Differenze tra le versioni di "Gaio Sallustio Crispo"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  11 mesi fa
m
→‎Incipit: ordine alfabetico
(→‎Incipit: inserisco l'originale in sezione apposita, anche se la fonte non è indicata. Creo altresì una sezione per la traduzione di Pontiggia)
m (→‎Incipit: ordine alfabetico)
====Originale====
''Omnis homines qui sese student praestare ceteris animalibus summa ope niti decet ne vitam silentio transeant veluti pecora, quae natura prona atque ventri oboedientia finxit''.
 
====Giuseppe Pontiggia====
Tutti gli uomini che desiderano eccedere fra gli esseri del mondo, con ogni mezzo debbono prodigarsi per non condurre oscuramente la vita, come gli animali, che la natura ha foggiato con il capo rivolto a terra, e schiavi del ventre<ref name=":0">traduzione italiana tratta da Sallustio'', La congiura di Catilina,'' a cura di G. Pontiggia, Milano 2010</ref>
 
====Silvia Perezzani e Sandro Usai====
Per tutti coloro che mirano a emergere su altri esseri viventi, è conveniente applicarsi con fortissimo impegno al fine di non trascorrere la vita senza lasciare memoria di sé, a guisa di bestie che la natura ha formato prone a terra e dedite unicamente alla preoccupazione del cibo.
 
====Vittorio Alfieri====
====Lidia Storoni Mazzolani====
Tutti gli uomini che mirano a emergere su gli altri esseri animati debbono impegnarsi con il massimo sforzo, se non vogliono trascorrere l'esistenza oscuri, a guisa di pecore, che la natura ha create prone a terra e schiave del ventre.
 
====Giuseppe Pontiggia====
Tutti gli uomini che desiderano eccedere fra gli esseri del mondo, con ogni mezzo debbono prodigarsi per non condurre oscuramente la vita, come gli animali, che la natura ha foggiato con il capo rivolto a terra, e schiavi del ventre.<ref name=":0">traduzione italiana tratta da Sallustio'', La congiura di Catilina,'' a cura di G. Pontiggia, Milano 2010</ref>
 
====Silvia Perezzani e Sandro Usai====
Per tutti coloro che mirano a emergere su altri esseri viventi, è conveniente applicarsi con fortissimo impegno al fine di non trascorrere la vita senza lasciare memoria di sé, a guisa di bestie che la natura ha formato prone a terra e dedite unicamente alla preoccupazione del cibo.
 
===Citazioni===