Soffitto

Citazioni sul soffitto.

  • Il Papa è un caso unico nel suo genere. Un uomo che, a motivo della sua funzione, è obbligato a restare attaccato «al soffitto», a vedere le cose «dal punto di vista del soffitto». (Jean Guitton)
  • Il soffitto era blu. L'uomo al negozio diceva che con un colore scuro la stanza sarebbe sembrata più piccola. Si sbagliava. Il soffitto invece si era sollevato, quasi era sparito. Era proprio come lo avrei voluto io da bambino: un cielo notturno con le stelle e una piccola falce di luna proprio sopra la finestra. (Anne Holt)
  • Io non so più ridere, | io non so più piangere, | per ore il mio soffitto fissa me. (Negramaro)
  • L'uomo è un animale che alza gli occhi al cielo e non vede che i ragni del soffitto. (Jules Renard)
  • La mia camera è piena di luce e ha un soffitto molto alto – cosa che ha un effetto benefico sul mio umore. (Friedrich Nietzsche)
  • La morte era il soffitto. Quando si conosce il soffitto meglio di se stessi, questo si chiama morte. Il soffitto è ciò che impedisce agli occhi di salire e al pensiero di elevarsi. Chi dice soffitto dice tomba: il soffitto è il coperchio del cervello. Quando arriva la morte, un coperchio gigante si posa sulla vostra pentola cranica. (Amélie Nothomb)
  • Per vivere bisogna essere capaci di non mettere più sullo stesso piano, al di sopra di se stessi, la mamma e il soffitto. Bisogna rinunciare a uno dei due e decidere di interessarsi o alla mamma o al soffitto. L'unica scelta sbagliata è quella di non fare una scelta. (Amélie Nothomb)
  • Quando sei qui vicino a me | questo soffitto viola | no, non esiste più... | Io vedo il cielo sopra noi. (Gino Paoli)
  • Quando un matematico sta guardando un libro, non sta facendo matematica; quando sta guardando il soffitto, sì. (The Art of the Infinite)
  • Quel soffitto sembra un muro. Il che prova la mia tesi. La posizione eretta è sopravvalutata. (Garfield)
Soffitto di legno

Altri progettiModifica