Apri il menu principale

Simeone il nuovo teologo

monaco e mistico bizantino
Simeone il nuovo teologo

San Simeone il nuovo teologo (949 – 1022), monaco e mistico bizantino.

CatechesiModifica

  • Dopo aver osservato i suoi comandamenti ci sia dato di purificare il cuore con le lacrime e il pentimento, in modo di contemplare fin da quaggiù la luce divina.
  • Il Signore commisura a ciascuno i premi ed i carismi dello Spirito in base al nostro proposito.
  • La maggior parte degli uomini crede alla risurrezione di Cristo ma sono molto pochi quella che la vedono chiaramente.
  • Nell'umiltà e nell'afflizione, l'uomo spirituale, mentre cerca con fervore il soccorso divino, vede chiaramente la grazia dello Spirito Santo che arriva, strappa e fa sparire ad una ad una le passioni fino a che abbia reso la sua anima perfettamente libera.
  • Nelle realtà spirituali se l'intelligenza non perviene alla contemplazione di ciò che oltrepassa la riflessione, non avverte nulla dell'attività mistica.
  • Ognuno di noi non accusi Adamo ma sé stesso se cade nel peccato, qualunque esso sia.
  • Povero è Dio secondo l'umanità, povero sei anche tu secondo la divinità.

BibliografiaModifica

  • Simeone il Nuovo Teologo, Catechesi, traduzione di Umberto Neri, Città Nuova, 1995.

Altri progettiModifica