Silvana Gandolfi

scrittrice italiana

Silvana Gandolfi (1940 – vivente), scrittrice italiana.

Citazioni di Silvana GandolfiModifica

  • [Sul film Generazioni d'amore] Con una damnatio memoriae, Nanda fa scomparire Ottavio, ragazzo amato, dai suoi diari. Ottavio invece fa scomparire la testa del mostro che di notte spaventa Nanda. Quindi Nanda fa scomparire persone amate. Ottavio fa scomparire l'orrore. Continua a farlo, Ottavio. È il tuo dono. Usalo bene![1]

Incipit di Io dentro gli spariModifica

Caro Cacciatore,
Oggi ho un bisogno pazzesco di sfogarmi con te.
Mamma è diventata un disastro. Non è che beva o altro. Ma a volte ha crisi di pianto rabbioso e io non so che fare. Lo sai che si è chiusa in casa già da un mese? Per via delle gambe, dice lei. La realtà è che non le va più di uscire. Tanto, alle commissioni ci penso io. Così oggi ho preso Ilaria e l'ho trascinata fuori per non farle vedere in che stato era mamma. Capita sempre più spesso che mi tocchi portare mia sorella a passeggio.
So cosa mi diresti, se potessimo parlarne insieme: che sono in salvo e che questo è quel che conta, che crescendo le cose andranno a posto. Avrai anche ragione, ma a me questa sicurezza mi sembra di pagarla troppo. Mi rende triste. Scusami sai, stasera è una di quelle sere in cui avrei voglia di spaccare qualcosa. Di urlare. Di dire parolacce.
Non sono pazzo. Lo so che tu sei irraggiungibile come un personaggio dei fumetti. Però sei più vivo e importante dei miei compagni di scuola.
Che mondo è quello dove non posso incontrarti?

NoteModifica

  1. Citato in Recensioni a 4 decenni, Plays.it.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica