Differenze tra le versioni di "Roberto Vecchioni"

'''Etichetta''': Emi, 1999.
 
*''NonE ti diranno parole rosse come il sangue | nere come la notte | Ma non è vero, ragazzo, | che la [[ragione]] sta sempre col più forte | Io conosco poeti | che spostano i fiumi con il pensiero | e naviganti infiniti | che sanno parlare con il cielo.''. (da ''Sogna ragazzo sogna'', n. 1)
*''Chiudi gli occhi ragazzo | e credi solo a quel che vedi dentro. | Stringi i pugni, ragazzo | non lasciargliela vinta neanche un momento | copri l'amore, ragazzo, | ma non nasconderlo sotto il mantello | a volte passa qualcuno, | a volte c'è qualcuno che deve vederlo''. (da ''Sogna ragazzo sogna'', n. 1)
*''Sogna, ragazzo sogna | non cambiare un verso della tua canzone, | non lasciare un treno fermo alla stazione, | non fermarti tu...'' (da ''Sogna ragazzo sogna'', n. 1)
*''Lasciali dire al mondo | che quelli come te perderanno sempre. | Perché hai già vinto lo giuro, | non ti possono fare più niente. | Passa ogni tanto la mano | su un viso di donna, passaci le dita | nessun regno è più grande | di questa piccola cosa che è la vita''. (da ''Sogna ragazzo sogna'', n. 1)
*''E la [[vita]] è così forte | che attraversa i muri per farsi vedere. | La vita è così vera | che sembra impossibile doverla lasciare. | La vita è così grande | che quando sarai sul punto di morire, | pianterai un [[ulivo]] | convinto ancora di vederlo fiorire''. (da ''Sogna ragazzo sogna'', n. 1)
*''Chiudi gli occhi ragazzo | e credi solo a quel che vedi dentro. | Stringi i pugni, ragazzo | non lasciargliela vinta neanche un momento | copri l'amore, ragazzo, | ma non nasconderlo sotto il mantello | a volte passa qualcuno, | a volte c'è qualcuno che deve vederlo''. (da ''Sogna ragazzo sogna'', n. 1)
*''Perché mi batterò per te con un esercito di idraulici, condomini, dentisti, rompipalle e bottegai. Mi coprirò delle ferite della noia, quelle che nessuno vede e che non sanguinano mai''. (da ''Ritratto di signora in raso rosa'', n. 9)
*''[...] è più difficile spostare l'esistenza un po' più giù del cielo e diventare un uomo, per te''. (da ''Ritratto di signora in raso rosa'', n. 9)
Utente anonimo