Saverio Costanzo

regista italiano

Saverio Costanzo (1975 – vivente), regista e sceneggiatore italiano.

Saverio Costanzo

Citazioni di Saverio CostanzoModifica

  • [Su In memoria di me] Nessun alto prelato ha visto il film, anche perché l'ho finito martedì scorso, ma credo che potrebbe cadere nella totale indifferenza del Vaticano. Se poi il bacio metterà a disagio qualcuno, saremo comunque felici. Ognuno può interpretarlo come vuole: io ho pensato al Grande Inquisitore di Dostoevskij e alle parole di Cristo che invita a non dimenticare mai l'amore e la misericordia.[1]
  • [Sulla trasposizione televisiva L'amica geniale] Quando ho letto i romanzi mi sono sentito come sulle montagne russe, non sapendo cosa mi aspettava a ogni svolta. Elena Ferrante stabilisce un rapporto molto fisico con i lettori, abbiamo cercato di mantenerci fedeli a quella densità letteraria.[2]
  • [In memoria di me è] un thriller spirituale-metafisico [e] non un film religioso [ma anche] un film d'amore, perché parla della necessità di essere amati senza se e senza ma.[3]
  • Viviamo in un tempo in cui la soglia dell'attenzione è molto bassa, ed è il film che si deve difendere. La colpa è sempre del film che deve prendersi l'attenzione. La tv è un elettrodomestico ma non mi sono dedicato a questo lavoro [L'amica geniale] pensando di "fare qualcosa per la tv", ma pensando al cinema.[4]

NoteModifica

  1. Citato in Un novizio bacia il superiore: il film in gara di Saverio Costanzo, Messaggero Veneto, 12 febbraio 2007.
  2. Citato in Stefania Ulivi, «L'amica geniale» alla prova tv (ma già si pensa a nuovi episodi), Corriere della Sera, 23 novembre 2018, p. 53.
  3. Da La Nuova Sardegna, 12 febbraio 2007; citato in Senza se e senza ma, accademiadellacrusca.it.
  4. Dall'intervista di Silvia Fumarola, Saverio Costanzo: "L'amica geniale di Ferrante è una grande saga, ma io ne faccio una grande serie", repubblica.it, 22 novembre 2018.

FilmografiaModifica

Altri progettiModifica