Differenze tra le versioni di "Luciano Ligabue"

(+Note)
 
==Citazioni di Luciano Ligabue==
*C'è una canzone mia, che si chiama ''Leggero'', che è una vera e propria dichiarazione di intenti. ''Leggero, nel vestito migliore, sulla testa un po' di sole ed in bocca una canzone''. Quello lì è un obiettivo che mi prefiggo da tanto tempo e che ad un certo punto, cantandolo, me lo ricordo.<ref (dallname=Fazio>Dall'intervista di Fabio Fazio a ''Che tempo che fa'', 25 maggio 2008.)</ref>
*C'è una prima fase [{{NDR|del [[successo]]}} in cui ovviamente, quando sei ancora un outsider, sei una promessa e in genere riscuoti simpatia; poi quando hai [[successo]] ed è un successo che arriva dal niente, piaci a quasi tutti. Dopo, cambia. Dopo, qualsiasi cosa io facessi, c'era sempre una parte di gente che diceva: a) non è più quello di una volta, oppure b) sempre la stessa roba.<ref (dall'intervista di Fabio name=Fazio a ''Che tempo che fa'', 25 maggio 2008.)/>
*''Ci sono suicidi da mezzo minuto | e altri che sono bengala d'aiuto | conosco qualcuno suicida da anni | deciso nel tempo deciso nei panni | conosco qualcuno che è già seppellito | continua a morire non ha ancora finito | modello di molti nebbianti | qua attorno morenti | a passeggio giorno per giorno.'' (da ''Lettere d'amore nel frigo'')
*Dai diciassette anni in poi, gli spettacoli di [[Giorgio Gaber|Gaber]] quando non li ho visti a teatro li ho recuperati su disco. Tutti. Però andarlo a vedere era un'esperienza fulminante: che performer era... Metteva tutto se stesso sul palco. Aveva una voce anomala, con un registro fra baritono e basso e poca estensione: ma la sapeva usare in modo perfetto, espressivo. Quindi, cantante perfetto, attore consumato... Impossibile non restare colpiti da Gaber. [...] Io sono definito un "rockettaro". Ma per "Qualcuno era comunista" ho pianto. Sono andato nel camerino a ringraziarlo.<ref>Citato in ''Gaber, Giorgio, il Signor G. Raccontato da intellettuali, amici, artisti'', a cura di Andrea Pedrinelli, Kowalski, Milano, 2008, pp. 83-84. ISBN 978-88-7496-754-4</ref>
1 629

contributi