Differenze tra le versioni di "Lemony Snicket - Una serie di sfortunati eventi"

nessun oggetto della modifica
(aggiunto informazioni)
== Frasi ==
{{cronologico}}
*Violet Baudelaire, la maggiore, era una delle più brillanti inventrici quattordicenni del mondo. Chiunque conoscesse bene Violet, sapeva che stava inventando qualcosa quando i suoi lunghi capelli erano raccolti con un nastrino. In un mondo di oggetti abbandonati e di materiali scartati, Violet sapeva che c'era sempre qualcosa. Qualcosa che poteva trasformare in quasi ogni congegno per quasi ogni occasione. E per collaudare le sue invenzioni, nessuno era più adatto di suo fratello. Klaus Baudelaire, quello di mezzo, amava i libri, o meglio, le cose che imparava dai libri. I coniugi Baudelaire avevano un'enorme biblioteca nella loro magione una stanza zeppa di migliaia di libri su quasi ogni argomento. Nulla rallegrava Klaus più del trascorrere un pomeriggio a riempirsi la testa del loro contenuto. E tutto ciò che leggeva, ricordava. Sunny, la minore, aveva un interesse diverso. Si dilettava a mordere le cose, e aveva quattro dentini affilatissimi. C'era ben poco che a Sunny non piacesse mordere. Sunny aveva un'età in cui ci si esprime soprattutto con una serie gridolini incomprensibili, ad esempio {{NDR|Sunny emette uno dei suddetti gridolini}} Che probabilmente significava "Guardate quella figura misteriosa che emerge dalla nebbia!". O forse: "Come mai un banchiere come il signor Poe arranca sulla sabbia per venire da noi a Spiaggia Salmastra?" ('''Lemony Snicket''')
Che probabilmente significava "Guardate quella figura misteriosa che emerge dalla nebbia!". O forse: "Come mai un banchiere come il signor Poe arranca sulla sabbia per venire da noi a Spiaggia Salmastra?" ('''Lemony Snicket''')
 
*Ragazzi. Temo di dovervi informare di un evento estremamente sfortunato. Mi duole moltissimo dirvi che i vostri genitori sono periti in un incendio che ha distrutto la vostra intera dimora. ('''Signor Poe''')
{{Explicit film}}
Caro lettore, al mondo ci sono persone che non conoscono né sofferenza, né pena, e traggono conforto da allegri film su cinguettanti uccellini e ridacchianti elfi. Ci sono persone che sanno che c'è sempre un mistero da risolvere, e traggono conforto nel ricercare e appuntare qualunque indizio importante. Ma questa storia non riguarda tali persone. Questa storia riguarda i Baudelaire, e loro sono genere di persone che sanno che c'è sempre qualcosa: qualcosa da inventare, qualcosa da leggere, qualcosa da mordere e qualcosa da fare per creare un rifugio, per quanto piccolo. Per questo motivo, sono felice di dire che i Baudelaire erano molto fortunati.
('''Lemony Snicket''') {{NDR|voce fuori campo}}
 
== Altri progetti ==
8

contributi