Differenze tra le versioni di "Louis Renou"

290 byte aggiunti ,  8 anni fa
explicit
(+3)
(explicit)
 
==''L'induismo''==
===Citazioni===
*La [[veda|religione vedica]] ha sviluppato certi aspetti della vita religiosa a scapito di altri che, almeno per noi, restano in ombra. Questa religione completamente rituale ignora l'elemento della «fede». La «[[fede]]» (''śraddhâ'') non è altro che l'esattezza del rituale e la fiducia che si ha nella sua efficacia. (da ''L'induismo'', traduzione di Luciana Meazza, Xenia edizioni, 1994, p. 12)
*Già le ''[[Upaniṣad|Upanishad]]'' del periodo vedico lasciavano intravedere dei valori nuovi, come la credenza in un dio personale, la valorizzazione della mistica, e così via. Per tale ragione si può dire che una di queste ''Upanishad'', la ''[[Śvetāśvatara Upaniṣad|Śvetâśvatara]]'', si trova «alla porta d'ingresso dell'induismo». (p. 16)
*[…] a volte, almeno per il ''[[Mahābhārata|Mahâ-Bârata]]'', la narrazione sembra essere una semplice illustrazione del dharma indù. A ragione il ''Mahâ-Bârata'' è stato considerato come un compendio dell'induismo, mentre il ''[[Rāmāyaṇa|Râmâyana]]'' è più secolarizzato. (p. 18)
*{{NDR|Le sette}} sono state importanti, perché hanno dato luogo alla maggior parte dei nuovi sviluppi che hanno attraversato l'induismo classico. Senza le sette ci sarebbe stata, in larga misura, l'immobilità e, probabilmente, la decadenza. (p. 87)
*Come per molti altri, le ''Upanishad'', la ''[[Bhagavadgītā|Gîtâ]]'' erano, anzi sono diventati, per [[Mahatma Gandhi|lui]] delle letture predilette. Il suo induismo, molto semplice, si riassumeva nel rispetto della vacca, in cui vedeva l'elemento cardinale del ''dharma''. (p. 113)
 
===[[Explicit]]===
*Se l'[[induismo]] sarà destinato ad avere un qualche avvenire fuori dalle frontiere del paese in cui è nato, in quanto parte integrante di un vasto movimento spirituale accettabile da tutti, ciò potrà essere realizzato solo attraverso una riflessione diretta, a partire da rappresentazioni autenticamente indiane, concepite da Indiani.
 
==Bibliografia==
27 849

contributi