Fernanda Romagnoli: differenze tra le versioni

(modifica)
*Ci sono poeti che hanno un destino di silenzio, anche se a tratti sembra che la gloria, o la fama almeno, li abbia per un attimo baciati. Il silenzio, in vita e in morte, tranne che per qualche breve istante, pare essere il destino di Fernanda Romagnoli, poetessa romana morta nell'86 all'età di settant'anni. ([[Donatella Bisutti ]])
*È un caso letterario Fernanda Romagnoli? Sì, lo è, nel senso più alto, meno effimero... Con ''Il tredicesimo invitato'' ha raggiunto una serena eternità da piccolo classico. ([[Dario Bellezza]])
*Eppure - come nei metafisici inglesi che certamente ha letto, o in [[Giorgio Caproni|Caproni]] cui deve qualcosa, o alla Guidacci che forse le è vicina - quanta vita sotterranea, rappresa, rimane in questa poesia della Romagnoli, capace ancora di fremere di agitarsi di lottare fra l'esistere e l'essere. ([[Marco Forti]])
*La poesia della Romagnoli rispecchia l'essenza della vita: stati d'animo, travagli di coscienza, accensioni spirituali di una donna coraggiosamente impegnata a leggere in sé la propria verità... ([[Diego Valeri]])
*La sua fortuna letteraria era stata come il percorso breve e subito cancellato di una stella cadente che si accende per qualche attimo solo quando è vicina al termine della sua corsa. Prima e dopo quell'attimo, nulla, o quasi. ([[Donatella Bisutti ]])
15 808

contributi