Differenze tra le versioni di "Politica"

178 byte aggiunti ,  13 anni fa
nessun oggetto della modifica
m (robot Aggiungo: cs:Politika)
*Devo studiare politica e [[guerra]] perché i miei figli possano avere la libertà di studiare [[matematica]] e [[filosofia]]. I miei figli dovrebbero studiare matematica e filosofia, geografia, storia naturale, costruzione navale, navigazione, commercio e agricoltura così da dare ai loro figli il diritto a poter studiare pittura, poesia, musica, architettura, scultura, e ceramica. ([[John Adams]], ''Lettera a Abigail Adams'')
*Il fine della Chiesa, depositaria unica e suprema della rivelazione, resta in ogni caso quello di riassumere e risolvere la politica nella [[religione]]. Ma il fine dello [[Stato]], di qualunque Stato degno del nome, è precisamente le stesso, rovesciato: risolvere la religione nella politica, Dio nell'uomo. Ogni Stato è anche Chiesa; l'autorità politica è necessariamente autorità morale; la storia politica si configura logicamente come «storia sacra». I suoi fini politici sono anche morali e religiosi: comprendono e riassorbono in sé tutta la possibile morale e religione. ([[Giovanni Spadolini]])
*Mischiarsi con la politica all'arte fa male, ma la partecipazione degli artisti e degli scrittori é indispensabile nei momenti cruciali della storia.([[Shpendi Sollaku Noè]])
*In politica bisogna sempre seguire la retta via, perché si è sicuri di non incontrarvi mai nessuno. ([[Otto von Bismarck]])
*In politica i tempi del sole e della pioggia sono rapidamente cangianti. ([[Giulio Andreotti]])
Utente anonimo