Differenze tra le versioni di "Francesco Guccini"

m
+wikilink
m (+wikilink)
m (+wikilink)
*''Sentirai che tuo padre ti è uguale, lo vedrai un po' folle, un po' saggio | nello spendere sempre ugualmente [[coraggio e paura|paura e coraggio]], | la paura e il coraggio di vivere come un peso che ognuno ha portato, | la paura e il coraggio di dire: "io ho sempre tentato, | io ho sempre tentato..."'' (da ''E un giorno...'', n. 4)
*''E al [[mondo]] sono andato, | dal mondo son tornato sempre vivo...'' (da ''Ho ancora la forza''<ref name=liga>Testo di [[Luciano Ligabue]] e Francesco Guccini.</ref>, n. 5)
*''Ho ancora la forza di non tirarmi indietro | di scegliermi la vita [[masticazione|masticando]] ogni metro.'' (da ''Ho ancora la forza''<ref name=liga/>, n. 5)
*''E ho ancora la forza di scegliere parole | per gioco, per il gusto di potermi sfogare | perché, che piaccia o no, è capitato | che sia quello che so fare...'' (da ''Ho ancora la forza''<ref name=liga/>, n. 5)
*''Bisogna divertirsi, è [[domenica]] sera, | c'è da dimenticare la noia pesa e nera, | c'è da dimenticare la favola che fu...'' (da ''Inverno '60'', n. 6)
==''Dizionario delle cose perdute''==
*Così oggi, non tanto più sereni ma, diciamo, distaccati, vogliamo voltarci indietro e riguardare con affettuosa rimembranza a tante piccole cose che abbiamo incontrato e che, come tante altre cose andate, più che andarsene ci sono volate via. (p. 7)
*Pare che l'uso di [[masticazione|masticare]] qualcosa sia antico come il mondo, anche se non parlerò dei Neanderthal (sembra masticassero pure loro curiose resine. Ecco perché poi sono stati sopraffatti dai Cro-Magnon). (p. 8)
*Nell'immediato dopoguerra c'era una voglia di ballare che faceva luce. (p. 51)