessità fa ardito anche il codardo.
*La necessità fa l'uomo ladro.
*La necessità fa menar le mani.
*La necessità fa più ladri che galantuomini.
*La necessità insegna a bere con le mani.
*La necessità non ha legge.
*La necessità non ha peli sulla lingua.
*Dio e il medico si riconoscono nella necessità.
*La necessità non ha riguardi.
*Gli amici si conoscono nel bisogno.
*La necessità fanon menarinsegna leche mania sopportare, ma la saggezza insegna a rinunciare.
*ChiLe non ha provato lagrandi necessità, malinsegnano saa compatirlasopportare ele soccorrerlapiccole.
*La necessità è la madre di tutte le arti.
*Necessità vince diritto.
*Non c'è miglior maestro della necessità.
*La necessità fa più ladri che galantuomini.
*La necessità fa ardito anche il codardo.
*Che affoga si attaccherebbe ai rasoi.
*Dov'è necessità, ma estrema e vera, non v'è più leggi ed essa solo impera.
*Non v'è cesta così rotta e negletta, che in opera alla vendemmia non si metta.
*Non v'è necessità così grande, da cui Dio non possa tirarci fuori.
*Il suono dà misura e legge al ballo, se no ogni passo di chi danza è un fallo.
*Più grande è la necessità, più vicino è l'aiuto.
*Quando il gatto sta sul fuoco fa la magra anche il cuoco.
*Quando la necessità siede a tavola, invano s'invitano gli amici.
*Triste quel barbiere che ha un rasoio solo.
*Tutti sono utili, nessuno è indispensabile.
 
==Bibliografia==
*Annarosa Selene, ''Dizionario dei proverbi'' (2004), Pan libri. ISBN 8872171903
 
[[Categoria:ArgomentiEconomia]]