Differenze tra le versioni di "Friedrich Schiller"

==''Guglielmo Tell''==
*''Anche al più debole resta aperta un'ultima scelta... | Un salto giù da questo ponte, e sono libera''. (I, 2)<ref name=sordi/>
*Chi troppo riflette poco fa. (III, I; 1969)
:Chi pensa troppo concluderà poco.<ref name=sordi/>
*''Deh! non fallirmi | Nel più grave cimento, o mia balestra, | Tu che in tanti convivi, in tanti giochi | M'hai fedele obbedito | Oggi soltanto | Reggiti come suoli, o [[corda]] mia, | Ed ali al dardo non fallaci impenna. | Se questa freccia dalla man mi sfugge | Senza cogliere il punto, una seconda | Più non ho che l'emendi''.
*''— Fin da' primi anni | Io trattai la balestra, e nelle leggi | Del saettar m'istrussi. | Il centro io colsi | Di famosi bersagli, e molti ottenni | Nelle gare e nei giochi incliti premi. | Ma far oggi confido il mio sovrano | Colpo, ed un premio guadagnar, che darmi | Lo maggior non potrebbe Elvezia tutta''.
*Il forte è più formidabile da solo. (I, III; 1969)
:''Der Starke ist am mächtigsten allein''.
*''Il mio Signor tu sei, | Tu sei balivo del mio re; ma quello | Che nel suo nome commettesti, osato | Il mio re non avrebbe: in queste valli | Per giudicarne ei ti mandò (severo Giudice, è ver, che grave ira v'accende), | Ma non perché ti sfreni impunemente | E con gioja omicida ad ogni empiezza: | V'è Dio lassù che vendica e castiga.''
44 148

contributi