Differenze tra le versioni di "Francesco Guccini"

m
+wikilink
(+6)
m (+wikilink)
*''Tu sarai il mio scudiero, la mia ombra confortante, | e con questo cuore puro, col mio scudo e Ronzinante, | colpirò con la mia lancia l'ingiustizia giorno e notte, | com'è vero nella Mancha che mi chiamo Don Chisciotte...'' (Don Chisciotte: da ''Don Chisciotte''<ref name=beppe/>, n. 7)
*''È la più triste figura che sia apparsa sulla Terra, | cavalier senza paura di una solitaria guerra | cominciata per amore di una donna conosciuta | dentro a una locanda a ore dove fa la prostituta, | ma credendo di aver visto una vera principessa, | lui ha voluto ad ogni costo farle quella sua promessa.'' (Sancho Panza: da ''Don Chisciotte''<ref name=beppe/>, n. 7)
*''Salta in piedi, Sancho, è tardi, non vorrai dormire ancora, | solo i [[cinico|cinici]] e i [[codardo|codardi]] non si [[mattiniero|svegliano all'aurora]]: | per i primi è indifferenza e disprezzo dei valori | e per gli altri è riluttanza nei confronti dei doveri!'' (Don Chisciotte: da ''Don Chisciotte''<ref name=beppe/>, n. 7)
*''Mio Signore, io purtroppo sono un povero ignorante | e del suo discorso astratto ci ho capito poco o niente, | ma anche ammesso che il coraggio mi cancelli la pigrizia, | riusciremo noi da soli a riportare la giustizia? | In un mondo dove il male è di casa e ha vinto sempre, | dove regna il "capitale", oggi più spietatamente, | riuscirà con questo brocco e questo inutile scudiero | al "potere" dare scacco e salvare il mondo intero?'' (Sancho Panza: da ''Don Chisciotte''<ref name=beppe/>, n. 7)
*''Mi vuoi dire, caro Sancho, che dovrei tirarmi indietro | perché il "male" ed il "potere" hanno un aspetto così tetro? | Dovrei anche rinunciare ad un po' di dignità, | farmi umile e accettare che sia questa la realtà?'' (Don Chisciotte: da ''Don Chisciotte''<ref name=beppe/>, n. 7)